Streaming in 4k da smartphone a TV: Da oggi si può

Da pochissimi giorni la MHL Consortium ha rilasciato in esclusiva le specifiche per poter inviare immagini in streaming alla risoluzione 4k (UHD) dallo smartphone alla propria TV, il tutto attraverso il nuovo connettore USB Type-C.

Leggi anche | Migliori smartphone per registrare video in 4K come professionisti

Attualmente i nostri smartphone riescono a trasferire immagini in tempo reale ad una TV o un monitor tramite il protocollo MHL, che spieghiamo brevemente, si basa sullo standard USB attuale.

Questa tecnologia permette di trasferire video fino alla risoluzione full HD ovvero 1080p (1920×1080) e secondo MHL si evolveranno nel prossimo futuro. MHL ha infatti annunciato il nuovo connettore USB Type C che consente il trasferimento di video in 4K e audio surround multi canale, con un incremento della qualità superiore al doppio. Ricordiamo che lo standard 4K chiamato anche UltraHD (UHD) ha una risoluzione nativa di ben 4096×2160 pixel.

SD-HD-4K-TV

Fino ad oggi l’alta definizione era disponibile in due modalità: 720p (HD Ready) e 1080p (Full HD), entrambe offrono maggiore quantità di informazioni dell’immagine rispetto alla definizione televisiva standard di 480p.

Infatti più pixel compongono un’immagine e maggiori dettagli di quell’ immagine sarete in grado di vedere – e noterete di meno le scalettature tipiche delle linee curve e diagonali.

La risoluzione UHD vi porta ad un livello di definizione ancora superiore infatti, con così tanti pixel a disposizione, è possibile ingrandire un’immagine molto di più rispetto agli attuali display HD, offrendo un realismo tale da catturare l’attenzione di chiunque. Tutto questo si sposa con la tendenza di mercato a volere display sempre più grandi e con l’adozione del 4K da parte dell’industria cinematografica e televisiva si avrà un incremento di qualità elevatissimo.

4k_image

Cavo e connettore USB Type C sono progettati per essere una soluzione robusta e duratura, ideale per tutte le piattaforme e i dispositivi

sono state le parole di Jeff Ravencraft, Presidente e COO di USB-IF. Attualmente le due compagnie stanno lavorando per portare a termine i lavori sulla Alternate Mode alla base della nuova funzionalità, in modo da “stabilire programmi di certificazione e conformità”, in modo da permettere una più semplice identificazione dei dispositivi compatibili.

Le nuove specifiche verranno distribuite in tutto il mondo e naturalmente anche ai produttori terzi, attualmente però non è ancora stata specificata una data per la diffusione di questa nuova tecnologia sul mercato consumer. Se pensiamo al fatto, che non sono pochi gli smartphone e i Tablet top di gamma attualmente in grado di supportare risoluzioni superiori al Full HD, è chiaro che la novità riflette un andamento di mercato e un trend che sembra ormai implacabile.

La nuova tecnologia sfrutta la bandwidth dello standard USB 3.0 per portare lo streaming 4K in tempo reale dallo smartphone alla TV di casa vostra, il tutto tramite un semplice cavo di collegamento chiamato USB Type C o HDMI Type A.

Oltre alle TV potranno usufruire dello stesso collegamento anche proiettori, lettori multimediali, set-top-box. La tecnologia è inoltre retro-compatibile quindi non è importante se attualmente non si dispone di un dispositivo di ultimissima generazione.

tv

La buona notizia è che sono già disponibili diversi contenuti in UHD nei caveau delle major Hollywoodiane, infatti i film vengono sempre più masterizzati in risoluzione 4K, sia per la distribuzione che per i progetti di restauro. Inoltre le case cinematografiche hanno già iniziato le riprese in UHD e oltre. Un  esempio è: Lo Hobbit – Un Viaggio Inaspettato di Peter Jackson girato  ad una risoluzione di 4K.

Comments

Loading…