• , ,

    Samsung Galaxy S8: problemi di audio, come risolverli?

    samsung galaxy s8

    Il Samsung Galaxy S8 è un dispositivo che ha riscosso un enorme successo fin dal momento della sua presentazione, facendo breccia nei cuori di molti appassionati di tecnologia, i quali sono corsi immediatamente ad acquistarlo. Alcuni dei possessori del nuovo Top di Gamma dell’azienda sudcoreana hanno però lamentato di un problema con l’audio proveniente dallo smartphone. Di cosa si tratta e come fare per risolverlo? Andiamo a scoprirlo insieme.

    Samsung Galaxy S8 – continuano i problemi di audio. Come risolvere?

    Sul forum ufficiale di Samsung, diversi proprietari dell’ultimo Samsung Galaxy S8 lamentano di gravi problemi legati all’audio del dispositivo, in quanto questo smette improvvisamente di funzionare mentre riproducono la musica, effettuano lo streaming di video o eseguono determinate app.

    Leggendo i vari commenti sul forum, si può facilmente intuire come il problema sia abbastanza comune e come, sopratutto, pare sia legato agli altoparlanti del Galaxy S8. Infatti, l’audio viene immediatamente e perfettamente riprodotto utilizzando le cuffie, sia quelle col filo jack da 3,5mm che quelle che si collegano bluetooth. Il problema potrebbe quindi essere di natura hardware, ma non si esclude la natura software.

    Non si conosce con certezza, quindi, quale sia la fonte del problema. La speranza è che sia di natura software. Infatti, in tal caso, ogni problema si risolverebbe immediatamente con un aggiornamento del Sistema Operativo.

    Fonte

  • , ,

    iPhone 8: Touch ID integrato nello schermo ed altre interessanti caratteristiche. La conferma dagli schemi tecnici

    iphone

    Sono emersi nuovi schemi tecnici del prossimo iPhone 8 che confermano una delle caratteristiche più incerte del futuro top di gamma del colosso di Cupertino: la posizione del Touch ID. A causa del display senza bordi e dell’eliminazione del tasto Home, infatti, molti si sono iniziati a domandare dove sarebbe andato a finire il sensore per le impronte digitali. Secondo i primi rumors questo doveva essere posizionato sul retro, esattamente come sul Galaxy S8. Successive voci, però, ritengono che il sensore verrà posizionato sul lato frontale, integrato nel display. Ad eliminare ogni dubbio ci pensano dei nuovi schemi tecnici.

    iPhone 8: nuovi schemi tecnici ci mostrano dove verrà posizionato il tanto dibattuto Touch ID

    I nuovi schemi che sono emersi nelle ultime ore sul web hanno evidenziato alcune caratteristiche molto interessanti del prossimo iPhone 8. Prima tra tutte è lo schermo. Si tratta di un display molto ampio, praticamente privo di bordi (segnati sullo schema con una linea arancione).Sempre sul lato frontale, in alto notiamo un’area che ospita la capsula auricolari, vari sensori e la fotocamera anteriore. Quest’ultima avrà tra elementi, dimostrazione che, con molte probabilità, il prossimo iPhone 8 sarà dotato di una camera posteriore con tre elementi.

    Passando sul retro, invece, notiamo al centro un cerchio. In questo caso non si tratta però del Touch ID, ma dello spazio dedicato al logo della Mela. Ciò confermerebbe l’integrazione del sensore di impronte digitali nello schermo.

    Infine, sulla base degli schemi, qualcuno ha pensato bene di ideare dei primissimi render dell futuro melafonino, che troverete qui di seguito.

     

  • , ,

    Passa a TIM: ecco la nuova irresistibile offerta IperGiga

    tim

    Dal 28 maggio 2017 TIM lancia una nuovissima offerta speciale “Passa a TIM”, mettendo seriamente in difficoltà la sua principale concorrente Tre Wind. Lo scopo è proprio quello di attirare nuovi utenti Wind. Andiamo a scoprire insieme tutti i dettagli.

    TIM IperGiga Go- ecco la nuova offerta Passa a TIM dedicata agli utenti Wind

    Nella giornata di ieri TIM ha avuto il boom di richieste per quella che potrebbe essere la più conveniente offerta della storia del gestore telefonico. Si tratta della nuovissima promozione TIM IperGiga Go, dedicata per tutti coloro che passano da un altro gestore e che sta portando nelle ultime ore un’ondata di nuove attivazioni.

    L’offerta è dedicata ad una specifica clientela. Non è stata infatti pubblicizzata e non si trova sui listini o sullo store internet del gestore telefonico, in quanto viene reso noto solo tramite messaggio, inviato da TIM solo a chi ne ha diritto. Chi sono i fortunati destinati a ricevere questa incredibile offerta? Solo i clienti che sono attualmente utenti Wind.

    Ciò dimostra come TIM cerchi di coccolare sempre di più gli utenti dei gestori “avversari”, con lo scopo principale di attaccare direttamente la Wind, reduce del recente accordo con la Tre.

    Andando nel dettaglio dell’offerta, la nuova IperGiga prevede minuti illimitati verso tutti (in realtà si tratta di 10 mila minuti mensili, ritenuto da TIM come quantitativo corretto e non fraudolento) e ben 30 GB di traffico internet. Il tutto, all’incredibile costo di 10 euro al mese. Costo però che non è per sempre. Nel mese di febbraio del 2018, infatti, il canone mensile salirà a 15 euro. Resta comunque un’offerta incredibile, dato la quantità di GB offerti. Come se non bastasse, TIM rende disponibile anche l’utilizzo dei dati cellulari in tethering – hotspot, permettendo in questo modo di poter sfruttare completamente tutti i gigabyte a disposizione anche da altri dispositivi.

    Se siete utenti WInd e siete interessati all’offerta, potrete attivarla andando direttamente presso gli store TIM.

  • ,

    Huawei alla conquista dei computer portatili: presentati tre nuovi MateBook

    huawei

    Huawei mira alla conquista dei computer portatili e presenta tre nuovi dispositivi: due veri e propri notebook e un nuovo 2-in-1. Tutti con Windows 10.

    Huawei rinnova la nuova linea MateBook con lo scopo di conquistare il settore dei computer portatili

    Nelle ultime ore il mondo dei computer portatili si amplia con nuovi dispositivi. Da un lato, infatti, c’è Microsoft con il suo nuovo Surface Pro, mentre dall’altro, invece, c’è Huawei, produttore ormai affermato nel settore degli smartphone e intento a provarci anche nel settore dei computer, presentando a Berlino nella giornata di ieri tre nuovi dispositivi: i MateBook X, D ed E.

    I tre prodotti sono pensati per tre diversi tipi di utenti. L’intenzione, infatti, è proprio quella di “offrire una gamma completa di soluzioni per la via digitale”, secondo quanto dichiarato da Richard Yu, CEO della divisione Consumer di Huawei.

    Modello di punta della nuova linea MateBook è il MateBook X, che si aggiudica essere il notebook più piccolo al mondo, con dimensioni inferiori a un foglio A4, con soli 13 millimetri di spessore e un display da 13 pollici con cornici ridottissime; il tutto in un peso di soli 151 grammi. Inoltre si tratta del primo portatile ad offrire un sistema audio Dolby Atmos, che permette una simulazione di audio 3D superiori ai semplici sistemi stereo. Al suo interno troviamo un processore intel i5 o i7, affiancato da 8 GB di RAM e 256 o 512 GB di memoria interna. Tra le altre caratteristiche troviamo anche un sensore di impronta digitale posto sul tasto di accensione e una tastiera resistente al liquido. I prezzi partono da 1399 euro ed arrivano fino a 1599 euro.

    Il secondo è il MateBook E è un dispositivo ibrido 2-in-1: un computer dotato di schermo da 12 pollici 2K e tastiera inclinabile fino a 160 gradi, la quale può essere sganciata dal corpo, trasformando così il computer in un vero e proprio Tablet. Al suo fianco troviamo anche la nuova MatePen, pennino sensibile di 2048 livelli di pressioni e dotata di puntatore laser. Al suo interno troviamo processore Intel m3 o intel i5, affiancato da 4 o 8 GB di RAM e 128 o 256 GB di memoria interna. Il prezzo parte in questo caso da 999 euro ed arriva fino a 1299 euro.

    Infine troviamo il MateBook D, con uno schermo che copre circa l’83% del corpo. Le caratteristiche e il design sono meno interessanti rispetto gli altri due prodotti. Abbiamo infatti un display con risoluzione 1080p, processore i5 o i7 affiancato da ben 1TB di memoria interna su hard disk o 128 GB SSD. Punto forte è la scheda grafica Nvidia GeForce, adatta per tutti i videogiocatori. Il prezzo parte da 799 euro ed arriva ad un massimo di 999 euro. Non sarà però disponibile qui in Italia, almeno inizialmente.

  • , ,

    Nokia 9 si mostra in un nuovo prototipo: ecco come sarà

    nokia 9

    Dopo un lungo periodo di silenzio, riprendono le indiscrezioni sul futuro Nokia 9, il nuovo dispositivo top di gamma che dovrebbe vedere la luce nel corso dei prossimi mesi e segnare il ritorno definitivo del colossale marchio della telefonia mobile. Nel dettaglio, sono state messe le mani su un prototipo del dispositivo, permettendoci così di poter avere un quadro piuttosto dettagliato dell’aspetto fisico e di alcune caratteristiche dello smartphone.

    Nokia 9 – un prototipo ci rivela alcuni dettagli del prossimo top di gamma dell’azienda finlandese

    Esteticamente il prossimo Nokia 9 sarà molto bello da vedere, secondo il prototipo che è emerso nelle ultime ore in rete. Sarà interamente realizzato in metallo, ospiterà una porta USB di tipo C, sarà dotato di una doppia fotocamera da 13 megapixel, con le lenti posizionate verticalmente una sopra l’altra, e monterà anche un sensore di impronte digitali posizionato sotto al tasto home, il quale sarà anche da due tasti di navigazione touch integrati nella cornice del display, il quale sarà da 5,2 pollici con una risoluzione pari a 1440 x 2560 pixel.

    Per quanto riguarda la scheda tecnica, il futuro Nokia 9 sarà equipaggiato da un SoC Snapdragon 835, affiancato da 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, espandibili tramite scheda microSD.

    Novità dei nuovi dispositivi Nokia è l’adozione al sistema operativo Android. In questo caso troveremo a bordo Android Nougat.

    Il prossimo Nokia 9 dovrebbe essere presentato nei prossimi mesi, entro la fine del 2017, ma ancora non si conosce una data precisa. Alcune voci ritengono possa essere presentato ufficialmente nel mese di settembre.

    Fonte

  • , ,

    Google Play Store si rifà il look. Ecco come è cambiato lo store Google

    google play store

    Dopo una fase di sperimentazione iniziata circa una decina di giorni fa, il famoso store digitale Google Play Store cambia interfaccia grafica per tutti gli utenti Android, rendendo la navigazione più piacevole ed organizzata.

    Google Play Store – ecco la nuova interfaccia grafica

    Google Play Store cambia look. Lo store del colosso di Mountain View porta una ventata di aria fresca sugli smartphone di tutti gli utenti Android con una interfaccia grafica, più organizzata e intuitiva. Infatti ora i contenuti delle singole sezioni sono organizzati all’interno di un’unica finestra navigabile in orizzontale. Spariscono così la maggior parte delle aree grige che separavano le varie applicazioni e sezioni.

    L’interfaccia generale è stata in questo modo completamente “pulita” da tutte quelle grafiche inutili che venivano utilizzate per separare le varie sezioni, rendendo il tutto molto più omogeneo, elegante e piacevole da vedere.

    Cambia anche la grafica dell’icona generale dell’applicazione, con il triangolo colorato che ora esce leggermente dalla borsa bianca. Sono state introdotte cambiamenti anche all’interno dell’icona delle notifiche. Al posto, infatti, della tradizionale busta della spesa, ora comparirà una nuova immagine, raffigurante sempre la forma del triangolo del Play Store.

    Ma non finisce qua. Google sta infatti pensando di introdurre un’altra piccola modifica all’interfaccia grafica dello Store. Questa volta riguarda l’icona che indica se un’applicazione è già installata sul proprio dispositivo oppure no, raffigurante sempre l’icona a forma di triangolo del Play Store, ma con un piccolo segno di spunta posizionata al fianco.

    Le novità appena elencate sono già disponibili per tutti gli utenti Android tramite un aggiornamento lato server.

  • , ,

    OnePlus 5: una nuova immagine compare in rete. Addio antenne

    oneplus 5

    Continuano i vari rumors sul prossimo OnePlus 5, il nuovo top di gamma dell’azienda cinese. Sul web è apparsa, infatti, una nuova immagine che sembrerebbe mostrare quello che potrebbe essere il futuro dispositivo OnePlus, la quale confermerebbe l’assenza delle antenne, collocate solitamente alle estremità della cover posteriore.

    OnePlus 5 si mostra in una nuova foto. Addio alle bande in plastica per le antenne

    Sul web sta circolando nelle ultime ore una foto reale di quello che sembrerebbe essere a tutti gli effetti il retro del prossimo OnePlus 5. Dalla foto due sono i particolari che saltano all’occhio. La prima è senza alcun dubbio la presenza della doppia fotocamera posteriore, leggermente sporgente e collocata al centro, con le lenti disposte verticalmente una sopra l’altra. La seconda particolarità è invece la totale assenza delle classiche bande di plastica per l’antenna, i quali potrebbero stati spostati nella parte inferiore o superiore della scocca, o addirittura eliminati completamente a favore di altre soluzioni.

    Il risultato è un design molto pulito e bello da vedere, caratterizzato da una scocca posteriore liscia e minimale, formata da un unico pezzo di metallo. Sembrerebbero smentite, quindi, le voci di corridoio di qualche tempo fa che parlavano di un OnePlus 5 costituito da una cover posteriore in vetro o in ceramica, anche se ciò non esclude che lo smartphone possa essere commercializzato in diverse varianti.

    Il futuro OnePlus 5 sarà equipaggiato con un nuovissimo processore Snapdragon 835, affiancato da 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, mentre le fotocamere – sia quella posteriore che quella anteriore – saranno equipaggiati con sensori da ben 16 megapixel. La fotocamera posta sul retro del terminale è dotata anche di un doppio Flash LED. Non ci sono novità, quindi, sotto il profilo hardware.

    Ricordiamo che OnePlus 5 verrà presentato a giugno. Aspettiamoci quindi altre novità nei prossimi giorni più dettagliati, che come prassi andranno ad intensificarsi sempre di più con l’avvicinarsi della data di lancio ufficiale.

    Di seguito, ecco la foto in questione.

    oneplus 5

    Fonte

  • , ,

    Android O, ecco le nuove Emoji ridisegnate da Google

    Google ha deciso di rivoluzionare le note faccine Emoji con il prossimo sistema operativo Android O, dando un taglio netto al passato e dicendo addio alla nota forma blob, introducendo nuove faccine più tonde e realistiche. Ecco come saranno le nuove Emoji che arriveranno questo autunno con il nuovo Android O.

    Android O porta con se un nuovissimo set di Emoji

    Durante l’evento Google I/O, tra le tante novità (elencate nell’articolo che trovate cliccando qui) il colosso di Mountain View ha annunciato anche la prima Beta del suo prossimo sistema operativo, che per il momento sappiamo si chiamerà Android O. Gli sviluppatori che hanno già messo mano in questi giorni sul nuovo sistema operativo hanno potuto provare le varie novità. Tra queste, ci sono anche delle nuovissime faccine Emoji.

    Google ha così ridisegnato l’intero set delle faccine, dando un taglio netto al vecchio design a forma di “blob” introdotto con Android 4.4 KitKat. Con Android O, infatti, le emoticon avranno una forma molto più circolare e saranno molto più realistiche (ricordando quelle già viste su sistemi iOS o su altre piattaforme, come ad esempio WhatsApp o Facebook).

    Oltre al nuovo look delle Emoji, Google ha anche annunciato la piena compatibilità con lo standard Emoji 5.0, l’elenco emoji ultimato nel mese di marzo 2017 e che include nuove faccine da Unicode 10.0, attualmente in fase Beta. Il che significa che saranno disponibili anche nuove emoji (circa una cinquantina).

    Ma le novità non finiscono qui. Google infatti introdurrà in Android O il pieno supporto alla libreria EmojiCompat per gli sviluppatori di App, grazie alla quale potranno inserire con estrema facilità nelle loro applicazioni le emoji più recenti. In questo modo non sarà necessario attendere l’aggiornamento software del sistema operativo per ricevere tramite messaggi su app di terze parti (ad esempio, WhatsApp) nuove future emoji.

    Di seguito, ecco alcuni esempi delle nuove Emoji su Android O.

    android o emoji

  • , ,

    HTC U11: caratteristiche, data di uscita e prezzo

    htc u11

    Da tempo si è in attesa del grande ritorno di HTC. L’azienda taiwanese ha infatti trascorso un lungo periodo buio ed ora è pronta a tornare, puntando tutto sul suo prossimo top di gamma, il nuovo HTC U11. Lo smartphone è stato recentemente presentato dall’azienda e farà il suo esordio in Europa il prossimo 1° giugno. Riuscirà a risollevare le sorti di HTC?

    HTC U11- caratteristiche tecniche, prezzo e data d’uscita

    Esteticamente il nuovo HTC U11 è molto bello da vedere. Si presenta, infatti, con superfici in vetro colorato liquido (realizzato attraverso la stratificazione di minerali preziosi altamente rifrangenti) e linee curve, i quali offrono un aspetto molto raffinato ed elegante, nonostante il design ricordi quello degli U Play e U Ultra. Lo spessore è solamente di 7,9 millimetri e il peso 168 grammi.

    Il Display è di 5,5 pollici con risoluzione QHD (2569 x 1449 pixel). Attorno ad esso c’è una particolare cornice che avvolge l’intero smartphone e che attraverso alla quale potremmo controllare lo smartphone. Novità che contraddistingue il nuovo HTC U11 con tutti gli altri smartphone è la nuova Edge Sense, con la quale potremmo svolgere alcune precise operazioni semplicemente stringendo lo smartphone nel palmo della mano. Ad esempio, potremmo accedere alla fotocamera senza dover accendere il display e cliccare sullo schermo. La cornice funziona tramite sonar e quindi, tecnicamente, è possibile utilizzarla anche se si indossano guanti o se lo smartphone si trova sott’acqua. A tal proposito, infatti, il nuovo HTC U11 è anche resistente all’acqua fino ad un metro di profondità, grazie alla certificazione IP67.

    Per quanto riguardano le specifiche tecniche, invece, all’interno dello smartphone troviamo un SoC Qualcomm Snapdragon 835 con CPU a 64-bit octa-core fino a 2,45GHz, affiancato da 4 o 6 GB di RAM e 64 o 128 GB di memoria interna, quest’ultima espandibile tramite micro SD fino a 2 TB.

    Sotto il punto di vista multimediale, il nuovo HTC U11 è dotato di una fotocamera posteriore da 12 Megapixel con apertura a f/1.7, in grado di girare video in 4K con 30 fotogrammi al secondo, mentre la fotocamera anteriore è da 16 megapixel a fuoco fisso.

    Sarà possibile acquistare il nuovo HTC U11 in Europa a partire dal 1° giugno, ad un prezzo di 749 euro, decisamente più economico rispetto ai nuovi Galaxy S8.

  • , ,

    Google I/O 2017: ecco tutte le novità annunciate durante l’evento

    google i/o

    Nella giornata di ieri si è alzato il sipario sul palco dell’evento Google I/O 2017, nel quale il CEO dell’azienda e i suoi collaboratori hanno svelato tutte le prossime innovazioni in arrivo dal colosso di Mountain View. Andiamo a scoprirle insieme.

    Google I/O 2017 – Tutte le novità presentate

    Sundar Pichai, CEO di casa Google, ha introdotto durante la conferenza annuale Google I/O 2017 tutte le principali novità dell’azienda, che saranno poi approfondite nel corso di questi tre giorni dell’evento. Ecco di seguito elencate.

    Android

    Il primo annuncio avvenuto sul palco dell’evento è stato il raggiungimento di un traguardo molto importante per il sistema operativo Android, il quale ha tagliato il traguardo di ben 2 miliardi di dispositivi attivati nel mondo su base mensile. Si parla non solo di smartphone e tablet, ma anche di smartwatch, automobili, televisori, set-top box ed altro.

    Un successo che è stato accompagnato dal rilascio della prima beta ufficiale della nuova release del sistema operativo, Android O, annunciata inizialmente a fine marzo e che farà il suo debutto nei prossimi mesi, probabilmente con il lancio dei nuovi dispositivi Android Pixel.

    Ancora non è certo quale sarà il nome definitivo della futura versione Android. Molte voci ritengono che la “O” faccia in realtà riferimento ai famosi biscotti al cacao Oreo, ma non vi è nulla di ufficiale.

    Per quanto riguarda, invece, le prime funzioni mostrate durante l’evento e che verranno introdotte con la nuova release, la prima novità sono le cosiddette “Notification Dots”, grazie alle quali sarà possibile ottenere informazioni aggiuntive di una determinata applicazione semplicemente tenendo premuta l’apposita icona, senza necessariamente aprirla.

    Altre novità sono il riempimento automatico dei moduli, ben noto su Chrome, e la Smart Text Selection, la quale semplifica la selezione dei numeri di telefono, indirizzi, nomi delle attività commerciali, ecc., mostrando per ogni tipologia di informazione delle azioni contestuali.

    Infine, è stata introdotta anche la modalità Picture-in-Picture per il multitasking, la quale permette di ridimensionare e trascinare a piacimento i riquadri.

    Google Lens

    Novità del tutto inaspettata dell’evento è stato Google Lens. Si tratta di una funzione, inizialmente pensata su Google Assistant e Google Photo, basata sull’intelligenza artificiale, grazie alla quale, sfruttando la fotocamera dello smartphone, sarà possibile ottenere informazioni su qualsiasi cosa inquadrata. Una funzione molto utile e che potrebbe essere una vera e propria rivoluzione. Peccato, però, che ancora non ci sono informazioni su data di rilascio e compatibilità hardware.

    Google Home

    Google Home è il dispositivo della domotica dotato di assistente vocale, introdotto l’anno scorso e che debutterà questa estate in Canada, Australia, Francia, Germania e Giappone. Purtroppo, ancora nessuna novità riguardo l’Italia. Sono state comunque introdotte nuove utili funzionalità, aggiungendo, ad esempio, il supporto bluetooth e un supporto per gli account gratuiti di Spotify.

    Google Assistant

    A gran sorpresa l’assistente virtuale Google sbarca sugli iPhone, dove diventerà diretto concorrente di Siri. Inoltre, verrà finalmente introdotta la lingua italiana entro la fine dell’anno, oltre nuove funzionalità, come la possibilità di poter fare acquisti direttamente tramite l’assistente virtuale.

    Google Photo

    Ricche novità anche per quanto riguarda Google Photo, il servizio che organizza le gallery fotografiche. Verrà aggiunta la nuova funzione Suggested Sharing, che suggerirà quali fotografie condividere sui canali social. Inoltre, verrà aggiunta la possibilità di poter rimuovere oggetti nelle fotografie, nonché creare delle librerie condivise.

    Google VR e AR

    Novità anche nel settore della realtà virtuale e della realtà aumentata. La piattaforma Daydream verrà entro il mese di settembre 2017 lanciata anche sui nuovi Galaxy S8 e S8+ e sui nuovi LG. Inoltre, Google ha annunciato di stare collaborando con Lenovo e HTC per creare dei nuovi Visori Standalone, in grado di utilizzare la realtà aumentata senza dover necessariamente usare uno smartphone.

    Google Jobs

    Infine, è stato presentato Google Jobs, un nuovo sistema di indicizzazione che permette di categorizzare nel miglior modo possibile le richieste di lavoro, utile sia per gli utenti che cercano lavoro, sia per coloro che lo offrono. Al progetto hanno collaborato molte grandi aziende.

  • , ,

    Moto X: trapelata un’immagine che conferma l’imminente uscita

    moto x4

    Il noto leaker Evan Blass nelle ultime ore ha diffuso sul suo profilo Twitter una foto leaked che sembrerebbe essere stata scattata durante una presentazione (non ufficiale) di Motorola sull’intera gamma di dispositivi che verranno presentati durante l’anno. Tra questi, sbuca il nome anche del futuro Moto X.

    Trapelata un’immagine che mostra l’intera line up degli smartphone Motorola. Tra questi vi è anche il nuovo Moto X

    Il prossimo Moto X, che a quanto pare verrà chiamato Moto X4, farà a breve il suo ritorno dopo una lunga assenza. Secondo infatti un’immagine trapelata nelle ultime ore sul profilo Twitter di Evan Blass, Motorola ha intenzione di lanciare tra non molto un nuovo modello del suo top di gamma.

    L’immagine mostra, a dire il vero, l’intera line up dei prossimi terminali di nuova generazione che verranno lanciati da Motorola, disposti in un elenco in ordine alfabetico. Ogni dispositivo viene rappresentato con un’immagine e con le principali caratteristiche tecniche.

    Primi della lista sono il Moto Z2 Play, dotato di schermo da 5,5 pollici con risoluzione 1080 x 1920 pixel, e il Moto Z2 Force, con display shatterShield e LTE a 1 GB, entrambi con supporto ai Moto Mods.

    A fare capolino subito dopo è il nuovo Moto X4, dotato di display da 5,2 pollici con risoluzione FullHD da 1080 x 1920 pixel, vetro 3D e doppia telecamera posteriore, chiamata SmartCam”

    A seguire, vengono mostrati poi:

    • Moto GS: display da 5,2 pollici con risoluzione 1080 x 1920, in metallo
    • Moto GS Plus: schermo da 5,5 pollici con risoluzione 1080 x 1920, corpo in metallo
    • Moto E: schermo da 5 pollici con risoluzione 720 x 1280, vetro 2.5D e scanner per impronte
    • Moto E Plus: display da 5,5 pollici con risoluzione 720 x 1280 e batteria da 5.000 mAh
    • Moto C: schermo da 5 pollici con risoluzione 480 x 854.
    • Moto C Plus: display da 5 pollici con risoluzione 720 x 1280 e batteria da 4.000 mAh

    E’ stata mostrata, quindi, l’intera gamma dei prossimi dispositivi Motorola e tra questi vi è anche il nuovo Moto X4, a conferma del suo imminente arrivo. Non resta che aspettare future informazioni riguardanti la data di uscita.

    moto x

  • ,

    Ransomware WannaCry: Microsoft rilascia una patch di sicurezza per Windows XP

    ransomware

    Il ransomware WannaCry che ha colpito venerdì i sistemi di tutto il mondo, facendo particolari danni in Gran Bretagna e Spagna, continua a far paura, a tal punto da far attivare anche la Polizia di Stato del nostro Paese e la stessa Microsoft, la quale, quest’ultima, ha pubblicato una nuova patch studiata per i sistemi operativi Windows XP.

    Ransomware WannaCry fa ancora paura – Microsoft rilascia una patch di sicurezza per Windows XP

    il Ransomware WannaCry ha interessato tutto il mondo, compreso l’Italia. La minaccia è molto grave e per questo motivo le istituzioni italiane si sono mosse al fine di pubblicare delle guide informative al fine di difendersi al meglio all’attacco (le potete consultare cliccando qui).

    Data la gravità della situazione, Microsoft ha ben pensato di rilasciare una patch per Windows XP, principale bersaglio del WannaCry, in quanto esso risulta ancora molto diffuso negli ambienti lavorativi e, sopratutto, privo di supporto da parte di Microsoft.

    Il ransomware ha infatti colpito esclusivamente i sistemi Windows non aggiornati, trovando quindi nel sistema operativo XP un ottimo bersaglio. Microsoft ha quindi deciso di rilasciare nelle scorse ore una patch di sicurezza indirizzata a tutte le configurazioni di Windows XP ancora attive, sviluppata al fine di fermare la diffusione del ransomware WannaCry ed in generale ad attualizzare la sicurezza generale del sistema.

    L’azienda americana ha pubblicato sul proprio blog la notizia, dichiarando: “Oggi molti dei nostri clienti in tutto il mondo sono stati vittime del ransomware ‘WannaCrypt’. Vedere le imprese e gli individui colpiti da attacchi informatici come quelli odierni è stato doloroso. In Microsoft hanno lavorato assiduamente per proteggere tutti i nostri clienti “

    Ricordiamo che al fine di eliminare la diffusione del ransomware, la Polizia Postale raccomanda di disabilitare RDP (Remote Desktop Protocol) e di isolare le copie di sicurezza prima di avviare i computer, in quanto questo ransomware si diffonde e va a colpire anche i backup su rete locale e sulla rete in cloud.