OK Google: i comandi per utilizzarlo

OK Google diventa multilingue, e finalmente sbarca in Italia con tanto di comandi vocali. Il rovescio della medaglia è che non è così semplice utilizzarlo: dover infatti accedere alla schermata di Google Search per poter pronunciare “Okay Google” – e ricevere una risposta – non ci ha lasciati particolarmente entusiasti, senza contare che molti di noi potrebbero avere una pronuncia non proprio perfetta in inglese, con un conseguente ritardo nella sintesi vocale.

Ma siete veramente sicuri di sapere quali sono tutti gli ordini impartibili alla versione Android di Siri? Ricordiamoci infatti che nonostante non abbiamo a che fare con Jarvis, il maggiordomo virtuale di Iron Man, Ok Google è un assistente dalle capacità che, seppur limitate, sono comunque straordinarie.

Di conseguenza, vi forniremo anche tutte le istruzioni necessarie per sfruttare questa nuova e promettente feature di Google (di cui avevamo già palato qui e qui, a proposito delle funzionalità che avremmo voluto su questa piattaforma).

ok-google

Come funziona OK Google

Chi era rimasto estremamente piccato dall’apparente inutilità di Google Now prima che subentrasse l’aggiornamento, con i nuovi comandi vocali dovrà ricredersi. Le funzioni integrate hanno fatto del nostro telefono un interlocutore formidabile, che però ancora pecca di alcuni difetti, che speriamo verranno corretti con successivi aggiornamenti. Vediamo ora cosa funziona e cosa, ahimè, non funziona.

Ricerca semantica

La ricerca semantica (detta anche “Knoweledge Graph”) è il principio che sta alla base del sistema di ricerca OK Google: alle parole pronunciate dall’utente viene associato non solo il significato singolo delle stesse, ma anche il loro valore semantico (accostando un oggetto alla frase pronunciata), in modo da permettere una ricerca più rapida e veloce, ma, soprattutto, più simile al colloquio con un’intelligenza umana.

Requisiti fondamentali

  1. Una connessione rete disponibile: che sia Wifi, che sia traffico dati, l’importante è essere connessi a Interet, poichè OK Google non funziona (non ancora, perlomeno) in modalità offline.
  2. Possedere Google Play Services 5.0 (avevamo già parlato QUI delle innovazioni introdotte durante l’evento “Play Services Rocks!”) e Google Search 3.5: tutti e due sono ottenibili con l’aggiornamento distribuito sul Play Store.
  3. Scandire bene le parole: la sintesi vocale di Google Now non è ancora perfetta, e il parziale adattamento alla lingua italiana non ha cancellato i grandi margini di errore per via di un prodotto comunque ancora anglo-centrico; per cui consigliamo di pronunciare chiaramente gli ordini impartiti (senza però apparire dislessici).

NOTA: NON è necessario possedere il launcher nativo di Google Now, poichè OK Google funziona benissimo anche con quelli alternativi (quali Nova) e quelli proprietari delle varie marche (come LG, Samsung…).

Comandi disponibili

Ok-Google-Widget-450x240

Aprire siti e app con i comandi vocali

 “OK Google, apri / lancia ANGRY BIRDS STAR WARS”, probabilmente il comando più conosciuto è quello che permette di aprire le app senza dover muovere un dito, ma pronunciando “OK Google apri enjoyphoneblog.it” verrà aperto, in una pagina del browser predefinito, il nostro sito (ma può andare bene per qualsiasi altro indirizzo web).

Gestire le chiamate

“OK Google, chiama GIOVANNI”, “OK Google, scrivi SMS/email a FABRIZIO”: naturalmente con questi comandi potrete solo aprire la finestra di dialogo, per la scrittura del testo potrete usufruire della sintesi di scrittura vocale; se avete più di un “Giovanni” (per esempio) in rubrica, si aprirà una finestra di dialogo che vi permetterà di selezionare il destinatario desiderato.

Gestire app di messaggistica

Tra le app che trarranno un beneficio da Google Now sicuramente ci sono quelle di messaggistica. App come Telegram o WhatsApp possono essere utilizzate attraverso l’assistente vocale pronunciando “OK Google”, se vi aggiungete la frase “invia un messaggio su WhatsApp a Mario: sto arrivando” verrà inviato il messaggio tramite l’app Whatsapp.

Aprire Google maps

“OK Google, portami a FIRENZE”, “OK Google, mappe di CAGLIARI”: con questi due semplici comandi, potrete accedere facilmente al navigatore, oppure impostare la destinazione per una certa via o località.

Effettuare ricerche

“OK Google, CINEMA”: attraverso questo comando, sarà possibile ricercare la definizione di una determinata parola; qualora invece dicessimo “OK Google, cerca CINEMA”, Google Now individuerà (ad esempio) i cinema più vicini alla nostra posizione.

Calcolatrice/convertitore di valuta

“OK Google, 10 MOLTIPLICATO PER 13”, “OK Google, 100 DOLLARI IN EURO”: nel caso vogliate proseguire i calcoli, Google Now aprirà una finestra (per quanto riguarda la calcolatrice) di immediato utilizzo.

Domanda e risposta

“OK Google, chi è BUD SPENCER”, “OK Google, quanto è alto l’EVEREST”: sicuramente la parte più interessante ed eccitante di OK Google, basata su un sistema di Q&A che permette di raggiungere una complessità sintattica considerevole. L’unico limite è che l’informazione sia contenuta su Wikipedia, e per il resto non ci saranno problemi: l’altezza o l’età di un attore, gli attori o i registi di un film o di una serie TV, finalmente non bisognerà più ricorrere ad una lenta ricerca browser, ci penserà OK Google.

Previsioni meteo

“OK Google, che tempo fa a MILANO”, “OK Google, nevicherà domani”: sapere le previsioni nella vostra città non sarà mai stato così semplice.

Ascoltare musica

“OK Google, ascolta HIGHWAY TO HELL”: attraverso questo comando potrete passare da una canzone e l’altra all’interno del player musicale.

“OK Google, voli GENOVA – PECHINO”: Google Now vi connetterà con i principali risultati dalle compagnie aeree.

Sveglia e appuntamenti

“OK Google, imposta la sveglia alle…” “OK Google, svegliami tra…”, “OK Google, crea evento…” “OK Google, ricordami che domani devo ANDARE DAL DENTISTA ALLE CINQUE”: sono solo alcuni esempi delle possibilità disponibili; l’ultima frase può sembrare un po’ complessa, ma qualora le informazioni non fossero sufficienti, potrete completare da voi il modulo che l’app aprirà apposta.

Cosa al momento non funziona

sad_google_chrome
  • ORA – Non è infatti possibile sapere che ore sono attraverso Google Now: chiedendo “OK Google, che ora è”, non riceverete alcuna risposta.
  • DIALOGO – Google non ha ancora impostato Google Now come un’Intelligenza Artificiale alla pari di SIRI e Cortana, (rispettivamente Apple e Windows Phone), mantenendolo alla pari di un servizio, uno strumento in poche parole. Chiedere come va all’assistente vocale vi permetterà di cercare su internet l’etimologia dell’espressione, ma nulla più.

Easter egg attivabili con Ok Google

google_easter_egg
  • EASTER EGGS: Google è famosa per essere una gran burlona: provate a rivolgere all’assistente vocale i seguenti ordini, e poi… aspettate e vedrete!
  1. OK Google, do a barrel roll
  2. OK Google, tilt

Naturalmente sono solo alcuni esempi, molti altri vi attendono!

Comments

Loading…