Xiaomi Mi 4i: Recensione completa e test con opinioni [Video]

Xiaomi è una tra le società più blasonate del territorio cinese ed ogni qualvolta lancia un device gli occhi del mondo le vengo puntati addosso.

L’obiettivo della casa cinese è quello di espandere i propri confini e sembra che il mercato indiano sia il target principale. Qualche settimana fa infatti Xiaomi ha lanciato, proprio in India, il nuovo Xiaomi Mi 4i, un device dedicato sopratutto all’utenza che non cerca un flagship ma un medio di gamma, possibilmente dotato della nuova MIUI – l’interfaccia della casa – basata sull’ultima release di Android, parliamo di Lollipop 5.0.

Noi di EnjoyPhoneBlog abbiamo avuto la fortuna di metterci le mani sopra e per voi abbiamo realizzato una recensione completa. Ma scopriamo se questo device è davvero COOL sotto tutti gli aspetti!

 

Video-Recensione

 

Unboxing & Design

Lo Xiaomi Mi 4i è semplicemente una rivisitazione in “plastica” del top di gamma Xiaomi Mi4 con delle dimensioni leggermente inferiori che lo rendono piacevole da maneggiare e che si attestano a 138,1 x 69,6 x 7,8 mm.

Xiaomi Mi4i (2)

Le dimensioni e i 130 grammi di peso, distribuiti e bilanciati in maniera perfetta, permettono di utilizzare lo smartphone con una sola mano, al pari di iPhone 6 che, nonostante tutto, rimane più piccolo e più ergonomico grazie ai bordi stondati che lo caratterizzano.

La scocca è realizzata in policarbonato – molto resistente che, al tatto non lascia neppure pensare ad una plastica tradizionale – con una texture opaca. Xiaomi Mi 4i è disponibile in un’ampia varietà di colori: bianco, rosa, blu e grigio scuro. Al momento in vendita sul web si trovano solo le colorazioni nera e bianca.

Xiaomi Mi4i (6)

Nella parte frontale troviamo, di fianco alla fotocamera anteriore il LED di Notifica e, nella parte bassa, i tre classici tasti di navigazione Android che sono retroilluminati e con un restyling rivolto ad Android Lollipop.

La confezione di vendita è realizzata con la solita scatola in materiale riciclato (cartone) e all’interno troviamo una dotazione mediocre: manuale d’istruzioni, graffetta per l’estrazione dello slot della SIM, un caricatore da muro (non italiano), presa microUSB/USB e, purtroppo, nessun tipo di cuffie auricolari.

 

Specifiche Teniche

  • Display da 5 pollici fullHD (1920 x 1080 pixel) con una densità di pixel pari a 440ppi
  • Processore Qualcomm Snapdragon 615 octa-core 64 bit
  • 2 GB di RAM
  • Fotocamera posteriore da 13 megapixel con doppio flash Dual-Tone
  • Fotocamera anteriore da 5 megapixel
  • Supporto OTG, DualSIM, Bluetooth
  • Supporto alla connettività LTE senza la banda 800 MHz
  • Manca il supporto NFC
  • Sistema operativo Android Lollipop 5.0.2 personalizzato con l’interfaccia MIUI V6

 

Display & Batteria: i punti forti!

La resa e la qualità del display è uno dei punti forti di questo Xiaomi Mi 4i che, grazie ad una definizione molto buona – garantita dalla risoluzione FullHD con ben 440 ppi – riesce a garantire all’utente un’ottima esperienza visiva.

Xiaomi Mi4i (1)

La batteria da 3.120 mAh è il secondo cavallo di battaglia di questo device visto che si riesce ad arrivare tranquillamente ad un giorno di utilizzo con circa 3 ore di schermo acceso.

Tramite gli screen qui sotto potete vedere il grafico della batteria con un utilizzo medio / intenso iniziato alle 6 di mattina e terminato alle 22.

La batteria inoltre ha un gestione davvero ottimizzata perché dall’applicazione Sicurezza è possibile definire dei profili di consumo automatizzando lo smartphone in base al profilo scelto; come ad esempio disattivare il Bluetooth ad una determinata ora, attivare il WiFi se siamo a casa e molto altro. Sempre dallo stesso menù possiamo decidere che il device, sotto ad una determinata percentuale di batteria, entri nella modalità di risparmio energetico chiamata Marathon che stacca letteralmente tutto (rete dati, WiFi, Bluetooth etc.) in modo da avere la massima resa e durata del dispositivo.

 

Interfaccia

Il sistema operativo è Android nella versione 5.0.2 personalizzato dalla MIUI V6 che porta un’interfaccia molto accattivamente ed elegante, con uno stile flat molto gradevole che, tuttavia, tende ad appesantire i vari processi della UI. Con il telefono a riposo – senza nessuna applicazione in background – il consumo di RAM è fissato sempre ad 1 GB, l’altro giga di RAM a disposizione è forse troppo poco e, delle volte, provoca qualche mini rallentamento durante le fasi di gaming e nelle operazioni più complesse.

La MIUI presenta già un pacchetto completo di applicazioni che riguardano tutte le utility di prima necessità e applicazioni molto utili come: Temi (che permette di modificare icone, sfondi, barra delle notifiche e tutto lo stile generale), Sicurezza (fare una pulizia della cache, scansione dei virus, vedere i permessi delle applicazioni e molto altro), Note, Meteo, Musica, Calendario, Radio FM, Bussola, Scanner QR Code, FIle Explorer e molto altro.

All’interno delle impostazioni c’è la gestione della doppia SIM che permette di cambiare direttamente il traffico dati, messaggi e le chiamate tra una SIM e l’altra rendendo un numero principale e l’altro secondario, anche le suonerie di entrambe le SIM sono completamente personalizzabili in maniera indipendente.

Purtroppo, al momento, sullo Xiaomi Mi 4i non è presente la lingua italiana. Solamente flashando la ROM con la Global Developer – scaricabile da questo link – avremo a disposizione una versione beta con all’interno tutte le lingue.

Il Play Store ovviamente alla prima accensione è presente – visto che tale device viene venduto principalmente in India – però è in lingua inglese e, visto che tutto il telefono è settato così, anche le applicazioni che scaricherete risulteranno in inglese.

 

Storage & Multimedialità

Lo spazio di archiviazione potrebbe essere un problema visto che si attesta a soli 16 GB – il minimo indispensabile – che effettivamente, a disposizione dell’utente, restano circa 10 GB visto che il sistema operativo è molto corposo ed occupa uno spazio di circa 2,5 GB.

Sia l’audio dell’altoparlante che la fotocamera posteriore e quella anteriore si comportano egregiamente, ma quello che più stupisce è l’applicazione fotocamera della MIUI V6 che è completamente incentrata sugli swipe, infatti tramite veloci swipe (su, giù, destra e sinistra) sarà possibile accedere ai filtri, impostazioni e molto altro in maniera rapida e veloce.

La registrazione video con il sensore posteriore avviene in risoluzione fullHD con la possibilità di utilizzare il Time Laps oppure lo slow motion.

Sulla parte posteriore c’è anche la presenza del doppio flashLED che permette di scattare foto ottime anche in condizioni di poca luce con un buon bilanciamento dei colori.

Qui sotto una mini galleria in modo da rendere l’idea sulla resa di scatto della fotocamera posteriore:

 

Prestazioni

Le prestazione dello Xiaomi Mi 4i sono buone ma, tutto sommato, è un dispositivo di fascia media – vista anche la presenza di specifiche tecniche non associabili ad un top di gamma. Durante l’utilizzo quotidiano, infatti, si percepisce qualche leggero lag e tempi di caricamento leggermente più lunghi del solito.

La fluidità ed anche la pesantezza della MIUI sicuramente potranno essere riviste con un futuro aggiornamento software da parte della casa sperando anche in un’imminente implementazione dell’italiano.

L’Adreno 405 da un’esperienza grafica molto buona e dopo una prova benchmark di AnTuTu il dispositivo ha riportato un punteggio di ben 39.165 punti il che lo porta leggermente più “in basso” rispetto al fratello Mi4.

 

Pregi

  • Design ed ergonomia
  • Ottima qualità del display
  • Batteria
  • Interfaccia MIUI che è sinonimo di garanzia

Difetti

  • Processore che non convince pienamente
  • RAM che a causa della pesantezza del SO lascia libero solo 1 GB / 800 MB

Xiaomi Mi4i (3)

Prezzo

Il prezzo di mercato dello Xiaomi Mi 4i è di circa 200 euro ed è acquistabile in molti Store cinesi ma purtroppo, per noi italiani il prezzo “lievita” leggermente fino ad arrivare a circa 250 euro; noi l’abbiamo acquistato sul noto Store myeFox.it a cui potete accedere alla pagina dedicata all’acquisto tramite questo link.

Il costo non sarà il migliore sul web ma il punto di forza è sicuramente la possibilità di effettuare l’assicurazione doganale che vi permetterà di avere il rimborso completo sulle spese doganali.

In alternativa potete acquistare il device, se non avete fretta, su GearBest a questo link ad un prezzo altamente concorrenziale che si attesta intorno ai 220 euro.

Comments

Loading…