Arriva Mind4: il primo drone con Android al mondo

Un drone in grado di seguire un soggetto con un pilota automatico avanzato e con una sola telecamera riconoscere i gesti del corpo mentre riprende l’area selezionata. No, non stiamo parlando di velivolo fantascientifico neppure di un dispositivo dell’intelligence Americana: si tratta di Mind4, il primo drone al mondo basato su Android.

Il Mind4  utilizza uno speciale software per il  riconoscimento delle immagini per mantenere la rotta stabile mentre segue un qualsiasi oggetto precedentemente selezionato, sfruttando la telecamera incorporata da 720p. Il tutto è coadiuvato da un processore da 2.0 Ghz, 2GB di RAM e una batteria da 5000mAh in grado di assicurare una velocità massima di 60km/h, un raggio di circa 2km e un’autonomia dichiarata di circa 20 minuti di volo. Per quanto riguarda la connettività troviamo un modulo Bluetooth, GPS, WiFi per lo streaming dei contenuti video, accelerometro, bussola, barometro e giroscopio.

mind4-1

Sarete liberi di fare quello che volete, mentre George, il pilota automatico seguirà ogni vostra mossa per riprendervi nelle fasi salienti della vostra attività: non sarà quindi necessario dotarvi di un vostro amico che diventi esperto di pilotaggio prendendo il dovuto patentino e vi segui, col pericolo incombente che il drone possa schiantarsi.

La modalità di tracciamento viene controllata tramite un’apposita applicazione installata sul proprio dispositivo Android o iOS, toccando lo schermo per regolare la posizione del drone fino a trovare l’oggetto designato. In seguito cliccando su “Autolock” il sistema provvederà automaticamente all’inseguimento del soggetto e voi non dovrete fare più nulla.

mind4-2

E’ anche possibile inquadrare il soggetto manualmente trascinando un riquadro, che secondo gli sviluppatori è ottimo per riprendere la fauna selvatica. L’applicazione automatica funziona nella maggior parte delle condizioni ma gli sviluppatori hanno già pensato a sei diverse versioni, una per ogni ambiente: scii, surf, ciclismo, trekking, pattinaggio, e per il monitoraggio degli animai domestici.

mind4-5

La modalità auto-follow è  invece la vera rivoluzione in questo campo: potrete controllare il drone attraverso alcuni semplici gesti impartiti tramite l’occhio del Mind4, la sua fotocamera da 720p. Alzando le mani, il sistema scatterà una foto; puntando l’indice a terra George effettuerà l’atterraggio mentre agitando la mano destra il drone si avvicinerà alla vostra posizione. Queste sono le funzionalità standard presenti nel sistema, ma è possibile aggiungerne altre a seconda dei gusti così da rendere unico il vostro Mind4.

mind4-4

La presenza del software Open-source Android consente di apportare modifiche in base alla proprie preferenze, in modo da ampliarne le funzionalità. Il drone presenta inoltre un supporto per la famosa camera sportiva GoPro.

Tutte queste qualità hanno però un difetto, la società ha infatti bisogno di fondi per sostenere il progetto e far abbassare i costi di produzione per i vari componenti. I primi 100 sostenitori potranno avere il drone per soli 899$, che salgono a 999$ per i successivi 200 mentre il prezzo al pubblico sarà di circa 1149$ ( 927€ al cambio attuale, senza contare tasse e ulteriori ed eventuali spese). Le prime  unità sono attese a partire da fine 2015.

Sito ufficiale

Comments

Loading…