iPhone Hack Box, ecco un device capace di hackerare un iPhone 7

Nel settore mobile ci sono attualmente due sistemi operativi che sono ormai padroni del mercato: Android e iOS. Sono considerati entrambi due OS sicuri ma negli ultimi anni abbiamo potuto comprendere come nessuna piattaforma è totalmente sicuro. Anche l’ecosistema Apple, considerato chiuso ed estremamente protetto, può cadere nella trappola degli hacker.

Una prova di quanto appena detto proviene dal canale EverythingApplePro che ha condiviso sul suo canale YouTube ufficiale un’interessante prova. In particolare, esiste un dispositivo in grado di oltrepassare le misure di sicurezza apportate dalla società di Cupertino su iOS, installato su ogni iPhone 7 e iPhone 7 Plus. Il gadget in questione prende il nome di iPhone Hack Box è costa soltanto 500 dollari.

iPhone Hack Box iPhone 7

iPhone Hack Box: un gadget da 500 dollari che ne vale tutti!

Prendendo in considerazione le potenzialità di questo device, sicuramente il prezzo è più che ragionevole. L’iPhone Hack Box sfrutta principalmente il processo di aggiornamento di iOS ed esegue un exploit capace di aggirare l’interfaccia di blocco tramite password di 3 smartphone in contemporanea. L’exploit utilizza il brute force per provare le varie combinazioni senza attivare le protezioni presenti nell’OS.

Il canale ha rivelato anche che il gadget funziona soltanto con gli iPhone 7 e iPhone 7 Plus dotati del sistema operativo iOS dalla versione 10.3.3 fino alle prime release beta di iOS 11. Il noto blog TechCrounch ha deciso di chiedere maggiori delucidazioni direttamente ad Apple. La società di Tim Cook ha risposto sostenendo che il bug sfruttato dall’exploit sarà del tutto innocuo sulla versione finale di iOS 11.

iPhone Hack Box iPhone 7

In particolare, gli utenti di iPhone 7 e 7 Plus, che hanno almeno la beta 4 del nuovo OS, possono fare sonni tranquilli. Il piccolo dispositivo da 500 dollari è dotato di 3 porte USB ma non è capace di sbloccare i melafonino con versioni precedenti del sistema operativo mobile. La caratteristica più interessante di iPhone Hack Box, tuttavia, è che è in grado di installare la versione preferita sullo smartphone senza utilizzare una password.

Una volta che l’installazione è stata completata con successo, il gadget passerà allo sblocco vero e proprio. In base a quanto spiegato da EverythingApplePro, l’iPhone Hack Box sfrutta un loophole presente nel sistema di ripristino. Questo permette di inserire le password in un numero infinito di volte senza bloccarsi.

Nel video postato su YouTube è possibile vedere l’exploit in azione su un iPhone 7. Quest’ultimo è collegato a un MacBook Pro con Windows nella modalità DFU e connesso a un software chiamato 3uTools. Quest’ultima applicazione ha lo scopo di forzare l’aggiornamento senza richiedere la password all’utente. Dato che viene attuato un attacco brute force, è molto probabile che la password venga individuata in pochissimo tempo. Si parla di poche ore o pochi giorni.

Fonte

Comments

Loading…