Come fare il backup dei dati e app su Android senza perdere nulla [Guida]

Uno dei servizi più invidiati dai possessori di un dispositivo Android dei rivali della società con logo la mela rosicata è proprio il servizio iCloud.

ICloud ti permette di avere tutto all’interno della nuvola di Apple, come applicazioni, giochi, salvataggi oltre che ovviamente ai messaggi, rubrica, foto ed altre informazioni personali grazie a solo un’indirizzo e-mail iCloud associato ad una password.

Quindi portarsi tutto “a spasso” ed in qualsiasi posto; non ci si deve più preoccupare di eventuali danni accidentali sul proprio dispositivo perchè tutti i dati saranno sempre in salvo e trasportabili “a portata di Tap” all’interno di un’altro terminale Apple.

Tale servizio funziona veramente in modo perfetto; infatti all’accensione del nuovo dispositivo Apple basterà inserire il proprio account iCloud e lo smartphone o tablet verrà ripristinato alle impostazioni dell’ultimo backup eseguito.

Sembra quasi irreale ma la “mega nuovola” di Apple riesce addirittura a ripristinare posizione delle icone, sfondi e tutto il resto; come se non aveste mai cambiato il vostro iPhone o iPad.

Molto probabilmente tale servizio è disponibile grazie al suo sistema operativo stra-blindato che permette di avere all’interno dell’ iCloud un muro insuperabile anche se abbiamo visto, sulla pelle di attrici americane importanti, che non è proprio così visto che sono state rubate foto “intime” e di nudo e purtroppo l’accaduto non ha colpito solo una vittima.

Ci sono molti servizi su sistema operativo Android che tentano di emulare iCloud; ma tutti sono solo ottimi contenitori di documenti, foto e file come ad esempio, per citarne due, i servizi Dropbox e Google Drive.

Per Android però esiste un’applicazione Tool, davvero straordinaria che necessita dei permessi root ma riesce ad emulare il servizio di Apple. Tale App prende il nome di Titanium Backup.

LEGGI ANCHE | Le migliori app da installare dopo i permessi root [parte 1] e Le migliori app da installare dopo i permessi root [parte 2]

In questo articolo vogliamo spiegarvi le funzioni base di Titanium Backup e come utilizzarlo al meglio per ripristinare i propri dati ed applicazioni, senza perdere nulla, su un altro dispositivo.

titanium-backup-cover

Vi ricordiamo però che Titanium Backup è un potente Tool che va usato con la massima attenzione perchè un’impostazione errata potrebbe mandare fuori uso il vostro smartphone costringendovi a flashare l’intera ROM.

Di Titanium Backup esiste anche una versione PRO che al costo di 4,92 euro vi permetterà di avere libero accesso a tutte le funzionalità del software oltre che, ovviamente, a supportare gli sviluppatori.

Prima di partire se non avete Titanium Backup dovete scaricarlo ed installarlo dai seguenti link:

Titanium Backup | Download Play Store

Titanium Backup PRO | Download Play Store

 

Procedimento per effettuare il Backup

Step 1: andare nella sezione backup/ripristino e cliccare sull’icona compresa tra la lente di ingrandimento ed il menù.

titanium_backup1

Step 2: cliccare su “backup di tutte le app + dati di sistema” dopodiché cliccare sulla spunta verde. I file si salveranno nella memoria del telefono nella cartella “titanium backup”.

titanium_backup3

NB: Titanium Backup è compatibile anche con servizi Cloud Storage come Dropbox, Box e Google Drive dove avremo la possibilità tramite le impostazioni di trasferire tutta la nostra cartella dei Backup su un altro servizio. Questa operazione è consigliabile effettuarla con connessione WiFi visto che si tratta di un trasferimento dati di grandi dimensioni che potrebbe far finire il vostro traffico dati 3G / 4G.

 

Ripristino di un Backup

Step 3: Per ripristinare tutte le applicazioni e dati sul vostro nuovo dispositivo oppure se vi manca qualche dato, dovete recarvi nella schermata dello Step 1 e cliccare su “ripristina app e dati di sistema”.

titanium_backup2

Vi ricordo però che prima di ripristinare il vostro dispositivo Android dovete spostare la cartella del Backup sul vostro PC, poi una volta resettato il telefono è necessario re-inserire la cartella sullo smartphone e riavviare il dispositivo prima di effettuare il ripristino.

Se avete delle domande fatecelo sapere nel box dei commenti di questo articolo.

 

Articolo scritto e redatto da Leonardo a cui va un ringraziamento speciale da parte di EnjoyPhoneBlog.it, grazie a lui è stato possibile farvi avere questa guida

Comments

Loading…