Voci dalla rete sul nuovo malware per iOS 8.x

Voci dalla rete

I malware, a volte riescono a risvegliare la creatività della rete. Recentemente si è sparsa la voce che in rete c’era un malware destinato ai dispositivi con iOS 8.x che scaricano software da repository non ufficiali e autorizzati.

Questa infezione, secondo talune voci, forse avviene per solidarietà con i dispositivi Android che ora non sono più i soli ad essere appestati da malware e da qualsiasi altra cosa si possa immaginare tutte le volte che si connettono alla rete.

Leggi anche | Nuovo iOS Malware: Funziona su telefono non Jail-Broken e ruba contatti, foto, messaggi e tanto altro

Appena si è saputo è arrivata la crisi di panico e la notizia si è sparsa in rete come un’epidemia. Qualche blogger era arrivato persino a fare intendere che iOS 8 era infettabile a priori…Per il semplice fatto che esisteva nel dispositivo e lo faceva funzionare in qualche modo. Tralasciando i particolari, che qui non interessano più di tanto, quel malware, in realtà, si introduce nel dispositivo con l’ultima versione di iOS spacciandosi per qualcos’altro, mascherato in qualche software scaricato da repository non autorizzati da Apple o attraverso siti taroccati in vario modo.

virus-apple

Voci….

Come sempre in questi casi, ci sono state subito voci che, in un attacco di comicità hanno fatto intendere, senza avere il coraggio di dirlo apertamente, che Cydia non c’entrava nulla. Altre voci sostenevano che quel repository non aveva bisogno di farsi infettare anche da questo malware, era già abbastanza malmesso di suo e riusciva benissimo ad infettare, anche da solo, chiunque tentava di collegarsi con lui per vedere se c’è qualcosa di nuovo o che poteva tornare utile.

Da parte sua, quel malware per entrare nel dispositivo iOS aveva bisogno di fare alcune operazioni sul dispositivo autorizzate dal suo utente che, ovviamente, non si faceva problemi ad autorizzarle e molti blogger sembrano quasi gioire quando raccontavano le disavventure di questi sprovveduti.

Era il loro modo per smentire i loro complessi di inferiorità verso gli utenti iOS e la forte similitudine tra i loro amati dispositivi Android e i colabrodo.

Nessuno di loro, si premurava di invitare gli utenti iOS a fare attenzione da cosa e dove scaricavano le loro cose per non ricevere il malware premio per gli utenti migliori, più svegli e avveduti…..

Tutt’ora, l’ unica cosa che quel malware non riesce a fare al dispositivo infettato è distruggere il suo firmware rendendolo inutilizzabile e destinato a finire nel cassonetto più vicino. Non ne è ancora capace ma sono certo che imparerà, ne sono certo. Basta non avere fretta e aspettare.

Alla prossima chiacchierata.

Comments

Loading…