Smartwatches: Sharp lavora per ridurre i consumi dei display

Sharp è un’azienda che ultimamente sta lavorando duramente per stare al passo con altri colossi quali Samsung, LG, HTC ed Apple. Così questo gigante tecnologico giapponese ha presentato nel mese di agosto un device Android piuttosto interessante, non per le caratteristiche tecniche, in linea con gli altri concorrenti del settore, quanto piuttosto per il suo unico e incredibile design: uno smartphone senza cornici su 3 dei 4 lati. Il device in questione è stato chiamato Sharp Aquos Crystal e presenta uno schermo HD (1080 x 1920 pixel); ma, stando alle ultime indiscrezioni, sembrerebbe che la società nipponica stia lavorando ad un pannello 4K(4096 x 2160) per il display del nuovo smartphone nonostante l’idea di avere uno schermo così luminoso e con una risoluzione così elevata sia abbastanza folle, non solo per la durata della batteria.

Leggi anche | Sharp Aquos Crystal, lo smartphone “quasi” senza cornici

Sharp-Aquos-Crystal

Tuttavia la società ha da poco presentato un altro prodotto innovativo: non si tratta di smartphone o di un tablet quanto piuttosto di un nuovo Display per smartwatch. E’ un prototipo ridotto, da appena 1″ di diagonale, ma considerando la qualità media dei loro display vale sicuramente la pena soffermarsi un attimo.

Come funziona il prototipo?

In un display LCD RGB tradizionale ogni pixel è suddiviso in tre subpixel con un filtro Rosso, Verde, Blu: i colori sono ottenuti modificando la luminosità di ogni sezione, mentre la luce proviene da un pannello bianco posteriore. Questi particolari display sono detti a retroilluminazione o retroilluminati e sono presenti praticamente ovunque: smartphone, tablet, televisori, smartwatch, etc.

Sharp ha però modificato questa tecnologia migliorando nel contempo consumi e prestazioni. Nella parte posteriore del nuovo display è presente uno strato riflettente che permette ad ogni raggio luminoso esterno di illuminarlo: in teoria più luce è presente più il contrasto aumenta. Queste modifiche hanno moltissimi vantaggi tra cui la riduzione del consumo della batteria e l’aumentano di visibilità in condizioni di forte luce diretta. Ma allora come si potrà vedere l’orologio al buio? Il problema più complesso è infatti questo : Sharp vorrebbe mantenere la tecnologia per la visualizzazione diurna permettendo nel contempo la visione del display in completa oscurità. Vi sarebbe comunque la possibilità di introdurre un piccolo LED per la retroilluminazione da attivare in caso di buio assoluto.

Sharp-smartwatch-display-prototype

L’azienda prevede inoltre di implementare una memoria a semiconduttore con tempi di accesso rapidi per ridurre il consumo energetico del processore durante il caricamento e la visualizzazioni delle immagini, che verrebbero poi riprodotte sullo schermo utilizzando un display LCD LTPS(Low Temperature Polysilicon) da 8 colori

Infine l’azienda starebbe cercando nuovi partner a cui proporre questa tecnologia da implementare nella produzione dei loro smartwatch. Non è però trapelata alcuna notizia su eventuali accordi già stipulati, dunque non ci resta che attendere e sperare che Sharp riesca a far aumentare l’autonomia di questi dispositivi che stanno trovando in questo periodo larga diffusione.

Comments

Loading…