Beam: il proiettore compatto che farebbe la felicità di molti

Parliamone. Quante volte c’è capitato d’incappare in quei gadget tecnologici più belli da vedere – e da avere – che effettivamente utili e pratici? Senza dubbio ricorderete – vero che la ricordate? – la recensione di Hi-Led, la lampadina con speaker Bluetooth integrato.

hi-led

Bè, quella è esattamente la dimostrazione di quanto un apparecchietto tecnologico possa essere sia simpatico e carino da avere nella propria collezione personale sia poco pratico e, quasi inevitabilmente, costretto a rimanere inutilizzato, buttato in un cassetto, a causa di quei difetti progettuali – nel caso di Hi-Led la scarsa luminosità e il peso eccessivo – che lo rendono poco pratico per assolvere alle principali funzioni per il quale è stato ideato e sviluppato.

Comunque c’è da dire una cosa, non tutti i gadget tecnologici sono destinati ad avere la stessa infausta sorte del nostro speaker Bluetooth. Prendiamo ad esempio Beam, nuovo interessantissimo  progetto approdato da poco su piattaforma Kickstarter  che, oltre a farci pensare inevitabilmente   “ommiodiochefigatalovoglio!”, può, con tutta probabilità, rivelarsi effettivamente utile nella vita di tutti i giorni.

Ma di cosa stiamo parlando? Cos’è questo Beam? Bè, gentili lettori, è un proiettore, un mini proiettore che, collegandosi via AirPlay o via Miracast al vostro smartphone, permette di riprodurre su una qualunque superficie  – ma dai? Che proiettore sarebbe altrimenti? – ciò che viene visualizzato sul display del vostro telefono.

E ora forza, tutti insieme diciamo “ommiodiochefigatalovoglio!“.

Pensateci, non sarebbe carino avere a portata di mano un proiettore delle dimensioni di una comune lampada per poter visualizzare quei contenuti multimediali che di norma si fa fatica a tenere sott’occhio – specialmente se siamo nel contempo impegnati in qualcos’altro – sul piccolo display dello smartphone ? Certo che lo sarebbe.

In tutto questo c’è un “però”. Anzi, in realtà i “però” sono un paio. Innanzitutto le specifiche tecniche: 100 lumen di luminosità ed una risoluzione di 854 x 480 pixel non lo rendo sicuramente il proiettore più adatto per la visualizzazione prolungata di contenuti. Secondariamente, il prezzo: già perché il costo minimo per potersi accaparrare Beam è di ben 349$, cifra sicuramente non da poco ma che probabilmente è giustificata da fatto che per ora nessun concorrente riesce ad offrire, nelle stesse compatte dimensioni, quello che offre Beam.

In caso vi foste incuriositi vi consigliamo di fare una capatina nella pagina ufficiale del progetto, lì troverete una descrizione approfondita del proiettore e, in caso lo desideriate, potrete anche finanziare il progetto stesso in modo tale da aiutare i creatori nello sviluppo e nella realizzazione di questo piccolo ritrovato della tecnologia. Non ci rimane che lasciarvi al video di presentazione di Beam, buona visione!

Comments

Loading…