Smartphone come il primo giorno con Greenify

Gli smartphone con 2 GB di RAM appartengono ancora alla fascia medio/alta del mercato e non tutti gli utenti se li possono permettere, optando per dispositivi di fascia più economica con caratteristiche hardware più basse e quindi con un minore quantitativo di RAM, solitamente 512 MB o al massimo 1 GB. Questi terminali diventano lenti e hanno diversi freeze dopo l’installazione di poche applicazioni.

Greenify risolve questo problema andando a ibernare quelle app che mangiano RAM al cellulare.

Fino a poco tempo fa il suo utilizzo era ristretto solo a coloro che avevano il root nel cellulare, ma con l’ultima release, la 2.4, questa limitazione è stata superata, rendendo disponibile l’utilizzo della applicazione a tutti.

Purtroppo però per gli utenti non-root, non c’è la possibilità dell’ ibernazione automatica, ma ogni volta si dovranno ibernare manualmente le applicazioni avviate, per fortuna, a tale scopo ci viene incontro il widget che grazie ad un tap, iberna le applicazioni senza dover avviare ogni volta il programma.

L’utilizzo dell’app è molto semplice, all’avvio verrà mostrata la lista delle app che consumano più RAM, l’utente seleziona quelle che non vuole che rimangano attive in background e Greenify le ibernerà. Attenzione però! Ibernare un programma vuol dire anche smettere di ricevere notifiche da esso, quindi se si andranno a “greenifizzare” app come Whatsapp o Telegram, esse riceveranno i messaggi solo nel momento in cui le avvieremo e non durante il normale utilizzo del cellulare.

Questo problema, però, si può ovviare con l’acquisto del pacchetto donazione e con l’installazione del modulo xposed (quindi solo gli utenti aventi il root), i quali permettono di avere le notifiche attive anche per i programmi ibernati, tramite l’attivazione dell’opzione “GCM push per applicazione”.

Personalmente ho trovato l’app indispensabile, possiedo un xperia u con soli 512 MB di RAM e con parecchie applicazioni installate e da quando lo uso sembra veramente di avere il cellulare fluido come se fosse il primo giorno, nonostante possiedo e utilizzo applicazioni parecchio pesanti come Facebook, Messenger, Instagram, Youtube, Maps e altre app.

Il poter ibernare applicazioni che solitamente lavorano in background, permette anche di avere una maggiore durata della batteria.

In conclusione Greenify è una di quelle applicazioni da avere assolutamente (come già accennato in un precedente post) nel caso in cui abbiate un terminale con poca RAM ed è consigliata, invece, a tutte quelle persone, che nonostante cellulari prestanti, preferiscono una maggiore durata della batteria rinunciando, magari, alle notifiche di Facebook o Instagram.

[appbox googleplay com.oasisfeng.greenify]

[appbox googleplay com.oasisfeng.greenify.pro]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *