Samsung Galaxy Note 4: Snapdragon 805 vs Exynos 7

Una caratteristica distintiva di Samsung è la produzioni di differenti varianti del medesimo smartphone, infatti non capita di rado di trovare versioni che montano il chip proprietario Exynos ed altre che si appoggiano a produttori di terze parti, principalmente Qualcomm, per la realizzazione delle CPU. Questo avviene anche per il Samsung Galaxy Note 4, l’attuale top-gamma dell’azienda sud-coreana, che viene venduto negli Stati Uniti e in Europa con a bordo il Quad-core Qualcomm Snapdragon 805 mentre in Asia e America Latina è commercializzato con l’octa-core Exynos 7.

snapdragon-vs-exynos-3

Sulla carta le differenze tra i due processori sono numerose. Benché lo Snapdragon sia dotato di “soli” quattro core di elaborazione, rispetto agli otto totali dell’Exynos che possono lavorare congiuntamente ove richiesto, presenta una velocità di clock nettamente superiore. Infatti la soluzione di Qualcomm opera a 2,7GHz mentre quella di Samsung raggiunge i 1,3 GHz per i core a bassa potenza che salgono a 1,9GHz per quelli più efficienti.

Le differenze non si fermano qua. Infatti a cambiare è anche la GPU: Adreno 420 per lo Snapdragon 805 e Mali-T760 per l’Exynos 7 Octa. Entrambe sono però in grado di gestire egregiamente il display QHD(2560 x 1440) del Note 4, così come OpenGL ES 3.1 e Direct3D 11.1(librerie grafiche), ma la differente velocità di clock e di architettura delle CPU suggeriscono performance diverse nella gestione delle GPU.

Le varianti hardware del Galaxy Note 4 continuano ma per non annoiarvi in lunghe descrizioni passiamo subito a qualcosa di concreto, esaminando nel dettaglio i test benckmark dei due dispositivi. Ricordiamo che, come tutti i benckmark, non sono da prendere come “oro colato” e dunque sono solo indicativi.

L’esperimento, condotto dai colleghi di phonearena, si basa su un totale di 8 strumenti e suite per confrontare i due processori e decretare il vincitore. Nel corso del test, è stata valutata la loro potenza di calcolo mono e multi-core, la velocità di interazione con la RAM e la memoria interna, le loro prestazioni nella navigazione web e sopratutto le capacità di “rendering” grafico 2D e 3D. Per rendere la corsa al podio quanto più equa possibile, entrambi i terminali sono stati ripristinati alle impostazioni di fabbrica.

Benchmark dei processori

Una cosa è certa: entrambi i chip sono ad alta potenza. Tuttavia non è molto semplice decretare il vincitore, ma sembra che la configurazione di Samsung abbia la meglio. Sebbene AnTuTu favorisca lo Snapdragon 805, attribuendogli un punteggio più alto nella maggior parte dei test mono e multi-core, gli altri strumenti adottati per le misurazioni sembrano invece concordi nell’affermare che sarebbe l’Exynos 7 Octa a godere delle migliori prestazioni.

Benchmark grafico

Questa è la categoria che vede eccellere lo Snapdragon 805. Infatti durante il test, l’Exynos 7 Octa si è dimostrato non all’altezza del rivale, nonostante abbia totalizzato un punteggio di poco inferiore .

Benchmark RAM e Storage

La variante del Samsung Galaxy Note 4 montante il SoC di Samsung si aggiudica la medaglia, dimostrando una maggiore velocità di interazione con la memoria RAM, secondo i test effettuati. Per quanto concerne la ROM entrambi i chip sono in grado di assicurare prestazioni al Top

AnTuTu-5.3 (2)Basemark-OS-II

Benchmark web

I risultati sulla navigazione web sono contrastanti: Vellamo e HTML5 di AnTuTu attribuiscono il punteggio maggiore all’ Exynos 7 mentre lo Snapdragon 805 è più veloce secondo Basemark e SunSpider.

Riguardo i risultati dei Benchmark, qualche utente potrebbe obbiettare sostenendo che i due terminali di casa Samsung modifichino i parametri di riferimento per ottenere punteggi più elevati. Nessuno dei modelli presi in esame, come sostiene phonearena, ha dimostrato comportamenti sospetti.

Infatti un trucco adottato da Samsung, e da altri produttori di smartphone, per modificare i punteggi consiste nel tarare il processore per girare alla massima velocità quando un’applicazione, precedentemente scelta, è eseguita. Com’è possibile constatare dagli screenshot sottostanti, durante tutte le fasi, la frequenza delle CPU e la percentuale di lavoro è stata tenuta sotto controllo e non sono stati notati parametri discostanti da quelli normali.

Conclusione

Quindi qual’ è la variante più potente? In realtà entrambi i terminali sono “potenti”, a cambiare semmai è l’area in cui eccellono. Dai test effettuati, sembra che il Galaxy Note 4 con processore Snapdragon 805, grazie alle sue capacità avanzate di rendering grafico, sia più adatto al gioco, mentre la variante con l’Exynos 7 Octa, presentando una comunicazione più efficiente e veloce con la RAM e lo storage interno sia migliore nell’esecuzione e nel caricamento delle applicazioni.

Ciò nonostante possiamo concludere che Samsung ha effettuato un ottimo lavoro con entrambi i device, rendendo gli smartphone perfetti per molte attività e con poche differenze tra le prestazioni. Siate quindi liberi di scegliere il vostro Galaxy Note 4 preferito, poiché, qualsiasi sia la vostra scelta, non vi perderete molto. Sempre che riusciate a trovare entrambe le versioni hardware!

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Comments

Loading…