Jiayu S3, la Recensione Completa! 64 bit, 5,5″ FHD, 3 GB RAM e LTE a 200 € [Video]

Questo 2015 sembra essere l’anno degli smartphone con processore 64-bit, anche grazie al supporto offerto dalla nuova versione del sistema operativo Android, e sia Qualcomm che MediaTek stanno esordendo nel mercato della telefonia con dei dispositivi davvero interessanti provenienti sia dal mercato cinese che da quello europeo.

Nel territorio asiatico una società, ancora semi-sconosciuta, sta uscendo con dei device davvero interessanti: parliamo di Jiayu che, con il nuovo Jiayu S3 sembra aver fatto centro infatti presenta specifiche da urlo con un prezzo di soli 200 euro.

Noi lo abbiamo avuto sotto mano ed abbiamo voluto recensirlo per voi in questo articolo e con un video completo che trovate in fondo alla pagina.

Jiayu S3 foto2Jiayu S3 foto1

Specifiche Tecniche

  • Display LCD IPS da 5.5 pollici con risoluzione FullHD (1920 x 1080 pixel) e densità di Pixel da ben 480 PPI protetto dal vetro Gorilla Glass 2
  • Processore MediaTek MT6752 Octa-core da 1.7 GHz
  • GPU Mali-760
  • Due versioni ben distinte, una da 2 GB di RAM e l’altra da 3 GB
  • Fotocamera posteriore Sony IMX214 con doppio flashLED da 13 megapixel con apertura focale da f/2.0 e autofocus
  • Fotocamera anteriore da 5 megapixel
  • Supporto Dual-Sim, LTE / 4G, Bluetooth 4.0, GLONASS, GPS
  • Memoria interna da 16 GB espanbili tramite microSD fino a 64 GB
  • Batteria removibile da 3.000 mAh
  • Dimensioni di 152 x 75,5 x 8,9 mm
  • Peso di 147 grammi
  • Sistema operativo Android 4.4.4
  • Disponibile nei colori Bianco e Nero

 

Video Recensione Completa con Pregi e Difetti

Design & Confronto con Meizu MX4

Il Jiayu S3 ha una linea molto “standard” con una costruzione della cover posteriore in policarbonato ed i tasti laterali di bilanciamento volume ed accensione in finto alluminio che donano un contrasto piacevole.

Non manca il LED di notifica posto nella parte anteriore, tasti di navigazione touch screen retroilluminati e Speaker Audio posto sul retro.

Le dimensioni sono abbastanza generose infatti si tratta di un device che si posiziona in una categoria che è leggermente al di sotto del phablet con un’altezza di 152 mm, larghezza di 75,5 mm e uno spessore di solo 8,9 mm che rende questo terminale di facile presa e tenuta con una sola mano anche grazie alla linea arrontondata della cover posteriore.

Abbiamo anche voluto fare un confronto fotografico con il Meizu MX4, che trovate nella galleria sottostante, in modo da mostrarvi le differenze di dimensione.

Il Jaiyu S3 si presenta con lo stesso spessore dei Meizu MX4 ma le dimensioni sono leggermente più abbondandi anche dovuto al fatto che S3 monta un display di 0,2 pollici maggiore rispetto al Meizu, ma di contro quest’ultima società ha ottimizzato gli spazi e le cornici della scocca anteriore.

Interfaccia e Funzionalità

Il software del Jiayu S3 è basata su Android 4.4.4 con un’interfaccia molto pulita, quasi stock, senza nessuna applicazione “extra” installata dal produttore; ma al primo avvio ci si ritrova con un software che sembra fatto da Google.

Troviamo solo l’applicazione “Temi” che permette di personalizzare il software a proprio piacimento con un pacchetto di 7 temi che andranno a cambiare completamente l’interfaccia.

Le particolari funzionalità, come le gesture, che troviamo su questo Jiayu S3 selezionabili all’interno delle impostazioni, che contraddistinguono questo device, sono:

  • MiraVision che consente di personalizzare a proprio piacimento la qualità del display modificando il contrasto, saturazione, luminosità, temperatura e nitidezza;
  • Gesture Sensing (ovvero le Air Gesture) che come sui dispositivi Samsung permettono tramite il movimento della mano nei pressi del sensore di prossimità di effettuare delle funzioni come la visione delle notifiche, andare indietro / avanti con le foto con movimento della mano destra / sinistra, sbloccare il device passando e muovendo la mano e molto altro.
  • Smart Wake che permette di impostare degli Swipe oppure la scrittura su schermo per migliorare l’esperienza di utilizzo. Ad esempio è possibile attivare il dispositivo da bloccato con uno swipe verso l’alto, attivare la fotocamera scrivendo la C sul display, la E per il browser e molto altro.

 

Batteria e BenchMark

La batteria da 3.000 mAh porta tranquillamente a fine giornata anche con un utilizzo medio-alto del device. Secondo la mia esperienza personale con metà giornata in 3G, la restante in WiFi, e-mail, messaggi, navigazione, qualche partitina a qualche gioco, alle 11 di sera arrivavo con un buon 15% di autonomia.

Le performance di questo Jiayu S3 sono interessanti sopratutto per le specifiche da dispositivo di fascia medio – alta.

Purtroppo però è abbastanza fastidioso il solo GB di RAM sui 2 disponibili (in questo dispositivo che abbiamo noi, ma esiste anche la versione “maggiorata” da 3 GB), ed anche il mancato supporto con Android 4.4 del SoC 64-bit visto che solo con l’ultimo aggiornamento di casa Google, Android Lollipop, c’è la massima compatibilità con i processori con architettura 64 bit. Jiayu ha comunque dichiarato che l’aggiornamento a Lollipop arriverà entro breve.

Abbiamo effettuato anche un BechMark tramite AnTuTu, che potete vedere nella galleria qui sotto, ed il device ha totalizzato un punteggio abbastanza interessante di ben 41.436 che lo porta a livelli del Galaxy S5, HTC One M8 ed altri top di gamma del settore.

 

Foto, Audio e Video (Multimedialità)

Il punto forte di questo device è sicuramente il display da 5.5 pollici con risoluzione fullHD che dà un impatto incredibile sia per la visione di un video che anche per le classiche operazioni di tutti i giorni come ad esempio mandare SMS, vedere un video ed altro.

Se da una parte il video soddisfa dall’altra la resa sonora del doppio speaker posteriore delude, infatti c’è una dispersione che comporta un suono basso e sopratutto “non pulito”.

Probabile che se da una parte non c’è nessuna ottimizzazione software, dall’altra i fori posteriori della cassa sembrano troppo piccoli e quindi non permettono una fuori-uscita lineare del suono con una notevole dispersione; sembra uno degli sbagli che ha fatto Google con l’uscita del Nexus 5, dove poi ha rimediato semplicemente allargando i fori in una nuova versione.

La fotocamera principale da 13 megapixel invece si comporta discretamente con una resa molto buona dovuta anche alla presenza del doppio flashLED che permette di scattare foto anche in condizioni di scarsa luminosità o prive di luce ambientale.

Non mancano ovviamente le modalità panorama, live, foto in movimento, doppio scatto combinato sensore anteriore / posteriore, macro, filtri in tempo reale e molto altro.

Potete vedere qualche Sample Fotografico nella mini galleria a griglia qui sotto:

Durante le chiamate la voce proveniente dall’altoparlante dedicato arriva chiara e pulita anche se distorta molto smesso quando si ascoltano toni alti o con “confusione”; mentre il microfono, a detta dell’interlocutore, funziona perfettamente.

Insomma la “parte chiamate” ricezione e invio del suono, non è delle migliori ma si difende bene.

 

Conclusioni

I punti a favore sono sicuramente il display con la sua risoluzione, la fotocamera posteriore Sony e quella anteriore da 5 megapixel che anche se non al top si difendono discretamente.

Interessante il supporto alla connettività LTE ormai quasi obbligatorio sull’acquisto di un nuovo smartphone.

I punti negativi sono l’audio, davvero basso, e la RAM che ti lascia sempre liberi meno di 1 GB (sulla versione da 2 GB), cosa un pò strana vista l’interfaccia del terminale ridotta ai minimi termini.

Si spera anche che la società cinese lanci presto un aggiornamento ad Android Lollipop per il supporto al 64 bit in modo da sfruttare appieno le potenzialità del processore MediaTek altrimenti un consiglio che vi do è quello di flashare il dispositivo e montare una ROM alternativa che supporto il 64 bit.

JiayuS3 foto3

Concludo con il dire che questo Jiayu S3 vale tutti i soldi spesi, infatti parliamo di un costo di soli 200 euro!

Leggi anche | Jiayu S3, finalmente disponibile all’acquisto (coupon sconto)

Ora io non so sinceramente quanto costi produrlo alla casa cinese ma con queste specifiche in commercio si trovano dispositivi da 400 euro e più quindi, è incredibile il rapporto qualità – prezzo di questo device.

Comments

Loading…