Huawei: si restringono i margini operativi nel segmento smartphone

Huawei ha registrato un aumento del 40 per cento nei ricavi nel primo semestre del 2016 grazie soprattutto alle ultime novità relative agli smartphone che hanno aiutato il  più grande produttore cinese di apparecchiature per le telecomunicazioni a crescere nonostante un evidente rallentamento della domanda globale. Ma mentre i ricavi  sono saliti,  del 30 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, il margine operativo di Huawei si è ridotto dal 18 per cento al 12 per cento , così come comunicato dalla società asiatica lo scorso lunedì. 

Ecco cosa pensano gli analisti della situazione di Huawei

Alcuni analisti hanno ipotizzato che proprio il lancio di tante novità nel mondo degli smartphone potrebbe pesare sui profitti. Leping Huang , analista di Nomura , ha detto che i margini più bassi potrebbero essere attribuiti proprio ad una crescita esponenziale del peso di Huawei sul mercato degli smartphone.  Questo in quanto secondo il noto analista, in genere , nel business degli  smartphone i margini sono molto più bassi rispetto alle altre apparecchiature di telecomunicazione. Tuttavia , Lucky Zhong , che rappresenta iResearch , una società di consulenza con sede a Pechino , ha detto che “è perfettamente naturale per un produttore di telefoni con un fatturato in aumento di vedere un calo dei margini operativi “.

Egli ha aggiunto che il 12 per cento è un risultato “non troppo negativo” , notando che la maggior parte dei produttori di smartphone cinesi hanno margini del 10 per cento o meno . Sabrina Meng , direttore finanziario di Huawei , ha predetto che le forti vendite sarebbero continuate per tutto l’anno : “Siamo sicuri che Huawei manterrà il suo attuale slancio , completando l’intero anno in una posizione finanziaria positiva grazie alle valide operazioni in corso. Ricordiamo anche che Huawei a lungo conosciuto per le infrastrutture di telecomunicazione , come cavi, router e switch più che per dispositivi consumer , ha iniziato a vendere telefoni cellulari a basso costo a partire dal 2003. La società di Shenzhen adesso compete per il dominio globale del mercato delle apparecchiature di telecomunicazione con la svedese Ericsson , che la scorsa settimana ha presentato risultati deludenti e lunedì ha spodestato il suo amministratore delegato Hans Vestberg .

L’anno scorso grazie alla grande scommessa  di inserirsi nella fascia alta degli smartphone con il proprio marchio ha cominciato a pagare per Huawei. Basti pensare che le vendite sono aumentate del 44% con 108 milioni di unità vendute.  Ultimamente alcuni dirigenti cinesi si sono lasciati andare a dichiarazioni audaci. Questi prevedono di superare entro 5 anni Apple e Samsung, nella classifica dei maggiori produttori di smartphone.  Lunedì, Huawei ha detto che le vendite di smartphone e altri dispositivi sono cresciute costantemente nella prima metà dell’anno, rendendo l’azienda il brand smartphone più diffuso in quasi 30 paesi. La società rilascerà i numeri di vendita per i suoi smartphone e altri dispositivi  nei prossimi giorni. 

Comments

Loading…