Apple in Russia ci riprova. Lo store riapre con prezzi folli

Apple in Russia apre nuovamente il proprio Store dopo la chiusura forzata delle ultime settimane. Il motivo era far fronte alla forte crisi del Rublo in caduta costante, attualmente i prezzi sono stati rialzati follemente (se paragonati a quelli dei paesi zona euro).

La settimana scorsa, vi avevamo aggiornato sul fatto che Apple aveva totalmente fermato le vendite online nel suo store Russo e che ovviamente la principale causa era imputabile al collasso del rublo. Si capisce quindi che la mossa di Apple è più che legittimata, in quanto acquistare in Russia un iPhone 6 o qualunque altro prodotto Apple, significava nel cambio Rublo-Dollaro, non solo un guadagno sproporzionato per l’utente ma ovviamente, anche una netta perdita di liquidità da parte di Apple. Secondo alcune stime portarsi a casa il gioiellino della mela costava poco più di 380 euro.

112_7_3_94838441

Per poter tener aperto il proprio store, la casa di Cupertino avrebbe dovuto rivedere i propri prezzi in continuazione per poter continuare a mantenere i margini di profitto, ecco la decisione di bloccare totalmente le vendite online fino a pochi giorni fa.

Oggi infatti, Apple ha riaperto il suo negozio online, con prezzi ovviamente ritoccati al rialzo. Ora potrete acquistare un iPhone 6 16GB con un 35%di sovraprezzo sul prezzo “classico”. Il telefono è disponibile infatti per 53.990 rubli (un salario medio in russia) che sono all’incirca 956 Dollari.

Per Apple questi prezzi fuori mercato non fanno che nuocere ai propri profitti, ma pur di mantenere aperto lo store online, si sta valutando l’opzione di portarli progressivamente ad aumentare seguendo il costante calo della valuta Russa. E’ senz’altro un momento di crisi per tutta l’economia Russa, che vedrà non solo la casa di Cupertino ma anche tante altre grandi aziende aumentare i propri prezzi in maniera folle pur di mantenere un minimo di vendite e profitti.

239017-big

Per sostenere una moneta in crollo totale, la Banca Centrale Russa ha aumentato il tasso di riferimento di 6,5 punti percentuali la settimana scorsa. Dal 2014 il rublo è diminuito fino a sfiorare il folle tasso del 70% sul dollaro. Per capire quanto la situazione sia grave basti sapere che con l’inizio del 2014 con un dollaro si potevano acquistare 32,9 rubli. Attualmente ogni dollaro “compra” 54 rubli.

Comments

Loading…