Apple in collaborazione con Corning per un display che suona?

Il futuro è già qui ed Apple lo vuole fare suo!

apple corning

La scorsa estate Apple ha registrato un brevetto per dei display flessibili con una funzionalità mai vista prima, ad esempio i nuovi device potranno essere dotati di componenti come bottoni, microfoni, altoparlanti, attuatori piezoelettrici (per ricevere input elettrici da un utente o di un feedback tattile) o altri attuatori, come la vibrazione, sensori di pressione e altri componenti. Questi componenti possono essere montati sotto il display flessibile.

Una delle proprietà di questo brevetto potrebbe consentire, ad un futuristico iTV o semplicemente al nuovo iPhone o qualsiasi altro prodotto della galassia Apple di funzionare come un vero e proprio speaker. L’audio passerebbe semplicemente attraverso lo schermo tramite un’invisibile griglia “incastonata” nel vetro. Con questa nuova tecnologia non ci sarà più bisogno di costruire/progettare griglie e altoparlanti sui dispositivi, anche dal punto di vista del design sarebbe una novità.

Per quanto folle sia questo display scopriamo che la Corning ha già un prototipo di questo tipo di display nei loro laboratori. Quindi ci aspettiamo una collaborazione tra Apple e la Corning per un nuovo Gorilla Glass “parlante”.

La collaborazione tra Apple e Corning risale già al lontano 1997. Forse non tutti lo sanno, ma il piano originale per il primo iPhone prevedeva uno schermo in plastica, ma Steve Jobs decise che il vetro era più elegante. Quindi si rivolse alla Corning, Leader nel settore del vetro dal 1851, per trovare un vetro “very strong”.

La storia è ben raccontata nella biografia ufficiale di Steve Jobs scritta da Walter Isaacson alla pagina 470-472 sottotitolato Gorilla Glass.

Secondo il MIT Technology Review, i ricercatori di Corning hanno scoperto che il Gorilla Glass ha anche utili proprietà acustiche, infatti il modo in cui vibra è diverso dal tradizionale vetro che smorza le onde sonore, allo stesso tempo hanno dimostrato che queste proprietà acustiche possono essere sfruttate per amplificare il suono, anziché bloccarlo.

Kevin Bullis del MIT Technology Review dichiara:

Ho visto questo prototipo in uno dei laboratori di Corning. Un filo nel display si connette a un piccolo attuatore che fa vibrare il vetro per produrre onde sonore. Le onde si propagano attraverso il vetro, possono essere controllate con maggior precisione a differenza del vetro normale, consentendo una riproduzione audio superiore e di qualità.

Secondo quanto riferito Corning sta anche lavorando ad un nuovo display con proprietà chimiche che permetteranno di segnalare la presenza nell’aria di gas Sarin (arma di distruzione di massa) o determinati agenti patogeni nell’acqua, basterà una goccia sul display per analizzarla e poterla bere in tranquillità.

Comments

Loading…