Nokia: pianificato il ritorno nel mondo degli smartphone?

Nokia, celebre società finlandese che ha fatto la storia della telefonia mobile negli anni 90, avrebbe intenzione di tornare nel settore con due nuovi smartphone che arriveranno entro la fine di questo anno. Nokia per molto tempo arrivò ad avere un fatturato superiore di due volte al Pil della Finlandia riuscendo a detenere il 40% del mercato globale della telefonia mobile. Purtroppo però la celebre azienda europea non riuscì a rimanere al passo coi tempi ed è stata schiacciata con l’arrivo degli smartphone da aziende quali Apple, Samsung e adesso anche le cinesi.  Il crollo di di Nokia è stato drammatico, anche per gli standard tech. La sua incapacità di tenere il passo con il ritmo che i cambiamenti del settore hanno imposto e che indubbiamente esplose con il lancio del primo iPhone nel 2007, ha fatto sì che l’azienda alla fine ha venduto la sua unità mobile e  tutti i suoi dispositivi a Microsoft nel mese di aprile  del 2014. Oggi, Nokia vale poco più di un decimo di quello che valeva all’inizio del millennio.

Ma 16 anni dopo quei giorni inebrianti, No ancora una volta ha l’ambizione di dominare il mercato della telefonia mobile. La scorsa settimana, le voci emerse da uno specialista di Nokia su un blog, parlano di due nuovi  smartphone Android previsti entro la fine dell’anno. Secondo indiscrezioni, i telefoni saranno dotati di un  di un ottimo design da smartphone di categoria premium e dunque saranno di metallo. Questi inoltre avranno lo stile tipico di Nokia, e molto probabilmente saranno pensati per fare serrata concorrenza a concorrenti del calibro di Apple e Samsung in cima alla categoria degli smartphone . Nel mese di maggio, Nokia ha annunciato un accordo di licenza di 10 anni in esclusiva con HMD global per creare una nuova generazione di smartphone Nokia e anche di tablet. Allo stesso tempo, HMD global ha anche acquisito il ramo FeaturePhone ex Nokia da Microsoft per $ 350 milioni di dollari, con lo scopo di fornire  le strutture necessarie per costruire gli smartphone Nokia del futuro.

Come parte della transazione, HMD global ha accesso a gran parte del portafoglio della società finlandese, per quello che concerne le numerose proprietà intellettuali, come ad esempio i brevetti e le competenze di design. Secondo Ian Fogg, analista di IHS cellular tecnology, l’obiettivo è quello di creare una propria linea perfettamente distingubile che possa in breve tempo consentire a Nokia un ritorno nel segmento ad alti livelli. Se le cose dovessero andare per il verso giusto dunque il marchio Nokia avrebbe solo da guadagnare da questa collaborazione che potrebbe realmente riportarla tra le aziende che contano nel mondo degli smartphone. Questo approccio a basso rischio può vedere  quindi un brand reinventato per essere ancora una volta un leader mondiale nel mercato della telefonia mobile. Ma qualora le cose dovessero andare ancora una volta male potrebbe essere un ulteriore peggioramento  della reputazione della società dal passato glorioso.

Comments

Loading…