Come liberare spazio su iPhone aumentando la memoria

Chi compra un iPhone o un qualsiasi dispositivo mobile di casa Apple, deve quotidianamente affrontare un problema che fin dall’inizio ha sempre colpito tali dispositivi: la durata della batteria. Coloro che vogliono avere un iPhone, ma non hanno abbastanza fondi per poter comprare un modello più capiente, sono costretti ad acquistare il modello da 16GB. Ed è proprio acquistando questo modello che si presenta un ulteriore problema: la memoria interna. Di come aumentare la durata della batteria ve ne avevamo già parlato in un articolo dedicato.

Leggi anche | Come aumentare la durata della batteria su iOS 8 – iPhone, trucchi e consigli

Dopo la recente class action contro Apple, accusata del fatto che non informare gli utenti di quanto spazio occupino gli aggiornamenti di iOS 8 e, che questi “mangino” troppa memoria soprattutto nei dispositivi da 16 GB, Apple ha in parte risolto tale problema con il rilascio di iOS 8.1.3. Grazie a questo aggiornamento lo spazio occupato dal sistema operativo si è ridotto anche se non in modo sensibile.

Leggi anche | Class Action contro Apple, iOS 8 occupa troppo spazio

Andiamo a vedere adesso come liberare spazio sul nostro dispositivo, aumentandone la memoria.

  • Che tipo di aggiornamento eseguire?

Ogni volta che viene rilasciato un update di iOS, siamo tutti portati ad effettuare l’aggiornamento via OTA. Quelli che in pochi forse sanno, è che questo tipo di aggiornamento è sì molto più veloce, ma occupa anche molto più spazio dell’aggiornamento via iTunes. Perché? Semplice, l’aggiornamento via OTA, viene scaricato direttamente sul dispositivo, andandosi ad integrare al sistema già presente, mentre nell’aggiornamento via iTunes, l’update viene prima di tutto scaricato sul PC e, seconda cosa, la nuova versione del sistema operativo verrà installata completamente da zero. Quindi quello che vi consiglio, è di prediligere sempre l’aggiornamento via iTunes anche se molto più lento rispetto a quello via OTA.

  • Utilizzare servizi Cloud

Buona parte della memoria del nostro dispositivo, è occupata oltre che dalle app e dai relativi file connessi ad esse, anche da foto e video che quotidianamente scattiamo o registriamo. Quello che però non facciamo quotidianamente, è guardarle. Perché quindi non spostarle sul PC o magari su dei servizi cloud come iCloud, Google Drive, Dropbox o OneDrive recuperando così gran parte della memoria? Per spostare le nostre foto o video su Dropbox ad esempio, dovremo aprire l’app e recarci nelle impostazioni. Una volta aperte le impostazioni non dovremo fare altro che andare in “Caricamenti da fotocamera” e attivare l’opzione. Appena attivata, tutte le vostre foto e i vostri video verranno automaticamente sincronizzati sul cloud, e potrete poi eliminarli dal vostro dispositivo.

  • Pulire la cache di Safari

Se non regolarmente svuotata, la cache di Safari può occupare molto spazio. Andiamo a vedere come svuotarla. La prima cosa da fare è recarci nelle impostazioni. Successivamente andiamo in Safari e scorrendo verso il basso troviamo l’opzione “Cancella dati siti web e cronologia”; premiamoci sopra e poi su “Cancella dati e cronologia”. Facendo così cancelleremo tutti i dati memorizzati nella cache di Safari, recuperando dello spazio sulla memoria.

Cache Safari

  • Eliminare le app inutili

A volte capita che installiamo delle applicazioni ma che poi non usiamo mai. Perchè quindi tenere queste app sul nostro dispositivo? Non c’è nessun motivo, quindi eliminiamole in modo da recuperare buona parte della memoria.

  • Utilizzare un software come PhoneClean o l’app iCleaner

Come tutti sappiamo iOS è un sistema chiuso e di conseguenza non possiamo eliminare la cache di tutte le app, come succede su Android. A questo problema si può ovviare utilizzando un software come PhoneClean, disponibile sia per Windows che per Mac OS X oppure, iCleaner che possiamo utilizzare solo se abbiamo un dispositivo Jailbroken. Il problema di PhoneClean è che si tratta di un software a pagamento che, nella versione free ci permette soltanto di effettuare una scansione in modo da capire quando spazio potremmo liberare eliminando le cache delle app. Il software è molto semplice da usare, basterà infatti collegare semplicemente l’iPhone (non occorre che sia Jailbroken) al PC o al Mac e avviare una scansione delle app. Fatto ciò potremo avviare la pulizia. Se volete provare PhoneClean vi basterà andare sul sito ufficiale cliccando qui. Se invece possedete un dispositivo jailbroken, vi basterà scaricare gratuitamente dalla repository di BigBoss l’app iCleaner che vi permetterà di: eliminare la cache di Safari, eliminare i dati delle app, eliminare file log e crash reports e tanto altro.

iCleaner-PhoneClean

Questi in conclusione sono i consigli che vi diamo per recuperare un po’ di spazio sui nostri dispositivi più “piccoli”. Seguendoli non vi assicuriamo che recupererete moltissima memoria, ma almeno 1/2 GB che soprattutto su questi dispositivi fanno la differenza. In conclusione vi ricordiamo che né io né lo staff di EnjoyPhone Blog.it ci assumiamo la responsabilità di eventuali problemi arrecati ai vostri dispositivi utilizzando le applicazioni sopra indicate.

Comments

Loading…