Xiaomi: imminente debutto negli Usa grazie a Microsoft

Secondo gli ultimi rapporti, Xiaomi ha acquistato circa 1500 brevetti da Microsoft, produttore del sistema operativo Windows. In aggiunta a questo,  d’ora in ora in poi le applicazioni Microsoft troveranno spazio su tutti i dispositivi mobili Xiaomi. Queste applicazioni comprendono Skype, Word, Outlook ed Excel e tante altre  App offerte normalmente da Microsoft. In sostanza, questo accordo rende felici entrambi le aziende. Infatti Microsoft è felice di mettere a disposizione le proprie applicazioni ad una platea più vasta di utenti ed in particolare nei mercati in cui probabilmente ha una portata più piccola attualmente,  mentre Xiaomi è contenta del fatto che ora ha la proprietà intellettuale  di cui aveva bisogno per entrare in maniera più decisa nel mercato occidentale.

Al momento, non ci sono dettagli specifici disponibili per quanto riguarda i brevetti che Microsoft ha venduto a Xiaomi. In realtà, il creatore del sistema operativo Windows ha volumi di proprietà intellettuale che hanno un valore di miliardi di dollari, con tecnologie mobili tra di loro. Microsoft sta attualmente facendo una fortuna grazie ai brevetti di sua proprietà, alcuni rapporti sostengono che l’azienda ha fatto fino a $ 2 miliardi nel 2013 proprio da royalties pagate da Android OEM. Fino a questo momento, non è stata determinata la quantità di denaro che Xiaomi ha speso per acquisire i 1500 brevetti da Microsoft. Allo stesso tempo, non si sa quale importo la società di tecnologia di Redmond otterrà da questo affare.

Microsoft è probabilmente consapevole del fatto che il mondo mobile non è facile da conquistare. Basti pensare che  nonostante l’introduzione di Windows 10 già da alcuni mesi nei dispositivi mobili, al momento sono molto pochi gli smartphone basati su questo sistema operativo. Di conseguenza, Microsoft si sta trasformando per la parte software al fine di ottenere il massimo dal crescente mercato mobile. Con le sue applicazioni Office e altre importanti come Skype, la società otterrà sempre un numero enorme di clienti da Xiaomi.I rapporti indicano che Microsoft ha già più di 23 milioni di persone che utilizzano la sua piattaforma di Office 365 e ognuno di loro paga circa $ 10 al mese per il pacchetto software della società. Ora che queste applicazioni stanno raggiungendo un nuovo mercato più, è facile ipotizzare che adesso Microsoft  possa tra le altre cose aumentare il numero delle sottoscrizioni di coloro che  utilizzandola piattaforma Office 365, tra gli altri.

D’altra parte, Xiaomi sarà in una posizione migliore per iniziare a vendere suoi cellulari negli Stati Uniti, soprattutto ora che i suoi telefoni sono limitati solo ad alcuni mercati di tutto il mondo. Se Xiaomi entra con successo nel mercato statunitense, questo potrebbe portare tempi duri per Apple in quanto Samsung sta già intaccando il suo mercato iPhone e un altra spallata potrebbe dunque arrivare dalla Cina. Xiaomi non ha chiarito come intende entrare nel mercato occidentale, ma ora che ha raggiunto un accordo con Microsoft, questo potrebbe essere solo l’inizio di una nuova strada per  raggiungere i mercati vicini a quello degli Stati Uniti.

Comments

Loading…