Smartphone: ecco come proteggerlo da sole, acqua o sabbia

La stagione che vede gli smartphone soffrire maggiormente, è sicuramente quella estiva che stiamo vivendo attualmente. Infatti, il sole, l’acqua e la salsedine sono tutti elementi che possono danneggiare in maniera piuttosto importante i nostri preziosi dispositivi e ci riferiamo anche a quelli che in teoria essendo impermeabili non dovrebbero risentire di tali problemi ma che invece ne risentono eccome. Ecco allora che diventa importante seguire alcuni semplici consigli che vi permetteranno di allungare la vita al vostro smartphone ed evitare spiacevoli sorprese. Innanzi tutto visto il caldo di questo periodo conviene evitare di vestire il proprio telefono con le custodie cosiddette a ‘calzetta’ che finiscono per surriscaldare ulteriormente il dispositivo già messo a dura prova dalla temperatura elevata del periodo, poi conviene anche evitare la ricarica diurna che finisce per surriscaldare ulteriormente il telefono che invece mai come in questo periodo va caricato la notte.

Attenzione ai granelli di sabbia, nemici mortali del vostro smartphone

Aldilà del Sole, sicuramente uno dei maggiori nemici per ogni smartphone che si rispetti sono i granelli di sabbia. Questo è un problema che riguarda principalmente chi si trova presso uno stabilimento balneare. In tali casi il consiglio è quello di tenere lo smartphone in una custodia che lo tenga ben distante dalla sabbia, che può causare gravi problemi al vostro device, soprattutto nei casi in cui si tratti di una sabbia dai granelli microscopici che molto facilmente si insinua negli ingranaggi dello smartphone. Proprio per questo motivo occorre anche lavarsi molto bene le mani onde evitare che tali granelli possano finire tra i tasti del dispositivo. 

Ecco invece cosa fare nel caso si bagni

Infine nel caso in cui dovesse avere la sfortuna di bagnare il vostro smartphone che non sia impermeabile, vi ricordiamo che è estremamente importante evitare di accenderlo e di rimuovere, se possibile, la batteria e la scheda SIM. Diventa molto importante in questo caso mettere lo smartphone per diversi giorni in una vaschetta di riso sostituendolo ogni 6 o 7 ore, in modo che l’amido contenuto nei chicchi di riso assorba tutta l’umidità. Altra possibilità di cui ci si può avvalere in questi casi è quella di avvolgere lo smartphone in un asciugamano mettendolo sopra o vicino a una fonte di calore. Questi sono i primi e più semplici consigli da seguire in tutti i casi in cui il vostro smartphone dovesse subire qualche danno da sole, sabbia e acqua.

 

 

 

Comments

Loading…