Samsung, Huawei e Oppo trainano il settore degli smartphone

Nel secondo trimestre del 2016 le vendite di smartphone  a livello globale sono state pari a 344 milioni di unità. Si è trattato di un aumento del 4% rispetto allo stesso periodo del 2015, così come ha confermato Gartner, che per chi non lo sapesse è una delle più note società di ricerche di mercato. Nel complesso, solo cinque produttori di smartphone Nella top 10 ha mostrato una crescita rilevante. Questi sono stati quattro produttori cinesi – Huawei , Oppo , Xiaomi e BBK e il gigante sudcoreano Samsung. È interessante notare che, BBK che tra i vari marchi che possiede è proprietaria anche del brand Vivo  noto marchio  di smartphone cinese. Nel secondo trimestre del 2016, Samsung ha avuto quasi il 10% in più di quota di mercato rispetto ad Apple che ha continuato la sua tendenza al ribasso con un calo del 7,7%. 

In calo le vendite di Apple, bene invece Samsung, Huawei e Oppo

Le vendite di Apple sono rimaste più o meno stabili in Nord America e in Europa occidentale. Tuttavia, queste sono calate molto  in Cina e in tutta la zona Asia-Pacifico, regioni in cui le vendite dei celebri melafonini sono diminuite in misura pari al 2%. “La domanda per gli smartphone premium  ha rallentato nel secondo trimestre del 2016 in quanto i consumatori aspettano il nuovo hardware che verrà  lanciato nella seconda metà dell’anno”, ha detto Anshul Gupta, Research Director di Gartner, in un comunicato che sta facendo molto discutere in queste ore appassionati e addetti ai lavori. Tra le prime 5 aziende produttrici di smartphone al mondo, Oppo indubbiamente è quello che ha esposto la più alta crescita nel secondo trimestre del 2016, pari al 129%.

I cellulari tradizionali segnano il passo: in calo del 14%

 Inoltre,  altra cosa che ha fatto molto clamore in queste ore nel settore, è stato certamente il crollo delle vendite dei cosiddetti feature phone, i quali sono calati in misura pari al 14%.Tutti i mercati maturi, eccetto il Giappone hanno dunque visto il rallentamento piuttosto evidente della domanda per  quanto concerne il settore degli smartphone che portano a un calo delle vendite del 4,9%. Al contrario, tutte le regioni emergenti, eccetto l’America Latina, hanno visto una crescita che ha portato le vendite di smartphone ad uno scoppiettante + 9,9%,  cosi come riferisce sempre la solita Gartner. Da un punto di vista globale comunque il mercato nel suo insieme cresce del 4,3% grazie in particolar modo agli exploit di Samsung, che grazie ai nuovi modelli ha ottenuto in poche parole, un vero e proprio exploit, passando da 72 a 76,7 milioni di unità vendute, con un incremento delle quote di mercato. Questo comporta che attualmente la multinazionale sudcoreana detiene il 22,3% del mercato.

Samsung Apple
Samsung incrementa il vantaggio su Apple

Insomma dei risultati che fanno molto riflettere appassionati e addetti ai lavori e che mostrano una situazione che rispetto a qualche anno fa risulta totalmente rivoluzionata, con i coreani leader di settore e gli americani di Cupertino costretti ad inseguire ed in affanno. Da questo punto di vista grande importanza avrà l’arrivo sul mercato del nuovo iPhone 7, che potrebbe regalare nuovo smalto alla multinazionale californiana dopo che l’ultimo anno non si è dimostrato particolarmente esaltante al contrario del colosso sud coreano che da qualche tempo a questa parte non ne sbaglia più una come dimostrano gli ultimi top di gamma che hanno fatto molto bene.

In primis ci riferiamo al Galaxy S7 Edge risultato come lo smartphone più venduto, tanto che sono davvero elevate le probabilità che la gamma Galaxy S in futuro possa vedere solo modelli con lo schermo curvo. Da questo punto di vista molto dipenderà dal successo commerciale che potrà avere il nuovo Galaxy Note 7 che da oggi è disponibile in 10 paesi tra cui gli Stati Uniti e che in Italia arriverà nei negozi a partire dal prossimo 2 settembre 2016.

 

Comments

Loading…