Qualcomm firma storico accordo per licenza di alcuni brevetti con Oppo

Qualcomm ha detto lunedì scorso che ha raggiunto un accordo  con Oppo Mobile Telecommunications, il quarto più grande produttore di smartphone a livello globale nel secondo trimestre, per la licenza di alcuni brevetti. La mossa mette in evidenza gli sforzi continui di Qualcomm per migliorare le collezioni di brevetti free in Cina, che sono stati un vero e proprio cruccio per l’azienda anche dopo insediamento dello scorso anno nel paese cinese con il regolatore anti-monopolio della nazione.”Oppo si unisce più di 100 altre società cinesi che hanno firmato accordi di licenza con Qualcomm che siano coerenti con i termini del piano di rettifica presentato da Qualcomm per lo sviluppo e la riforma della Commissione”, ha detto Alex Rogers, vice presidente senior di Qualcomm Technology Licensing, in una dichiarazione.

Migliorare la raccolta di licenze tecnologiche in Cina è importante per il chip per cellulari produttore di San Diego. Mentre i diritti di brevetto costituiscono circa un terzo delle entrate di Qualcomm, che rappresentano circa tre quarti del suo profitto annuale. Oppo era stato il più grande produttore di telefoni ad essere senza questa licenza prima di questo nuovo accordo. Questa azienda ha registrato più del 130 per cento di crescita delle vendite di smartphone nel secondo trimestre, la spedizione di 23 milioni di dispositivi in tutto il mondo, secondo quanto constatato dalla società di ricerca International Data Corp.

Qualcomm ha ora firmato licenze di brevetto con sette dei primi 10 produttori di telefoni cinesi, tra cui marchi ben noti  come Huawei, ZTE, Lenovo e Xiaomi. Le offerte sono venute dopo che Qualcomm ha pagato una multa $ 975.000.000 e ha cambiato le sue tariffe di licenza per i telefoni venduti in Cina per risolvere la grana anti-monopolio. I recenti progressi della società in licenza di tecnologia hanno incrementato i propri risultati finanziari nel trimestre più recente, battendo quelle che erano le stime di Wall Street. Qualcomm ha anche ipotizzato conti  migliori del previsto per il trimestre in corso.

Diversi meno noti produttori di telefoni cinesi rimangono però senza licenza. Essi comprendono Meizu, Gionee, Wiko e Vivo, secondo Cowen and Co. Vivo è stato il quinto più grande venditore di smartphone a livello globale nel secondo trimestre in base ai dati IDC. Il mese scorso, Qualcomm ha presentato un’azione legale contro Meizu in un tribunale di Pechino per l’ uso dei brevetti di Qualcomm senza licenza. Il caso potrebbe fare ‘giurisprudenza’ per le imprese straniere che cercano licenze per la tecnologia in Cina.

La crescita di Oppo è stata alimentata in piccole città cinesi fino ad oggi, ma l’azienda ha l’ambizione di entrare nel mercato degli smartphone di fascia alta, così come espandersi in paesi emergenti come l’India e l’Indonesia, secondo IDC.”Questo accordo di licenza ci permetterà di avere accesso alle tecnologie più avanzate nel settore della telefonia mobile e ci permette di realizzare dispositivi eleganti, garantendo una straordinaria esperienza per i consumatori”, ha detto Adler Feng, direttore della proprietà intellettuale per Oppo, in un comunicato.

Comments

Loading…