iPhone 7 avrà scanner dell’iride!

In data 2 agosto 2016, come ben saprete la casa produttrice Samsung ha ufficialmente svelato al mondo il suo nuovo e potentissimo phablet Galaxy Note di settima generazione che porta con se uno scanner dell’iride per la verifica dell’identità. Questo nuovo sensore biometrico introdotto a bordo del nuovo top di gamma del produttore coreano non è di certo una novità nel mondo della tecnologia, ma risulta a tutti gli effetti una novità nel mondo degli smartphone equipaggiati del sistema operativo Android, essendo il primo androide ad essere dotato di uno scanner dell’occhio.

Fino a questo momento sappiamo più o meno come funzionerà lo scanner dell’iride di Samsung e sopratutto quali saranno i suoi limiti, ma sembra che il Note di settima generazione non resterà per tantissimo tempo l’unico telefono con tale tecnologia. Stando a quanto rivelato dai colleghi del sito Digitimes, diverse aziende di smartphone adotteranno uno scanner dell’iride in almeno uno dei nuovi dispositivi attesi nei prossimi anni sul mercato.

iPhone 9

Da quanto si apprende, la casa produttrice Apple molto probabilmente introdurrà nel 2018 lo scanner dell’iride a bordo dell‘iPhone 9. La Mela Morsicata tuttavia potrebbe essere di gran lunga preceduta da note aziende cinesi tra cui troviamo:  Xiaomi, Leeco, e 360 Qiku, che pare stiano già sviluppando telefoni con scanner dell’iride.

“I produttori di smartphone si stanno attrezzando per sviluppare la tecnologia biometrica per il riconoscimento [dell’identità], mirando a far decollare la loro quota di mercato con i modelli di fascia alta con funzionalità biometriche, secondo fonti del settore” scrive Digitimes.

Il primissimo sensore biometrico inserito su un telefono per la verifica dell’identità è stato il famosissimo lettore di impronte digitali, ma subito dopo si è scoperto che non è affidabile al 100%. E’ stato dettagliatamente dimostrato che hacker esperti nel settore potrebbero in tutta semplicità rubare i dati relativi alle impronte digitali che gli utenti salvano sui loro device.

Proprio per questo, si presume che la scansione dell’iride possa essere un tipo di autenticazione più sicura. Staremo a vedere.

Comments

Loading…