Huaewei annuncia HarmonyOS, piattaforma open source aperta ad ogni device

Huawei ha presentato HarmonyOS, la sua risposta ai divieti di Trump

Durante la conferenza annuale per gli sviluppatori svolta ieri Huawei ha annunciato HarmonyOS, la nuova piattaforma open source del suo sistema operativo Hongmeng .

La notizia del nuovo sistema operativo di casa Huawei arriva a seguito del divieto commerciale degli Stati Uniti contro la società, e le successive polemiche, di maggio. Il presidente Donald Trump da allora ha affermato che il divieto sarà parzialmente revocato, ma il dipartimento del commercio degli Stati Uniti non ha ancora mosso alcun passo verso questa strada.

Il divieto degli Stati Uniti complica la capacità di Huawei di offrire Android sui propri telefoni, e la nascita di HarmonyOS è visto come un piano B se il divieto commerciale influisse sulla capacità di Google di supportare Huawei in futuro. A tal proposito girano voci su di un nuovo dispositivo che utilizza il nuovo sistema operativo a cui il marchio cinese sta lavorando e che, molto probabilmente, sarà presentato entro la fine dell’anno.

Il CEO del gruppo di consumatori Richard Yu ha dichiarato che HarmonyOS è “il primo sistema operativo distribuito basato su microkernel per tutti gli scenari” durante la conferenza.

La nuova piattaforma supporta smartphone, altoparlanti intelligenti, computer, smartwatch, auricolari wireless, automobili e tablet. Inoltre, Yu afferma che la piattaforma supporta dimensioni della RAM che vanno dai kilobyte ai gigabyte. È interessante notare che Huawei afferma che HarmonyOS non supporterà l’accesso root.

Il CEO di Huawei ha anche detto che la piattaforma supporterà infine una serie di app e HTML5, Linux e, soprattutto, le app Android saranno compatibili. “Saranno tutti in grado di funzionare sul nostro sistema operativo in futuro”. Yu ha aggiunto che il compilatore ARK utilizzato nello sviluppo di app HarmonyOS supporterà anche Kotlin, Java, Javascript, C e C ++.

Il CEO di Huawei ha affermato che HarmonyOS potrà sostituire Android sui suoi smartphone “in qualsiasi momento”, ma ha ribadito i suoi precedenti impegni con la piattaforma di Google.

“Se non potremo utilizzare Android in futuro, potremo immediatamente passare ad HarmonyOS”, ha spiegato Yu ai partecipanti, aggiungendo che la migrazione da Android alla nuova piattaforma “non è poi così difficile”.

Il primo prodotto ad utilizzare HarmonyOS sarà il set televisivo Honor Vision, che sarà lanciato in Cina nella giornata di oggi.

Comments

Loading…