Google estende la tecnologia Project Fi Wi-Fi per dispositivi Nexus

I proprietari di dispositivi Google Nexus  saranno in grado di ottenere un piccolo assaggio di sperimentazione del servizio Project Fi di Google senza  dover fare alcuna modifica particolare. Google infatti ha detto martedì che la tecnologia Wi-Fi Assistant utilizzata come parte del suo servizio di Project Fi per connettere automaticamente e in modo sicuro i dispositivi  sfruttando gli hotspot Wi-Fi  pubblici sarà disponibile a tutti gli utenti di dispositivi Nexus, indipendentemente dalla rete cellulare che usano per il servizio.

Project Fi è una rete wireless sperimentale che Google ha iniziato in aprile 2015 che utilizza una combinazione di copertura cellulare da reti Wi-Fi locali T-Mobile e Sprint e. Il servizio accede a più di un milione di hotspot Wi-Fi per fornire connettività wireless a Internet poco costosa. Quando il Wi-Fi non è disponibile, si utilizza le reti cellulari da Sprint e T-Mobile per fornire il servizio.Un aspetto fondamentale del servizio di Project Fi è una tecnologia che passa senza soluzione di continuità tra le reti Wi-Fi pubbliche e le reti cellulari senza che l’utente faccia nulla per configurarlo. Quando un utente si trova in Wi-Fi, Google cripta la connessione, garantendo che i dati trasmessi sulla rete pubblica di Wi-Fi gratuito sia sicura come una connessione cellulare.

Ora Google sta permettendo a tutti gli utenti di Nexus, anche se non sono abbonati a Project Fi, di beneficiare di essa. Questo consente a chiunque con un dispositivo Nexus per conservare i propri dati cellulare mensili  di utilizzare questo sistema. Mentre molti clienti wireless stanno già utilizzando  gli hotspot Wi-Fi pubblici, Wi-Fi Assistent di Google automatizza il tutto. E ‘anche  l’utilizzo di reti Wi-Fi aperte in questa maniera diventa più sicuro, in quanto questa tecnologia codifica automaticamente la connessione.

Google Nexus
Google Nexus

Simon Arscott, responsabile del progetto ha detto che trovare modi per integrare la tecnologia sviluppata per il progetto Fi in prodotti realizzati per il mercato wireless presenti nel mainstream fa tutto parte del piano di Google.Abbiamo costruito Project Fi come banco di prova per le idee innovative”, ha detto in un’intervista. “E abbiamo visto come un’opportunità  il fatto che attraverso la nostra linea di prodotti Nexus questo può essere portato ad ancora più utenti.”

La funzione è disponibile per i dispositivi Nexus con Android Lollipop 5.1 e il software più elevato. Questo include il Nexus 4 , 5, 6, 5x, e 6P smartphone, così come Nexus 7 , 9, e 10. Gli utenti possono attivare la funzione acceso o spento. Quando la funzione è abilitata, si collegherà alle stesse reti pubbliche hotspot Wi-Fi che Google utilizza come parte del servizio Project Fi. Il software verifica la connessione e se è abbastanza buona da usare, si connette automaticamente a quella rete Wi-Fi tramite una connessione cifrata per garantire la sicurezza.Wi-Fi Assistant è disponibile su dispositivi Nexus negli Stati Uniti a partire da Martedì, e sarà esteso a Canada, Messico, Regno Unito, e nei paesi nordici (Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia, Svezia, ed i loro territori associati) durante le prossime settimane.

Comments

Loading…