Forest: piantare un albero per combattere la dipendenza da smartphone

Avete una grave dipendenza da smartphone e non riuscite a staccarvene a tutto discapito della produttività e dell’attenzione per lo studio, il lavoro e i rapporti sociali con le persone che vi circondano? Allora avete 3 soluzioni:

  1. Ignorare il telefono e cercare di resistere al suo canto della sirena
  2. Facendovi aiutare da qualcuno, legatevi le mani dietro la schiena
  3. Piantate un albero

Allora, considerando che al canto della sirena non si può resistere e che, con buonissima probabilità, finireste col ritrovarvi il telefono tra le mani dopo neppure 5 minuti, che girare con le braccia legate dietro la schiena potrebbe essere un tantino scomodo e (molto) poco pratico, l’unica soluzione percorribile rimane la numero 3, piantare un albero. Già, ma in che modo tingersi di verde il pollice potrebbe aiutare a rimanere concentrati e a far migliorare l’attenzione ? Partendo dal presupposto che non dovremo davvero metterci a fare i botanici (ma dai?), per rispondere alla domanda è sufficiente un nome: Forest.

forest

Cos’è Forest ? Semplice, è un’applicazione che una volta avviata vi permetterà di far crescere un alberello, a patto che nei 30 minuti successivi non usiate in alcun modo lo smartphone. A cosa andrete in contro utilizzando il telefono prima del termine previsto ? A nulla di particolare, però vi ritroverete con una foresta costellata di antiestetici alberelli secchi e con un terribile senso di colpa dovuto alla prematura uccisione di quella piccola e tenera piantina.

Screenshot_2014-11-14-15-28-30

Screenshot_2014-11-14-15-28-16

Screenshot_2014-11-14-16-00-12

Credete che un’applicazione così semplice che tenta di fare leva sui vostro buon cuore nei confronti delle neonate piantine e sulla voglia di creare una foresta sempre più fitta non sia sufficiente per farvi separare dal vostro benamato telefono ? Anche io la pensavo allo stesso modo, poi però l’ho provata. Risultato ? È riuscita ad evitare che utilizzassi il tablet per continuare a fare il nerd davanti a Clash of Clans – cavolo, è una droga quel gioco! – e mi ha quindi consentito di concentrarmi appieno su quest’articolo che sto giusto finendo di scrivere. Fossi in voi una possibilità gliela darei, tanto è disponibile gratuitamente sia sul Google Play Store (LINK) che sull’Apple Store (LINK), male che vada quindi vi ritroverete una foresta piena di alberi morti e con un sacco di rimpianti per il tempo sprecato davanti allo smartphone.

Comments

Loading…