Root Samsung Galaxy Note 7 con Android Marshmallow

In questa breve e semplice guida andremo a compiere il root Samsung Galaxy Note 7 con a bordo la versione 6.0 di Android Marshmallow utilizzando SuperSU, l’applicazione in grado di gestire in maniera semplice tutte le operazioni annesse al root del dispositivo.

Essendo uno smartphone di ultima generazione e con un hardware molto prestante, il Galaxy Note 7 possiede anche sistemi di sicurezza molto più avanzati per poter fare modifiche di sistema profondi, ma ChainFire ha fatto il possibile per poter portare i permessi di root anche per questo smartphone. Ovviamente, però, prima di fare questo abbiamo bisogno di una recovery modificata ed i drivers USB per il nostro telefono. Riguardo alla sua installazione basterà scaricare ODIN sul vostro PC, scaricare la recovery TWRP e mettere in download mode il vostro smartphone prima di far partire la procedura di installazione. Completando questa operazione, siamo pronti per procedere con i permessi di root.

root samsung galaxy note 7

Root Samsung Galaxy Note 7

Fase 1 – Scarica SuperSU Root (BETA-SuperSU-v2.77-20160827190633.zip) per il Samsung Galaxy Note 7 sul computer.

Fase 2 – Collegare il Samsung Galaxy Note 7 al computer utilizzando il cavo USB.

Fase 3 – Ora copiare / incollare il file BETA-SuperSU-v2.77-20160827190633.zip nella scheda SD. Assicurarsi che il file sia nella root della scheda SD (non in qualsiasi cartella).

Fase 4 – Ora quindi spegnere il telefono e scollegarlo dal cavo USB.

Fase 5 – Ora, per entrare in modalità di ripristino, accendere il telefono mentre si tiene premuto Volume Up + Power insieme.

Fase 6 – Una volta che si è in modalità di recupero, scorrere fino a “Flash zip dalla scheda SD” e premere il tasto di accensione per selezionarla.

Punto 7 – Premere di nuovo il tasto di accensione e selezionare “scegliere zip da sdcard”.

Passo 8 – Ora utilizzando i tasti del volume, passare al file copiato BETA-SuperSU-v2.77-20160827190633.zip nella scheda SD e selezionarla con il pulsante di accensione. Confermare l’installazione nella schermata successiva e l’installazione dovrebbe cominciare.

Fase 9 – Una volta completata l’installazione, andare al menu principale di recupero e riavviare il telefono selezionando ” riavviare il sistema ora “.

Per assicurarsi che la procedura sia andata a buon fine basta scaricare l’applicazione Root Checker e verificare se siano presenti i permessi di root sul dispositivo.

Root Checker
Root Checker
Developer: joeykrim
Price: Free+

Nexus Sailfish: online nuove immagini ne confermano il design

Apple iPhone 7: le news del 30 agosto 2016, conferma per gli AirPods