iPhone X: tutto quello che c’è da sapere sul nuovo Melafonino

Qualche problema di produzione, ma domani sarà comunque il gran giorno di iPhone X. Il Melafonino “premium” sarà presentato allo Steve Jobs Center insieme ad iPhone 8 e iPhone 8 Plus.

Manca poco alla presentazione di iPhone X, il dispositivo che segnerà il decennale di Apple nel mondo smartphone. Un’occasione unica, un’occasione che l’azienda di Cupertino intende celebrare in grande stile. Sappiamo già molto del terminale, a cominciare dal display OLED, uno schermo che rivestirà gran parte del frontale. In queste ore sono emersi ulteriori dettagli relativi alla produzione.

Ming-Chi Kuo, analista di KGI Securities da sempre grande conoscitore del mondo Apple, ha rivelato difficoltà legate al ciclo produttivo. Indiscrezioni in tal senso circolano da giorni, ma ora arriva una conferma attendibile. Il ritmo della produzione preoccupa, al momento infatti l’azienda starebbe sfornando a malapena 10 mila pezzi al giorno.

Numeri troppo bassi pensando all’hype che accompagna ogni nuovo Melafonino, figuriamoci questo attesissimo iPhone X. Molti fedelissimi della Mela Morsicata rischiano di restare a bocca asciutta e c’è il rischio che la scarsità di unità possa finire col favorire la concorrenza.

iphone x

iPhone X è un dispositivo sul quale il brand californiano punta tantissimo, dopo alcune generazioni senza enormi stravolgimenti estetici, arrivano una serie di novità rivoluzionarie. Design completamente rinnovato e caratteristiche tecniche che posizionano questo smartphone tra i primissimi della classe.

Ma perché la produzione sta incontrando tanti problemi? Abbiamo già detto del display OLED, grande novità di questa generazione, ed è proprio questo l’elemento che sta creando grattacapi. Una tecnologia mai adottata da Apple e che richiede accorgimenti che stanno rallentando la produzione, i guai però non si limitano allo schermo.

Sempre stando a quanto riporta l’analista asiatico, la produzione della variante Copper Gold si sta rivelando più ardua del previsto, tale colorazione potrebbe scarseggiare durante il periodo di lancio. Altra brutta notizia per i tanti fan della Mela in tutto il mondo. Domani la presentazione ufficiale, su questo nessun dubbio, qualche ombra però è legata all’effettiva disponibilità sul mercato.

Non sono da escludere infatti ritardi nelle consegne, almeno per quanto riguarda il periodo immediatamente successivo al lancio, fissato per la fine del mese. Probabile che per avere alcune varianti di iPhone X occorra aspettare qualche settimana. Nessun problema invece per quanto riguarda i dispositivi “base”.

iPhone 8 e iPhone 8 Plus saranno disponibili in tempi brevi, ricordiamo che questi terminali sono in tutto e per tutto gli eredi di iPhone 7 e iPhone 7 Plus, dunque le difficoltà di carattere tecnico sono ridotte.

Tornando all’evento che si terrà domani, il lancio di tre smartphone potrebbe diventare una costante in casa Apple, dunque forse dovremmo abituarci all’idea di una versione premium annuale oltre alla versione “base” e quella Plus, contraddistinta da dimensioni più generose.

iPhone X avrà cornici ridotte all’osso, come abbiamo già detto, Cupertino si adegua alla moda del design borderless che sta facendo le fortune di Galaxy S8 e altri device di fascia alta. Display da 5.8 pollici, aspect ratio 18:9, sotto il cofano il nuovo SoC A11 con processo produttivo a 10 nanometri, 3 GB di RAM.

Le sorprese non finiscono qua, dopo dieci anni c’è l’addio al tasto Home, per sbloccare il dispositivo – stando a quanto riporta il Wall Street Journal – sarà necessario usare il riconoscimento 3D del viso. Occhio anche a iOS 11, nuova incarnazione del celebre sistema operativo mobile di Cupertino.

Per quanto riguarda il comparto foto, abbiamo una dual camera che dovrebbe somigliare molto a quella già vista su iPhone 7 Plus, due sensori da 12 mpx, 8 mpx per la fotocamera frontale. La ricarica wireless ci sarà, anche su questo non dovrebbe esserci alcun dubbio.

Qualche dubbio invece sul prezzo, che dovrebbe partire da 1000 euro circa anche se qualche addetto ai lavori parla di cifre addirittura superiori.

iPhone X: Apple produrrebbe meno di 10 mila unità al giorno

OnePlus 5 nuova colorazione

OnePlus 5 potrebbe essere annunciato in una nuova colorazione