Firefox OS, scopriamolo insieme

L’idea di un sistema operativo mobile da parte di Mozilla era nell’aria da quasi 2 anni.
Ha visto ufficialmente la luce pochi mesi fa, quando Alcatel ha presentato il OneTouchFire (acquistabile in Italia grazie a Tim). Sicuramente le caratteristiche tecniche dello smartphone (paragonabili a un top di gamma di 3-4 anni fa) allontanano molti curiosi da questa nuova esperienza.

Firefox OS (nome in codice Boot to Gecko) è un sistema operativo mobile basato su Linux. L’obiettivo è dare all’utente un alternativa basato su una comunità attiva di sviluppatori indipendenti tramite:

  • Standard operativi open source
  • Applicazioni in HTML5
  • Javascript
  • API accessibili a tutti in modo di fornire una comunicazione diretta fra device e server centrale
  • Marketplace

Lavora tramite una stratificazione dei seguenti tre componenti:

  • Gonk: lo strato che comprende il kernel basato su Linux e che include un’astrazione dei componenti hardware
  • Gecko: il sistema operativo in se, implementando gli standard dell’HTML5, CSS e JavaScript. Comprende anche le istruzioni base per la navigazione, la grafica e la virtual machine per Java.
  • Gaia: l’interfaccia utente

Da circa un anno è disponibile Firefox OS Simulator: un add-on dell’omonimo browser che consente all’utente un primo impatto con il nuovo sistema. Sfortunatamente funziona solamente per Windows e Ubuntu (gli utenti Mac dovranno arrangiarsi).

OneTouchFire è stato una sorta di flop: nessuno comprerebbe uno smartphone con le caratteristiche tecniche di un terminale di 3 anni fa. Grazie a Geeksphone il sistema operativo di Mozilla viene implementato in un terminale di fascia media (in dual boot con Android).

Potresti leggere anche  iOS 10: migliori caratteristiche nascoste e trucchi dell'ultimo aggiornamento

Samsung ufficializza Galaxy Note 3 Neo e Note 3 Neo LTE+

Nokia Normandy appaiono in rete foto e specifiche tecniche, è proprio lui?