Xiaomi Mi4: focus sulla fotocamera

È stato presentato Xiaomi Mi4, il nuovo top di gamma dell’azienda cinese, è dotato di una fotocamera posteriore da 13 MP (wide, apertura f/1.8) con il nuovissimo sensore Sony IMX214.

Scopriamo quindi cosa rende particolare questo sensore confrontandolo con altri dispositivi.

Innanzitutto elenchiamo le migliorie del sensore, ovvero le seguenti:

  • Migliorata la sensibilità (importante per le fotografie con scarsa illuminazione)
  • Ridotta l’interferenza cromatica (color crosstalk), ovvero la possibilità che il colore di un pixel si mescoli con il colore di un altro pixel
  • Migliorato l’HDR in tempo reale (possibilità di registrare a 30 fps con l’HDR attivo)
  • Ridotte le dimensioni fisiche del modulo rispetto ai predecessori

La foto pone un confronto fra il Sony IMX214 e il Sony IMX135 (utilizzato su dispositivi come Samsung Galaxy S4, LG G2, LG G3…)

imx214-1

 

La fotocamera di Xiaomi Mi4 è in grado di mettere a fuoco in soli 0.3 secondi (il Galaxy S4 e i suoi concorrenti mettono a fuoco in 0.6-0.8 secondi), grazie ad un sistema di messa a fuoco a circuito chiuso. L’interfaccia della fotocamera in Xiaomi Mi4 permette un controllo rapido ed efficace di tutte le funzionalità offerte dalla fotocamera.

interface

 

Inoltre, Xiaomi Mi4 porta dei vantaggi anche per quanto riguarda l’utilizzo della fotocamera (e, di conseguenza, del sensore): infatti, in condizioni di scarsa luminosità, scatta una foto con il flash e una senza per poi combinarle e creare il giusto mix di luce “simil-naturale” per la fotografia.

rear-cam

La fotocamera anteriore è da 8MP con il sensore Sony IMX219 e una lente f/1.8 con un campo visivo pari a 80°.

Sicuramente Xiaomi Mi4 è il miglior telefono (attualmente) in circolazione per quanto riguarda la fotocamera, vedremo cosa farà la concorrenza nei prossimi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *