Google acquisisce una parte di HTC per 1.1 miliardi di dollari

Google conferma l’acquisto di una parte della divisione mobile di HTC. Cosa avrà in serbo per noi?

Nelle scorse ore, Google ha acquisito ufficialmente una parte di HTC. In particolare, l’azienda con sede a Mountain View ha confermato di aver acquistato una parte della divisione mobile dell’azienda taiwanese per 1.1 miliardi di dollari. L’accordo prevede anche una licenza esclusiva per le proprietà intellettuali di HTC, ossia i brevetti.

Tuttavia, quest’ultima società continuerà a proseguire con la sua attività nel settore smartphone anche dopo aver ceduto una fetta della sua divisione mobile a Big G. Cher Wang, amministratore delegato del brand asiatico, ha affermato che l’accordo fra le due aziende permetterà di innovare sia nel settore mobile che in quello della realtà virtuale grazie ai visori HTC Vive.

Google acquisizione parte HTC

HTC: Google compra una parte della divisione mobile del brand taiwanese

Il comunicato stampa rilasciato da HTC, infatti, rivela che il produttore taiwanese sta già lavorando al suo prossimo top di gamma. È la seconda volta che Google effettua un grande acquisto che coinvolge un produttore di smartphone. Ad esempio, 6 anni fa, il colosso del web aveva acquisito la divisione mobile di Motorola per 12.5 miliardi di dollari.

Anche se inizialmente l’azienda aveva diversi obiettivi da raggiungere, purtroppo non è andata molto bene e nel 2014 ha deciso di venderla a Lenovo per un valore di molto inferiore rispetto a quello speso. Tuttavia, l’accordo con l’azienda americana ha permesso a Google di acquisire alcuni interessanti brevetti. Dopo questa fase, la compagnia statunitense ha continuato a lavorare sulla serie Nexus collaborando con diversi produttori di smartphone.

Google acquisizione parte HTC

HTC continuerà per la sua strada

In seguito, l’azienda ha deciso di lanciare una nuova generazione di smartphone denominata Pixel costituita dai Google Pixel e Pixel XL. HTC si è occupata della produzione di entrambi i terminali e si dice che sarà il produttore del Google Pixel 2. L’acquisizione di una fetta dell’azienda permetterà a Google di sfidare direttamente i suoi competitor nel mercato dei device Android, tra cui Samsung, LG e Huawei.

In particolare, Big G crede fortemente in questo nuovo investimento che vedrà risultati soltanto nel lungo periodo. La mossa attuata dalla società potrebbe raggiungere una perfetta sinergia fra hardware e software, un po’ come fa Apple con i suoi iPhone. Per HTC, invece, quest’operazione rappresenta una vera e propria svolta nel campo mobile.

Nonostante le sue capacità, l’azienda non è riuscita a realizzare un prodotto che ottenesse un successo paragonabile a quanto ottenuto da Samsung ed Apple. Ad esempio, l’HTC U11 è sicuramente un prodotto molto interessante ma purtroppo non è riuscito ad ottenere lo stesso successo di, ad esempio, Galaxy S8. L’accordo dovrebbe essere approvato e chiuso in maniera definitiva entro il 2018.

Google acquisizione parte HTC

Fonte