Google Chrome: tutto quello che possiamo cambiare con il “menu nascosto”

Partendo dalla sezione impostazioni di Chrome e digitando chrome://settings/ nella barra degli indirizzi avremo accesso ad un “tesoro” nascosto

Ci sono sempre due o più modi per attivare un’opzione del browser o di qualsiasi altra applicazione. A volte, è facile come un solo clic. In altri casi, dobbiamo indagare nei menu e, nel caso seguente, dobbiamo procedere con ordine. Google Chrome non è un’eccezione e, sebbene qualsiasi opzione in questo browser possa essere modificata dall’angolo in alto a destra della finestra principale, possiamo anche visualizzare le impostazioni di Chrome digitando Impostazioni e chrome://settings/ nella barra degli indirizzi.

Ma non finisce qui. Se scriviamo chrome://about/ vedremo non solo un menu nascosto di Chrome, ma tutti quelli disponibili. Attraverso questo elenco, avremo a disposizione tutti i menu e i sottomenu, alcuni nascosti e altri meno, con cui configurare e modificare il funzionamento di Chrome. Altri, in fondo alla lista, sono destinati agli sviluppatori e ai tester.

Vediamo gli highlight per personalizzare la nostra esperienza con il browser web di Google.

Accessibilità

Da chrome://accessibility/ possiamo accedere alle opzioni di accessibilità di Chrome, appunto. Possiamo abilitare o disabilitare alcune opzioni, come il lettore dello schermo o l’accessibilità del Web, o pagina per pagina, dalle schede che abbiamo aperte. Questo menu può anche essere utilizzato per verificare le opzioni di accessibilità offerte da una pagina specifica.

Cache

Questo menu sarà tanto più curioso che pratico per la maggior parte di noi. In chrome://cache/ troveremo la cache di Google, cioè tutti i collegamenti di file, pagine, foto o contenuti generali precedentemente caricati nel browser. Se stiamo cercando un modo per scaricare un oggetto, è possibile che si possa trovare all’interno della pagina (CTRL + F) .

Il menu chrome://view-http-cache serve ad una funzione simile.

Errori

Se abbiamo abilitato la segnalazione degli errori, che viene automaticamente inviata a Google, qui verranno visualizzati i rapporti. Chrome è generalmente molto stabile, ma quando si inseriscono determinate pagine, alcuni script possono bloccare o chiudere il browser accidentalmente.

Da chrome://crashes/ avremo accesso ai rapporti e potremo vedere le istruzioni su come attivarle.

Per giocare

Quando non siamo in linea, Chrome visualizza un display informativo con un dinosauro pixellato. Mentre recuperiamo la connessione a Internet, possiamo giocare con quel dinosauro, che corre e salta per evitare di colpire gli ostacoli.

Da chrome://dino si può giocare anche se la connessione funziona bene.

Funzioni sperimentali

Se ci piace provare nuove cose e non abbiamo paura che il browser smetta di funzionare, possiamo sempre reinstallarlo, a partire da chrome://flags. Avremo accesso a funzioni sperimentali che non sono ancora attive per impostazione predefinita in Chrome. La pagina stessa avverte che sono sperimentali, talvolta instabili e possono apparire o scomparire dall’elenco con aggiornamenti futuri del browser. Questo menu sarà molto utile per scoprire le funzioni future e per essere i primi a provarle.

Analizzare l’interno delle pagine

Se vogliamo vedere come vengono fatte le pagine visitate, vogliamo analizzare un elemento o estrarle per il nostro uso, i browser attuali dispongono di uno strumento chiamato Inspector. Nel caso di Chrome, un modo per accedere è tramite il controllo chrome://inspect/. Nella sezione Pagine possiamo controllare ogni pagina o scheda aperta. Si apriranno con un pannello da cui visualizzare il contenuto, sia gli elementi multimediali che il codice, ecc.

Dati di rete

Con il menu nascosto chrome://net-internals, abbiamo accesso alle opzioni di analisi relative all’utilizzo del browser da parte della rete. Consente di catturare ed esportare i dati e generalmente ci mostra le informazioni relative a proxy Chrome, le connessioni TCP/IP, gli eventi in tempo reale, le richieste di URL e DNS, il volume dei dati inviati e ricevuti, ecc.

Messaggi di errore

Un errore è un errore e ci disturba comunque, ma Chrome ci consente di conoscere il motivo per cui questo si verifica. Da chrome://network-errors, vedremo l’elenco dei codici di errore di Chrome con una breve spiegazione.

Previsioni

Il menu chrome://predictors mostra i risultati che Chrome ci dà quando digitiamo determinate lettere o parole. L’elenco evolve con l’uso, in modo che ogni utente ne abbia uno diverso che si adatta alle nostre esigenze e abitudini. Purtroppo è un menu semplicemente informativo, quindi non possiamo eliminare le voci per migliorare il loro funzionamento.

Analizzare la nostra attività

Da chrome://tracing, e premendo il pulsante Record, Chrome seguirà la nostra attività nel browser. Eventuali azioni saranno registrate, è bene saperlo.

Altri menu di interesse

Il menu chrome://apps/ mostra semplicemente le applicazioni installate in Chrome. Di default sono le applicazioni ufficiali come Gmail, Documenti, Drive o YouTube. Dal Web Store, possiamo installarne di più.

E da **chrome://extensions/ vedremo le estensioni, simili alle applicazioni ma meno integrate nel browser. È inoltre possibile installarne di più sempre dal Web Store.

Il menu chrome://bookmarks/  ci dà accesso ai nostri link preferiti, che vediamo nella barra degli indirizzi o quando apriamo una nuova scheda.

Con chrome://chrome/ apriremo le impostazioni di Chrome, specificamente il checker di aggiornamento.

Il menu chrome://devices consente di aggiungere stampanti tramite Google Cloud Print.

Infine, da chrome://downloads vedremo la cronologia dei download, appunto. Possiamo eseguire una ricerca per riprovare nuovamente a scaricare i file. E da chrome://history accediamo alla cronologia di navigazione, in cui possiamo cercare o eliminare le voci.