Apple A11 Bionic, il SoC integra la prima GPU progettata dall’azienda

Apple sviluppa la prima GPU mobile proprietaria e l’affianca al nuovo chipset Apple A11 Bionic

Una delle novità più interessanti presenti sui nuovi iPhone 8, 8 Plus e iPhone X è la presenza del potentissimo processore Apple A11 Bionic. L’azienda lo definisce il chipset più potente ed intelligente mai montato su uno smartphone. Il SoC dispone di una CPU esa-core con due core ad alte prestazioni (25% più potenti) e quattro core ad alta efficienza (60% più veloci).

Queste informazioni si traducono in un notevole incremento delle performance rispetto all’A10 Fusion, che muove gli iPhone 7 e 7 Plus. Cupertino spiega che è presente un controller di seconda generazione capace di gestire tutt’e 6 i core in contemporanea. Ciò garantisce fino al 70% di prestazioni superiori pur garantendo la stessa autonomia.

Apple A11 Bionic GPU proprietaria

Apple A11 Bionic: Apple progetta la prima GPU in-house per il nuovo chipset

Il nuovo Apple A11 Bionic integra la prima GPU progettata interamente da Apple. La scheda grafica mobile vanta un design a 3 core che offre prestazioni grafiche fino al 30% migliori rispetto alla precedente generazione. Grazie a questa componente hardware, sarà possibile accedere a delle funzionalità avanzate di apprendimento automatico ma anche l’esecuzione di app più complesse dedicate alla realtà aumentata (AR) e di giochi 3D molto pesanti.

L’integrazione di una nuova GPU non è sicuramente una sorpresa. Ad aprile, Imagination Technologies, ossia la società che ha prodotto schede grafiche mobile per Apple fino agli ultimi iPad, ha affermato che Cupertino era in procinto di abbandonare la partnership per progettare una scheda grafica in-house. La società di Tim Cook ha fatto sapere di non voler più utilizzare le schede grafiche della serie PowerVR di Imagination Technologies e di voler puntare su delle soluzioni proprietarie.

Apple A11 Bionic GPU proprietaria

La nuova scheda grafica mobile è il 30% più veloce della precedente

Quest’ultima società aveva lasciato intendere che era praticamente impossibile progettare una GPU da zero senza violare le sue proprietà intellettuali. Naturalmente, Apple ha proseguito con la ricerca e sviluppo fino a creare la nuova scheda grafica mobile a 3 core. Secondo quanto dichiarato dalla società californiana, questa componente hardware è fino al 30% più prestante della PowerVR 7XT Plus a 6 core di Imagination Technologies che affianca il SoC A10 Fusion.

La creazione di una GPU proprietaria ha permesso ad Apple di ottimizzare l’hardware per determinate necessità. Più nello specifico, Cupertino vuole chipset e GPU ottimizzate per riuscire ad eseguire al meglio il motore di apprendimento automatico CoreML. Quest’ultimo è in grado di elaborare velocemente dati per le prossime funzionalità di Siri, per gestire la grafica a 60 FPS e sfruttare appieno la piattaforma di realtà aumentata integrata in iOS 11. Questo si occupa anche di ottimizzare l’intelligenza artificiale con algoritmi che oramai sono utilizzati in app, giochi, fotografia e video.

Apple A11 Bionic GPU proprietaria