Android, 5 operazioni da poter automatizzare su smartphone e tablet

5 cose che potete automatizzare sul sistema operativo Android

Al giorno d’oggi abbiamo fra le mani dei dispositivi che ci permettono di rimanere sempre connessi e soprattutto sono dotati di tantissime tecnologie. La potenza e le capacità degli smartphone e dei tablet continuano ad aumentare e di conseguenza stanno diventando sempre più intelligenti. Apportando alcune piccole modifiche, è possibile compiere delle operazioni automatiche sfruttando i nostri terminali.

Anche se questo non può essere applicato ad ogni singola attività, tuttavia, è possibile automatizzare alcune cose utilizzando delle funzioni integrate o app e servizi facilmente scaricabili dai vari store. In questo articolo, vi riporteremo più da vicino l’automazione di Android e alcune delle attività che possono essere fatte automaticamente dallo stesso terminale. Tutto questo vi permetterà di risparmiare un bel po’ di tempo.

Android automazione

Impostare il profilo Non disturbare

Non c’è nulla di peggio che andare a letto dopo una lunga giornata di lavoro e ricevere una chiamata, un SMS o una notifica sul proprio smartphone, rovinandovi così il sonno. Invece di spegnere il dispositivo prima di andare a letto o metterlo in modalità silenziosa, è possibile programmare l’opzione Non disturbare. Con questa particolare feature potrete definire l’ora del giorno in cui lo smartphone si dovrà disattivare.

Ciò permetterà di non riprodurre un suono quando si riceve una chiamata, un SMS e un’altra notifica. Attraverso il menu delle Impostazioni del vostro dispositivo Android, recatevi su Suoni e tappare su Non disturbare. Da qui è necessario selezionare solo i giorni e le ore in cui lo smartphone dovrebbe restare silenzioso, specificando anche quali cose dovranno essere disattivate (come ad esempio chiamate e messaggi di testo).

Android automazione

Pubblicare lo stesso post su vari social network con un semplice tocco

Al giorno d’oggi esistono diversi social network molto popolari, tra cui Facebook, Instagram e Twitter. Se si utilizza più di uno, potrete sentire il bisogno di pubblicare lo stesso post per risparmiare un po’ di tempo. È possibile automatizzare il processo di condivisione installando l’app Hootsuite sul proprio terminale Android. Il software è in grado di pubblicare un post su diversi social network contemporaneamente e con un semplice tocco.

È possibile anche pianificare un post su Facebook e un tweet su Twitter per essere pubblicato più tardi o in un secondo momento. Hootsuite consente anche di gestire più account di social network e monitorare la home di Twitter, Facebook e altro ancora. Il servizio, utilizzato da oltre 15 milioni di utenti in tutto il mondo, può essere utilizzato gratuitamente fino ad un massimo di 3 account. Per connettere più profili, dovrete acquistare un abbonamento dal costo di partenza di 19 euro al mese.

Android automazione

Eseguire un backup di foto e video

Una delle funzionalità più interessanti presenti su Android è la possibilità di effettuare automaticamente un backup di foto e video sul cloud. Ciò permette di accedere ai vostri contenuti multimediali da qualsiasi computer o altro device in grado di connettersi ad Internet. Le foto e i video, inoltre, saranno sicuri nel caso in cui viene perso lo smartphone oppure smette di funzionare.

Il migliore servizio presente nella piattaforma Android è sicuramente Google Foto. Parliamo di una piattaforma sviluppata interamente da Big G per consentire all’utente di effettuare un backup di foto e video sulla nuvola. Nel caso in cui l’applicazione ufficiale non è ancora installata sul vostro smartphone o tablet, basterà effettuare il download dal Play Store. Per poter automatizzare il processo di backup, è necessario aprire l’applicazione, entrare nelle Impostazioni, tappare su Backup e sincronizzazione e attivare l’opzione per effettuare il backup automatico.

La caratteristica principale e soprattutto migliore di Google Foto è che è gratuito. Tenete bene a mente, però, che le foto saranno ridotte a 16 mega-pixel mentre i video in Full HD nel caso in cui sono più grandi. Per poter mantenere la dimensione originale dei file, sarà possibile memorizzarli sfruttando lo spazio archiviazione di Google Drive. In particolare, ogni account ha a disposizione gratuitamente 15 GB ma è possibile aggiornare il piano pagando un prezzo di partenza di 1,99 euro al mese. Un’altra feature interessante proposta da Foto è quella di eliminare le immagini e i video dal dispositivo dopo aver effettuato il backup per poter risparmiare spazio.

Android automazione

Impostare un avviso di utilizzo dei dati

Per evitare di consumare velocemente il proprio piano dati, è possibile impostare un limite sul proprio smartphone o tablet Android. Invece di controllare ogni volta i GB consumati, è possibile semplicemente impostare un alert. Ciò significa che lo smartphone vi avviserà nel momento in cui è stata consumata una determinata quantità di dati.

Se si raggiunge la soglia pre-impostata, inoltre, lo smartphone è in grado di disconnettersi automaticamente dalla rete. Impostare un avviso di utilizzo dei dati è abbastanza semplice. Tramite le impostazioni del proprio device, selezionare Utilizzo dei dati e tappare su Ciclo di fatturazione. Qui basterà semplicemente aggiungere la quantità di dati inclusa nella promozione sottoscritta, il ciclo di fatturazione e la possibilità di specificare un limite di avviso. Ad esempio, è possibile ricevere una notifica quando sono stati utilizzati 5 GB di traffico Internet.

Android automazione

Sbloccare lo smartphone nel momento in cui si entra in casa

Quando si esce, bloccare lo smartphone utilizzando il sensore di impronte digitale o un codice PIN è sempre un’ottima idea. Quando, poi, ci si trova in casa, queste operazioni potrebbero diventare molto fastidiose, soprattutto se controllate spesso il telefono durante il giorno.

L’opzione migliore in questo caso è quella di disabilitare il metodo di autenticazione che si sta utilizzando (impronte digitali, PIN, pattern e così via) una volta arrivati a casa. Invece di farlo manualmente ogni giorno, è possibile automatizzare questa operazione in meno di un minuto. Tramite le impostazioni del vostro smartphone o tablet, selezionare Sicurezza e impronte digitali. Tappando su Smart Lock, compariranno una serie di opzioni diverse. Quella che ci interessa di più si chiama Luoghi attendibili.

Da qui sarà possibile aggiungere il posto affidabile come ad esempio casa e ufficio. Il metodo di autenticazione utilizzato verrà automaticamente disattivato una volta che vi trovate nel luogo attendibile. Tuttavia, tenete presente che è necessaria l’attivazione del GPS.

Android automazione

Altri metodi…

Oltre a queste 5 automazioni, Android permette di rendere automatiche altre operazioni. Se si desidera passare a uno step successivo, è possibile utilizzare l’app Tasker. Quest’ultimo è un software che permette di automatizzare una serie di cose. È possibile diminuire automaticamente la luminosità dello schermo durante la notte, estendere il time-out dello schermo per alcune applicazioni oppure aprire l’app dedicata alla musica quando si collegano delle cuffie o un altro dispositivo di riproduzione al proprio smartphone.

Android automazione

In certi aspetti, Tasker potrebbe diventare complicata e inoltre può essere scaricata dal Play Store soltanto pagando 2,99 euro. Un’altra applicazione interessante molto simile a Tasker si chiama IFTTT. Questa permette sempre di automatizzare alcune impostazione di Android ma presenta un’interfaccia più user friendly.

Android automazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *