Cerberus: Come proteggere il nostro Smartphone da furti e smarrimenti accidentali

Tutti noi abbiamo estremamente a cuore il nostro smartphone non solo per il suo valore intrinseco ma anche e soprattutto per i contenuti sensibili che teniamo al suo interno: foto, video, numeri di amici e conoscenti o l’accesso immediato a tutti i nostri social network sono solo alcuni dei dati privati che possiamo trovare al suo interno.

Come possiamo quindi proteggere il nostro telefono da furti o smarrimenti accidentali?

Ecco che Cerberus, un’app antifurto per android ci viene in soccorso. Cerberus il famoso cane a tre teste che sorveglia le porte dell’Ade, non è l’unica applicazione presente sullo store con questa funzione avanzata ma è senz’altro la migliore sotto moltissimi aspetti.

cerberus

L’app è sviluppata da LSDroid ed è disponibile per il download gratuito di prova tramite il Play Store, successivamente sarà necessario effettuare un upgrade alla versione completa al costo di 2,99 euro e lasciatemelo dire sono soldi ben spesi.

L’app ha dimensioni contenute, circa 2.6 MB una volta completata l’installazione al primo avvio dovrete settare alcune semplici impostazioni e successivamente l’app verrà nascosta dal menù applicazioni e funzionerà “in incognito” all’interno del nostro smartphone difendendoci da qualunque azione di violazione o furto. 

Per il Download clicca il Banner qui sotto:

disponibile_su_Google_Play

Come Funziona Esattamente? A Cosa Serve?

Cerberus è specializzato nel rintracciare e monitorare anche a distanza il nostro smartphone permettendoci tramite il sito web dell’applicazione o da altro smartphone, di accedere ad una miriade di impostazioni. Abbiamo tre modi di comandare Cerberus: tramite il sito di supporto, inviando SMS, oppure con il client.

cerberus 4

Una volta scelte delle credenziali di accesso, il sistema si preoccuperà di inviare al nostro indirizzo email un messaggio di benvenuto, contenente le sintassi di tutti i comandi che Cerberus è in grado di recepire.  Cerberus è molto ben integrato con il sistema operativo. Per cominciare, possiamo impostare il blocco del telefono e il blocco dell’app così da proteggerla da disinstallazioni non volute: sarà necessario inserire una password numerica, che noi sceglieremo, per superare il lock screen.

Se perdo lo Smartphone?

Cerberus ci può venire incontro in molti modi tra i quali:

  • tentare una localizzazione accurata tramite GPS o cella GSM, sia una singola volta che a intervalli di tempo regolari che possiamo specificare;
  • avviare un allarme sonoro, accompagnato da un messaggio personalizzato visualizzato sullo schermo;
  • inviare un messaggio, che verrà riprodotto con il text-to-speech.

Se mi rubano lo Smartphone?

Cerberus può raccogliere moltissime informazioni sul ladro e su quello che sta facendo con il nostro telefono, tra le quali:

  • scattare una foto con la fotocamera frontale non appena qualcuno toccherà lo schermo;
  • avviare una chiamata o inviare un SMS a un numero di telefono da noi specificato;
  • ottenenere una lista di chiamate e SMS recenti, inclusi i numeri di telefono dei destinatari;
  • registrare video e audio sia con la fotocamera frontale che con quella posteriore;
  • catturare uno screenshot del dispositivo;
  • ottenenere informazioni sul dispositivo, tra cui numero di telefono e dati identificativi della SIM attualmente installata.

Se tutto il resto fallisce, possiamo quanto meno tentare di salvaguardare la nostra privacy:

  • cancellando tutto il contenuto della scheda SD (o dell’area di memoria interna destinata a documenti e file personali);
  • avviando il ripristino del sistema alle impostazioni di fabbrica, cancellando tutte le impostazioni, gli account e i dati personali (cronologia, SMS, eccetera).

La domanda a questo punto sorge spontanea:

E se qualcuno una volta impossessatosi del mio telefono cancella l’applicazione o fa un reset totale del dispositivo?

Non è possibile eliminare del tutto Cerberus a meno che non lo vogliate voi proprietari. Cerberus infatti può non solo essere nascosto dal menù delle applicazioni attualmente installate e richiedere una password nel caso qualcuno vi acceda per cancellarlo ma anche e soprattutto può essere flashato all’interno della rom stessa del vostro dispositivo. Ciò significa che diverrà un tutt’uno con il sistema operativo e resisterà a qualunque manomissione compreso il wipe del telefono.

cerberus 5

Opinioni e Conclusione

L’applicazione funziona egregiamente, dopo alcune incertezze iniziali soprattutto quand’era ancora in fase beta, attualmente non si segnalano problemi, crash o incompatibilità dei comandi a distanza.

Ho testato l’applicazione su un vecchio Galaxy S1, su un Galaxy S2 Plus e su un tablet Nexus 7 risultando in tutti e tre i casi perfettamente funzionante e semplice da configurare. Sembra di avere una spycam alla 007, in quanto i comandi impartiti sono rapidi e il tracciamento gps è davvero preciso e ci permette di sapere sempre dove si trova il nostro telefono.

Lo uso ormai da più di un anno e sono contento di come funziona soprattutto per la sicurezza che da sapendo di averco installato nel telefono. Furti ma soprattutto smarrimenti accidentali possono capitare, e avere un’app che vi permette di porvi rimedio in maniera tempestiva trovo che sia quanto di più utile uno debba avere installato nel proprio telefono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *