Galaxy Gear 2 e Galaxy Glass, i nuovi dispositivi indossabili di casa Samsung

L’appuntamento più importante per case produttrici e operatori di telefonia è alle porte. Parliamo del Mobile World Congress che da molti anni ormai costituisce una rampa di lancio per nuove tecnologie e prodotti.

Ancora una volta Samsung si presta a calcare il palcoscenico da protagonista assoluta.  Oltre al nuovo Samsung Galaxy S5 e le novità legate al mondo Tizen, la casa coreana potrebbe presentare al MWC anche la nuova gamma Tab 4 e la seconda versione del Galaxy Gear.

Mentre le indiscrezioni sui prossimi Galaxy Tab 4 sembrerebbero tutte confermate, ancora poco si sa sulle caratteristiche del prossimo Galaxy Gear 2. Stando alle voci trapelate in rete pare che Samsung ne abbia completamente rinnovato il design, che nulla avrà che vedere con il suo predecessore. Sicuramente sarà dotato di un display OLED flessibile al posto della soluzione tradizionale SuperAMOLED adottata nel primo modello. Al contempo dovrebbe essere molto più sottile, quasi il 15 o 16 % rispetto il suo predecessore.

Tra le migliorie nel nuovo Galaxy Gear una batteria che promette un’autonomia più lunga, nuove funzionalità e non è da escludere che venga venduto in diverse colorazioni.

samsung_galaxy_gear_2_display_flessibile

Quello dei dispostivi indossabili è un mercato in forte espansione e con grosse potenzialità per i grandi colossi della tecnologia. Anche Samsung sembra voglia scommettere su questa nuova generazione di dispositivi. La casa coreana da parte sua sta intensificando i propri sforzi sullo sviluppo di diversi tipi di device indossabili tra i quali anche i tanto rumoreggiati Samsung Galaxy Glass oltre che il nuovo Galaxy Gear.

Pare che Samsung stia progettando il suo primo modello di occhiali smart che andranno a competere direttamente con i Google Glass. A rivelarlo un dipendente anonimo della compagnia, che anticipa come tale dispositivo, verrà presentato in occasione dell’IFA 2014, a settembre.

Samsung-Galaxy-Glass

È difficile prevedere quale sarà il loro aspetto, ma di certo Samsung punterà molto sul design. Il brevetto trapelato in rete nel mese di ottobre ci mostra un paio di occhiali con pulsanti laterali e un obiettivo frontale molto simili a quelli realizzati da Google. Di certo si tratterà di un dispositivo che potrà interagire con lo smartphone e gli altri dispositivi di fascia alta di Samsung, permettendo agli utenti di leggere e inviare messaggi, chiamare e fruire di altri servizi di localizzazione e dedicati al fitness.

Le deludenti vendite del primo smartwatch non hanno scoraggiato Samsung che sembra intenzionata fare sul serio, ingrandendo la propria gamma di dispositivi indossabili.  Il potenziale di mercato per gli Smart Glasses è enorme e di sicuro Samsung ha intenzione di dire la sua anche in questo settore.