Google potrebbe realizzare una tastiera per iOS con tanto di ricerca web

Si sa, tra Google e Apple non è mai corso buon sangue, certamente sono due avversarie che si rispettano molto anche se a volte per motivi a noi sconosciuti avvengono degli accadimenti che spiazzano e che sicuramente vanno in controtendenza rispetto alla presunta diatriba tra le due più importanti aziende del settore tecnologico nel campo mobile e non solo.

Molti sono gli screzi intercorsi tra i due colossi negli anni passati ma in realtà oggi le cose sembrano cambiare, noi mal pensanti, alludiamo ad interessi puramente economici o subdoli sotterfugi, ma tralasciando questi aspetti di poco interesse è insolito vedere come Google stia avendo sempre più un rapporto costante con la controparte Apple.

In questi giorni per esempio, Google ha considerato lo sviluppo di applicazioni per i prodotti Apple una vera e propria priorità. Infatti  sia per iPhone che per iPad gli aggiornamenti più recenti di Google Plus, sono stati rilasciati in maniera decisamente rapida.

Sempre a tal proposito sembra che Google stia per aggiungere una variante della sua tastiera Android per i dispositivi Apple, e la ”storia” ce la racconta direttamente in  esclusiva lo scrittore Casey Netwon di The Verge:

”Google avrebbe sviluppato una tastiera di terze parti per iOS implementata nel motore di ricerca dell’azienda in una parte molto usata dell’interfaccia. La tastiera, che incorpora una varietà di opzioni di ricerca, è stata sviluppata per mesi, secondo quanto dicono persone vicine alla vicenda. Non è chiaro però se o quando Google ha intenzione di rilasciarla. L’azienda ha rifiutato di commentare.”

A tutto questo va aggiunto che la tastiera di Google potrebbe includere il supporto alla battitura basato su gesti (simile a quella introdotta dagli  Swype ) ed includerà dei pulsanti distinti per le immagini e la ricerca di GIF, supportati molto probabilmente dalla ricerca di immagini su Google. A completare il metodo di scrittura è stata aggiunta la ricerca sul web che può essere attivata toccando il logo di Google.

tastiera Google

Secondo lo stesso scrittore di The Verge, ”la tastiera è stata usata tra i dipendenti di Cupertino per mesi, ed è stata progettata per aumentare il numero di ricerche di Google su iOS.”

A tal proposito proprio la scorsa settimana, da un rapporto diffuso in rete, viene indicato come Google guadagni un terzo di tutte le sue entrate dalle ricerche sul web, ma il futuro non sembra roseo per l’azienda. Questo è spiegato da un semplice ragionamento che lo stesso sito The Verge ha spiegato:

”Mentre Mountain View detiene il monopolio sul mercato della ricerca globale, ci sono prove che la ricerca mobile si stia dimostrando molto meno redditizia per Google rispetto a quella desktop. Utilizzando i numeri a disposizione, il giornalista Charles Arthur ha sostenuto che ad Ottobre, la metà degli utenti di smartphone hanno eseguito praticamente zero ricerche al giorno . (Utilizzando lo stesso ragionamento, Arthur ha dedotto che gli utenti desktop eseguono invece una media di 1,23 ricerche al giorno.)”

Con queste premesse è lecito pensare come Apple abbia quindi deciso di puntare su SIRI il più possibile, con i recenti aggiornamenti sempre più incentrati su una migliore ottimizzazione d’ascolto. A differenza di Google che invece per la ricerca dei risultati si avvale comunque di Bing sviluppato da Microsoft. Questo porta ad avere per Apple un ecosistema migliore e gli utenti saranno comunque inclini a sfruttare la prima ipotesi piuttosto che il motore di ricerca di Google e ciò comporterebbe ovviamente nessuna entrata per Mountain View.

Se in tutta questa storia la tastiera di Google dovesse approdare ufficialmente su iOS, si pensa che comunque non possa diventare popolare poichè non apporterebbe un beneficio tangibile per tutti coloro che decidessero di utilizzarla. Però è quantomeno apprezzabile come Google, nonostante ”giochi in casa dell’avversario” tenti comunque di sforzarsi a ribaltare le cose. Via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *