Jailbreak iOS 9.1 ed Apple TV: Pangu chiarisce la situazione

Il team di hacker Pangu rilascia in via ufficiale il Jailbreak iOS 9.1 ed afferma che per la prossima settimana sarà pronto un Jailbreak per Apple TV accessibile da SSH, senza quindi avere la UI di base che si ha nel normale funzionamento del dispositivo.

Per chi conosce il Jailbreak, è a conoscenza delle varie possibilità a cui si ha accesso una volta abilitato, data la grande chiusura che ha il sistema operativo di Cupertino. Per chi invece non sapeva cosa fosse questo Jailbreak, esso è la procedura di sblocco del proprio dispositivo Apple che porta ad una serie di applicazioni e funzionalità che non è possibile fruire con i mezzi che iOS non dà a disposizione. Ultimamente, il team che sta dando sempre la possibilità di effettuare il Jailbreak agli utenti è Pangu, che nonostante i costanti aggiornamenti cerca sempre di ottenere una via per poter effettuare questa procedura di sblocco.

Poche ore fa, il team di hacker chiarisce la situazione che c’è dietro questa operazione, dichiarando che ora è possibile effettuare il Jailbreak iOS 9.1 e che presto sarà disponibile ottenere il Jailbreak anche su Apple TV di quarta generazione. Se avete notato la versione di iOS, avrete capito come essa sia obsoleta e non più firmata da Apple, e quindi ne potranno giovare solo quei utenti che non hanno eseguito l’ultimo aggiornamento. Il problema di questo inconveniente è che Apple, nella versione di iOS 9.2, ha fixato la falla di sicurezza proveniente dal kernel.

Jailbreak iOS 9.1

È possibile scaricare lo strumento Pangu 1.3 per iOS 9.1 dal sito ufficiale di Pangu. Lo strumento funziona solo per iOS 9.1 su dispositivi iOS a 64 bit. Precedenti iOS 9 versioni possono essere sbloccati su dispositivi a 32 bit che utilizzano lo stesso strumento.

Per quanto riguarda la quarta generazione di Apple TV, Pangu ha dichiarato che entro la prossima settimana sarà disponibile effettuare il Jailbreak, ma tramite l’accesso da un server SSH, perciò non potremo avere l’interfaccia utente che ci ritroviamo alla normale accensione del dispositivo. Un’ottima notizia, però, in quanto nessuno è mai riuscito a sbloccare questo tipo di dispositivo. – fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *