L’applicazione Messenger presto inserirà la pubblicità ma sotto il nostro controllo

Si sa, la pubblicità è l’anima del commercio, anche se spesse volte si tende ad esagerare. Il caso di cui vi parlerò oggi riguarda una della applicazioni al mondo più scaricate ed usate, quali Facebook Messenger che da sempre è stata esente da pubblicità, facendone un proprio cavallo di battaglia. Tuttavia, il sito TechCrunch ha scoperto un documento destinato a Facebook il quale rivela l’intenzione da parte del social, di inserire annunci pubblicitari sull’applicazione Messenger nel secondo quadrimestre del 2016.

TechCrunch non ha rivelato le immagini del documento in modo da proteggere la loro fonte, ma i dettagli rivelano che Messenger permetterà alle aziende di inviare annunci come messaggi per gli utenti, questo se l’utente ha precedentemente avviato già una conversazione in chat con l’azienda in questione. Tutto ciò, combinato al nuovo URL (collegamento breve di Facebook fb.com/msg /), il quale aprirà la chat con una società con un semplice clic, potrebbe far diventare Messenger una piattaforma pubblicitaria potente.

La risposta di Facebook in merito all’argomento non si è fatta attendere e a dir la verità l’azienda ha preferito non sbottonarsi più di tanto sulla faccenda:

“Non commentiamo voci o speculazioni. Detto questo, il nostro obiettivo con Messenger è quello di creare una elevata qualità, un’esperienza coinvolgente per 800 milioni di persone in tutto il mondo e che comprenda e garantisca alle persone di verificare e controllare i messaggi indesiderati di qualsiasi tipo”.

Facebook Messenger

Il rovescio della medaglia è che quindi il controllo sarà sempre in mano agli utenti, che potranno limitare o interrompere le interazioni indesiderate con le imprese. Questa nuova modalità di annunci sembra potrà comunque essere avviata solo dagli utenti e mai dalle imprese. Per iniziare a ricevere gli annunci, un utente deve essere sempre il primo ad iniziare la conversazione. Le aziende non saranno in grado di pubblicare annunci a sproposito semplicemente perchè ad un utente è piaciuto ad esempio un determinato prodotto pubblicizzato dalla stessa.

La nuova ”funzione” potrebbe essere già prevista nel mese di Aprile, e Facebook sembra stia incoraggiando e spingendo le aziende a utilizzare i propri ”fedeli” consumatori ed iniziare conversazioni con loro in modo da inviare messaggi pubblicitari non appena la funzione sarà disponibile.

Secondo voi cari lettori, pensate sia invasivo il nuovo sistema pubblicitario anche se in realtà il controllo dipenderà da noi stessi? Via