Samsung produrrà chip di memoria da 256 GB UFS 2.0 dalle velocità impressionanti

Xiaomi ha appena annunciato ieri in quel di Barcellona il proprio smartphone di punta con a bordo ben 128 GB di memoria interna con tecnologia UFS 2.0. Un altro dei principali produttori di memoria, Samsung, ha annunciato di aver iniziato la produzione del quantitativo da 256GB UFS, chip di memoria nella versione 2.0 realizzato per il mercato consumer, con lo scopo di implementarlo, si presume, nei  loro smartphone di fascia alta.

Il chip che è in grado di gestire fino a 45.000 operazioni di input e 40.000 di output al secondo (IOPS) rispettivamente in lettura e scrittura. Per rendervi conto delle potenzialità del chip basta comparare la precedente generazione UFS  che è in grado di coprire ”solo” 19.000 e 14.000 di IOPS in lettura e scrittura. Questo per favi capire tutta la potenza delle nuove memorie UFS 2.0.

Quello che lascia stupefatti è che il chip da 256GB di Samsung è in grado di eseguire letture sequenziali fino a 850 MB/s. Anche se il dato vi sembrerà anomalo, avete letto bene, è proprio 850 megabyte al secondo. Questa velocità di trasferimento dati dalle prestazioni esaltanti, non solo è alla pari con la maggior parte degli SSD SATA, in realtà promette di superare alcuni prodotti Samsung, come quelli di fascia alta con velocità in scrittura sequenziale che possono raggiungere velocità di 260MB/sorpassando di gran lunga qualsiasi scheda microSD attualmente in commercio.

Joo Sun Choi, vice presidente esecutivo Vendite e Marketing espone anche il suo pensiero:
”Con questa densità di memoria UFS che è quasi due volte più veloce di un normale SATA SSD per PC, contribuiremo ad un cambiamento nel mercato dello storage di dati mobili,”. “Siamo determinati a spingerci maggiormente nella competitività nel settore delle ”memorie” di alta qualità – OEM NVMe SSD, SSD esterni e UFS – muovendoci aggressivamente per migliorare le prestazioni e la capacità in tutti e tre i mercati.”

Samsung afferma che uno degli scopi principali della sua nuova produzione  di chip a 256GB UFS di memoria 2.0 sarà fondamentale per il futuro dei dispositivi di fascia alta in grado di ospitare contenuti multimediali 4K su “dispositivi mobili con grandi schermo” . Una domanda però è da chiedersi. Cosa succede se non si vuole guardare contenuti 4K sul nostro cellulare? Nessun problema, Samsung afferma che il chip può contenere fino a 47 filmati a 1080p.

Ovviamente tutto questo è pubblicità gratuita per Samsung, ed esibire un chip così performante non può che attirare l’attenzione su di se. Ora bisognerebbe capire quale dei suoi primi dispositivi avrà cotanta potenza di memoria in grado di essere sfruttata. Potrebbe essere il futuro Samsung Galaxy Note 6? A questa risposta solo il tempo potrà darci una risposta. Nel frattempo cari lettori, non perdetevi altre interessanti news qui su EnjoyPhone Blog. Via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *