Apple Watch 2 ipotizzato da un brevetto

Da un brevetto della casa di Cupertino, pubblicato nella giornata di oggi, veniamo a conoscenza di un’interessante funzione che potrà essere integrata nel prossimo Apple Watch 2, ovvero quella della variazione del volume delle notifiche in base al rumore di fondo.

Con l’avvento del primo dispositivo indossabile di Apple, finalmente anche gli utenti iOS hanno potuto usufruire di tutte quelle funzioni che uno smartwatch può garantire, ma con una profonda integrazione con il sistema operativo proprietario di Apple. Nonostante ciò, lo smartwatch di Apple non possiede ancora quelle funzionalità utili nella vita di tutti giorni, ma con l’Apple Watch 2 le cose potrebbero cambiare grazie ad una funzionalità molto interessante.

Apple Watch 2 brevetto

Da un recente brevetto pubblicato dalla stessa Apple nella giornata di oggi, possiamo vedere come il prossimo smartwatch potrà percepire i rumori di fondo di ciò che ci circonda per poter modificare i volumi delle notifiche da ricevere sul nostro dispositivo indossabile. Per esempio, se ci troviamo in ufficio, la notifica ci verrà recapitata in maniera più “lieve” rispetto a quando ci troviamo in stazione con tanta gente che ci circonda. Tutto ciò è spiegato in maniera più chiara da una nota ufficiale di Apple:

Un volume di allarme desiderato può variare notevolmente in base a se un utente è nel suo ufficio con il suo dispositivo sulla scrivania o in una metropolitana affollata con il suo dispositivo in tasca. Nonostante queste preferenze distinti, un utente può mantenere un volume avviso fisso al fine di evitare l’inconveniente di modificare l’impostazione o per dimenticanza […]

Un dispositivo indossabile rischia di essere relativamente esposto all’aria mentre viene indossato, mentre un dispositivo host può essere esposto all’aria o schermati in varia misura da aria e da rumore esoso, a seconda di come è portato o retratto.

In altre parole, a seconda del rumore di fondo, sia l’Apple Watch 2 che l’iPhone potranno regolare il suono delle notifiche o dei volumi di sistema così da renderli più recepibili uditivamente. Riguardo a ciò, anche l’interazione con Siri potrebbe variare, infatti possiamo trovare un suo indizio nel restante delle note riguardo a questo brevetto:

Altri confronti di suono possono essere utilizzati per altri scopi, come ad esempio la regolazione degli algoritmi di rilevamento del discorso nel dispositivo host per tenere conto di suoni ambientali che possono interferire con il rilevamento di esso.

Come trovate questa nuova funzione? Potrà essere un buon motivo per acquistare il prossimo Apple Watch 2? Fatecelo sapere nei commenti.via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *