Nuovi brevetti Samsung per la S-Pen con nuove funzionalità

Recentemente abbiamo visto Samsung brevettare, nell’ultimo Galaxy Note presentato dall’azienda, un nuovo meccanismo di sgancio della S-Pen, l’innovativo accessorio che garantisce un elevata produttività caratteristica distintiva della serie “Note” di Samsung.  Tale implementazione potrebbe aprire la strada ad altri usi o semplicemente potrebbe essere applicata ad altri prodotti dell’azienda. L’idea, però, che si sta affacciando in questi giorni è quella di fornire alla linea “Note” e alla pennina in dotazione (S-Pen), anche la possibilità di poterla utilizzare come un accessorio stand-alone oltre al suo comune uso. Tra i piani di Samsung infatti, ci sarebbe una novità riguardante la stilo più famosa al mondo ma anche altro sembra bollire in pentola.

A giudicare dal primo brevetto Samsung trapelato in questi giorni, la linea “Note” potrebbe presto essere in grado di fornire qualcosa di simile ad uno stand per posizionare i device ma con l’aiuto semplicemente della S-Pen. Il brevetto, indica che Samsung  implementerà delle future interazioni con la stilo che potrà essere bloccata in una determinata posizione, come ad esempio piegata a 90 gradi. Ciò servirà ad utilizzarla come un cavalletto, che se riposizionato come in origine, potrà essere nascosto nuovamente all’interno del telefono.

Samsung S-Pen

La notizia assume toni ancora più interessanti, poichè Samsung avrebbe intenzione di estendere questa possibilità anche alla serie “S”. Questo ultimo rapporto è ancora un altro indizio che sta ad indicare come Samsung stia progettando di far diventare le due linee sempre più simili tra loro. Quello che è trapelato è un brevetto per un accessorio del tutto simile ad una cover aggiuntiva e che essenzialmente trasformerà uno smartphone Galaxy S in un Galaxy Note Edge, con una stilo propria. Il materiale pervenuto, anche se in coreano, evidenzia questa possibilità. Quello che rappresenta l’immagine infatti è un pannello frontale, progettato con l’idea di poter essere aggiunto a piacimento in base alle esigenze dell’utente. Il pannello ha un proprio vetro sulla parte anteriore, che è curiosamente curvo sul lato destro, facendolo apparire come la curvatura appartenente al Galaxy Note Edge.

Samsung S-Pen

Le immagini in questione svelano la parte migliore di questo ipotetico brevetto di Samsung. Si può notare infatti sul lato destro del pannello la sede di una probabile stilo. La possibilità che un pennino capacitivo regolare, possa essere implementata in questa maniera risulta alquanto futuristica.

Samsung deve la sua precisione nella serie Note, grazie ad un digitalizzatore Wacom, che è presente sotto il vetro dei suoi smartphone. In combinazione con il normale touchscreen, permette al telefono di distinguere tra l’input  del tocco e la stilo, ed in grado di escludere eventuali altri touch dovuti ad esempio al contatto con il palmo della mano.

L’ ipotesi è che il pannello di vetro rimovibile illustrato in questo brevetto ospita in realtà il digitalizzatore necessario per far funzionare un telefono non Note con la S Pen. Non è chiaro se questo accessorio potrà adattarsi a modelli di grandi dimensioni o se è progettato per funzionare solo con gli smartphone Galaxy S di dimensioni “normali”.

Non è da escludersi che questa piccola innovazione la si possa vedere al MWC di quest’anno, proprio accanto al Galaxy S7 ed ai suoi fratelli. Sarà interessante però capire se tale feature sarà implementata sui prossimi smartphone dell’azienda, risultando, qualora ce ne fosse bisogno, un’altra interessante funzionalità nel già ricco ventaglio di operazioni offerte dalla stilo. Via Via