“Errore 53” rende gli iPhone inutilizzabili. La causa è il Touch ID non originale

Recentemente si è diffusa la voce, alquanto preoccupante, di un certo numero di iPhone 6 ed iPhone 6 Plus di Apple, i cui proprietari lamenterebbero un cattivo malfunzionamento del proprio telefono quando questo è stato portato a riparare in laboratori esterni a quelli ufficiali dell’azienda. In tutti questi casi i telefoni visualizzerebbero, all’accensione, un messaggio di “errore 53” che apparterrebbe perlopiù ad un difetto dovuto alle riparazioni effettuate al pulsante touch ID originale o al cavo associato.

Con esattezza, dopo la riparazione, il telefono funziona ancora perfettamente fino a quando però non viene installato iOS 9. A quel punto, un messaggio di errore apparirebbe sullo schermo ed il telefono diventa inutilizzabile. Foto, dati e altri contenuti vengono persi per sempre. Il sospetto è che iOS 9 al momento della sua installazione, inizi a ricercare i componenti “originali” e quando questo non avviene, l’utente viene bloccato e l’unico rimedio è quello di acquistare un altro iPhone.

Errore 53 Touch ID

I proprietari degli iPhone ormai inservibili, accusano Apple per non essere stati informati sui dettagli di questo problema in anticipo, rappresentando un problema importante, sia per i consumatori ma anche per tutti i laboratori di riparazione. Molti credono che il problema che porta “all’errore 53” sia stato creato per costringere gli utenti iPhone ad avere il loro telefono, riparato esclusivamente da Apple. Qualunque sia la ragione, è giusto informarvi di tale fastidiosa eventualità. Se il vostro iPhone 6 o iPhone 6 Plus è danneggiato, forse è meglio prendere in considerazione che sia Apple a gestire le riparazioni. In caso contrario, un probabile “Errore 53” potrebbe lasciarvi in mano con un costoso fermacarte.

Questo è quanto comunicato dall’azienda in merito ai procedimenti di riparazione:

Proteggiamo i dati relativi alle impronte digitali utilizzando una partizione protetta, che è accoppiata in modo univoco al sensore del Touch ID . Quando l’iPhone è riparato da un fornitore di assistenza autorizzato Apple o Apple Retail Store per le modifiche che interessano il sensore ID tocco, l’accoppiamento viene ri-convalidato. Questo controllo, assicura che il dispositivo e le caratteristiche di iOS relative al Touch ID rimangano sicure. Senza questo abbinamento, un sensore ID potrebbe essere sostituito da qualche malintenzionato, guadagnando così l’accesso alla partizione protetta. Quando iOS rileva che l’associazione non riesce se ad esempio utilizziamo il Touch ID per effettuare pagamenti tramite Apple Pay, il dispositivo viene disattivato in modo che rimanga sicuro. Quando un iPhone è servito da un provider di riparazione non autorizzato, schermi difettosi o altri componenti non validi che sfruttano il sensore ID, potrebbero causare un controllo con esito negativo e l’abbinamento non può essere convalidato, bloccandolo inesorabilmente. Con un successivo aggiornamento o ripristino, ulteriori controlli di sicurezza si traducono in un “errore 53” che verrà subito visualizzato. Se un cliente va incontro a questo tipo di problematica, si consiglia di contattare l’assistenza Apple. Via