LG G4, i problemi di bootloop non condizioneranno l’aggiornamento MarshMallow

Periodo cruciale quello che stiamo vivendo per quanto concerne l’LG G4, in virtù del fatto che il produttore coreano ha deciso non solo di ritirare dal mercato l’aggiornamento del sistema operativo Android MarshMallow (fermo restando che qui in Italia l’upgrade ha messo piede solo tramite LG Bridge, ma soprattutto solo per alcune versioni brandizzate e per quella no brand), ma anche di ammettere i problemi di bootloop che erano stato denunciati a più riprese dagli utenti.

A dirla tutta, da oltre un mese si parla di malfunzionamenti riguardanti l’LG G4, ma solo adesso la divisione centrale di LG ha deciso di giocare a carte scoperte con i possessori del device. Importante evidenziare, a tal proposito, che ora anche LG Italia non può far finta di nulla, come si percepisce in modo piuttosto chiaro da un annuncio che è stato dato di recente su Facebook in risposta ad un utente:

“LG Electronics è a conoscenza di un problema di avvio dello smartphone LG G4. Tutti gli utenti che riscontrano tale inconveniente con il loro apparato sono invitati a consegnare il telefono presso il più vicino centro autorizzato LG per un intervento in totale garanzia.
Non riteniamo che questa situazione sia inerente all’aggiornamento software, vedrai che Android 6.0 Marshmallow sarà presto nuovamente disponibile”.

Insomma, sono due gli aspetti da mettere in evidenza in seguito alla diffusione di questa nota ufficiale. In primo luogo, le problematiche di bootloop a detta dell’azienda non sono connesse in alcun modo al rilascio dell’aggiornamento del sistema operativo Android Lollipop (da capire se si tratta di una dichiarazione di facciata). In seconda istanza, tutti coloro che riscontreranno problemi di questo tipo nel corso dei prossimi giorni potranno rivolgersi tranquillamente ad un centro autorizzato, visto che la problematica è e sarà sempre coperta dalla garanzia.