Zenfone 3: possibile sensore di impronte sul prossimo flagship

Asus è riuscita a raggiungere traguardi notevoli ad inizio anno. L’azienda con sede a Taiwan ha rilasciato svariati device decisamente interessanti, sopratutto nel settore smartphone come gli ZenFone 2, il più potente dei quali sfoggia ben 4GB di RAM, ed è stato il capostipite dei devices con tale quantità di memoria.

Se già di per sé non fossero interessanti, Asus ha pensato bene di alimentarli con SoC Intel, e a decretarne il successo del più potente dei due è anche il prezzo abbastanza abbordabile ed irrisorio rispetto a quello che ha da offrire, rendendolo ancora attuale ed un valido acquisto anche oggi dopo quasi un anno dal suo rilascio.

Asus non paga, ha rilasciato anche una serie di ulteriori ZenFone durante tutto l’anno, appartenenti più alla fascia medio/bassa, ma non hanno avuto lo stesso successo dei primi presentati al CES di Las Vegas tenutosi nel mese di Gennaio.

ASUS-ZenFone-2

Adesso è naturale chiedersi cosa dovremo aspettarci dalla terza generazione di Zenfone, annuncio che dovrebbe arrivare, come per i primi modelli sempre alla manifestazione americana che si terrà il mese prossimo, difatti Asus ha già diramato gli inviti per l’evento.

Potremmo già ipotizzare qualche proposta; mesi addietro infatti, una voce emerse speculando che il prossimo ZenFone 3 potrebbe implementare l’ormai “comune”  lettore di impronte digitali, e la relazione spuntata in rete in questi giorni confermerebbe ciò che vi abbiamo appena descritto.

Secondo una fonte proveniente da Taiwan, i responsabili di una nota azienda di forniture elettroniche, svelerebbero che il prossimo ZenFone 3 avrà sicuramente uno scanner di impronte digitali, e l’azienda in questione sarebbe appunto la Taiwanese “Elan Microelectronics” che possiede alcuni stabilimenti in Cina.

La relazione spiega anche come l’adozione di sensori biometrici digitali sia in costante aumento e che vedremo, nel 2016, sempre più dispositivi adottare tale feature. E se ciò non bastasse, un dirigente Asus confermerebbe l’adozione sui futuri dispositivi, di una porta USB di tipo C.

Ciò è dovuto ad un sostanziale calo dei prezzi di queste componenti elettroniche e mentre prima erano applicati esclusivamente sui dispositivi di fascia alta, adesso è possibile trovarli anche in dispositivi di categoria inferiore decretandone la maggiore diffusione e il conseguente abbassamento dei prezzi

Sarà sicuramente interessante vedere cosa realizzerà Asus per l’anno che verrà. Lo ZenFone 2 è un ottimo smartphone davvero ben progettato, e proprio come per il precedente modello ci aspettiamo che anche lo ZenFone 3 possa soddisfare le aspettative.

Anche i numeri dicono che l’azienda sta facendo molto bene nel 2015, sopratutto nel Sudest asiatico, India, Brasile, Russia e Taiwan. La società prevede inoltre di espandersi maggiormente anche il prossimo anno quando sbarcheranno in altre nazioni come Myanmar, Cambogia, Bangladesh, Egitto e Nigeria. Asus infatti, prevede di spedire 20 milioni di smartphone entro la fine di quest’anno, e di aumentare le vendite fino ai 30 milioni nel 2016. Questi numeri sono decisamente alla portata della società che indubbiamente non deluderà il mercato consumer.

Via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *