Project Titan: ancora più conferme da parte di Apple

Nuove conferme riguardo Project Titan, il progetto “segreto” di Apple riguardo lo sviluppo di una macchina elettrica sotto la guida di Sixty Eight Research, azienda del settore con cui Apple si pensa stia collaborando.

future-rear-apple-car

Questa volta, nuove notizie arrivano direttamente dall’azienda collaboratrice di Apple che ha recentemente partecipato alla 17° Global Car Corpo Benchmarking Conference in Germania, assieme ai più grandi marchi dell’automobilismo mondiale come MG, Honda e Mercedes.

La conferenza è stata organizzata dall’ Automotive Circle International, un gruppo industriale che collega produttori e fornitori con particolare attenzione alla produzione di carrozzerie, verniciature e montaggio; l‘evento annuale si è svolto dal 20 ottobre al 22 a Bad Nauheim, in Germania, dove anche la Sixty Eight Research ha detto la sua contro i marchi più prestigiosi.

project titan

Vi sono varie speculazioni riguardo il futuro di questo Project Titan, alcuni dicono che Apple gestirà solo il marchio e l’esperienza utente dell’auto mentre a Sixty Eight Research sarà destinata solo la produzione. Altri rumors, invece, dichiarano che Apple adotterà il metodo “progettato in California e prodotto in Cina” come per gli attuali dispositivi della mela morsicata.

Facendo riferimento, però, all’attenzione che sta prestando Apple alle varie conferenze riguardo l’automozione, di certo questa non sarà solo la coincidenza ma vorrà dire che l’azienda di Cupertino sia in reale procinto di sviluppare e mettere in commercio una propria auto con relativi accessori che collegano l’utente ai propri dispositivi Apple, come abbiamo visto con Apple CarPlay e l’integrazione con l’auto.

Oltre a queste speculazioni, siamo anche a conoscenza che Apple all’inizio dell’anno, abbia assunto 1200 dipendenti sul Project Titan e che, la settimana scorsa, abbia messo mani su un nuovo progetto che riguarda le targhe automobilistiche digitali. Tutti segni che Apple voglia fare sul serio e dedicarsi anche al mondo delle autovetture (con o senza collaborazione di terzi), in cerca di una fortuna già ottenuta nel campo dell’informatica.

via