Huawei Mate 8: successore del 7 o evoluzione del S?

Ormai è stato praticamente ufficializzato l’arrivo dell’attesissimo Huawei Mate 8. A confermarlo è proprio il CEO del colosso cinese, Richard Yu.

Richard Yu
Richard Yu – CEO Huawei

 

Nonostante sia imminente la sua presentazione, prevista per il 26 novembre, sono davvero poche le notizie trapelate sul nuovo phablet della Casa. Quando fu presentato il Mate S, lo scorso settembre all’IFA di Berlino, è stato consequenziale trarre una conclusione: interruzione della numerazione per il Mate e inizio di una nuova serie, la S.

 

Ma ora le cose sono cambiate e quindi le alternative sono due: o il Mate S è stato un flop (ma questa ipotesi possiamo escluderla a priori) oppure i due device viaggeranno su due binari differenti (ipotesi, questa, più accreditata).

Ma quali sono le differenze fondamentali che passano tra l’Ascend Mate 7 e il Mate S?

Innanzi tutto, salta subito all’occhio la grandezza del display: il primo da ben 6 pollici e il secondo da “soli” 5.5 pollici.

Ovviamente differenze sostanziali, oltre che nel prezzo, le troviamo anche nel cuore di questi due dispositivi.

Il primo alimentato con un Hisilicon Kirin 925, Quad core 1.8 GHz + Quad core 1.3 GHz, mentre il secondo da Hisilicon Kirin 923, Quad core 2.2 GHz + Quad core 1.5 GHz. Anche per quanto riguarda la memoria, abbiamo una RAM da 2 GB (con una ROM di 16 GB) per il Mate 7 e una di RAM di 3 GB (con una Rom di 64 GB) per il “fratello”.

Nessuna differenza per quanto riguarda invece i megapixel della fotocamera: per entrambi troviamo infatti troviamo i medesimi sensori da 13 megapixel posteriori e 5 megapixel frontali.

Detto questo, rispetto alla batteria, ci si sarebbe potuto aspettare un amperaggio maggiore per il Mate S (solo 2.700 mAh) che, almeno in questo campo, perde nettamente il confronto con il Mate 7: quest’ultimo, infatti, fa sorridere i suoi possessori per durata, grazie ai suoi 4.100 mAh.

Huawei Ascend Mate 7
Huawei Ascend Mate 7

 

Considerato il grande successo ottenuto con il Mate 7 e con il P8, che hanno permesso a Huawei di raggiungere la vetta sconsacrando il potere, prima incontrastato di produttori come Samsung e LG, l’arrivo del Mate 8 sembra essere la prosecuzione di un’ottima tattica di attacco al mercato.

Come accennato in precedenza, non si hanno attualmente, molte certezze ma solo alcune speculazioni su questo nuovo terminale e l’unica cosa certa pare essere il suo processore, Hisilicon Kirin 950 e una GPU Mali-T880, con 3 / 4 GB di RAM e una ROM di due tagli, 32GB e 64GB. 

Sul fronte Fotocamera, avremo un sensore da 16 megapixel sul retro e uno da 8 megapixel per gli amanti dei selfies. Il tutto girerà con Android 6.0 Marshmallow pre-installato.

Il campo delle ipotesi si estende poi al display ed al Force Touch: per quanto riguarda il primo, probabilmente avremo ancora una risoluzione FHD*, mentre per quanto riguarda il secondo è legittimo aspettarsi il suo utilizzo (dato che già lo troviamo sulla versione “Elite” del Mate S).

*Se così non fosse, in casa Huawei non regnerebbe una gran coerenza, considerando che lo stesso CEO aveva affermato l’inutilità di un display QHD su di uno smartphone.. ma tutto è possibile (ndr).

 

Insomma, non ci resta che attendere pazientemente la fine del mese per toccare con mano questo nuovo phablet dalle caratteristiche principali ancora, purtroppo, ignote.