Come richiedere assistenza su Amazon: sostituzione, rimborso e reso gratuito!

A volte, anche dopo molti mesi dall’acquisto, può presentarsi un difetto di fabbrica nei prodotti che acquistiamo: ed è proprio qui, nel momento dell’assistenza ai clienti, che si vede la professionalità dei venditori.

Amazon si è affermato negli ultimi anni come l’e-commerce più affidabile di sempre e, infatti, pochi giorni fa gli è stato riconosciuto il premio “Campione del servizio” posizionandosi, meritatamente, al primo posto in Italia nella vendita online.

Alla base di tutto c’è un sistema solido ed efficace che pone al centro delle attenzioni una cosa sola: il cliente!

Amazon, infatti, non ha rivali per quanto riguarda la fase post-vendita di un prodotto.

 

Chi vende su Amazon?

Innanzitutto è doveroso fare una precisazione: Amazon.it è un marketplace quindi troveremo oggetti in vendita anche da altri negozi e da privati (come su eBay).

Resistuzione_rimborso_amazon (1)

Questo fondamentalmente, significa che bisogna sempre affidarsi ai feedback dei precedenti acquirenti dell’oggetto prima di un acquisto e, soprattutto, che la fase di assistenza post-vendita non viene gestita da Amazon, bensì dal venditore stesso. In pratica, però, non cambia nulla perché Amazon ha delle precise politiche e modalità di reso che devono essere rispettate da tutti i venditori.

Come fare per sapere chi mi ha venduto l’oggetto?

Dovrete cercare sulla pagina di descrizione dell’oggetto, dove troverete la dicitura Venduto da […] che vi chiarirà in modo definitivo chi vende l’articolo in questione.

 

Reso gratuito nei primi 30 giorni dopo l’acquisto

La prima grandiosa forma di garanzia di Amazon consiste in un periodo di “prova” per l’acquirente, che, se non soddisfatto del prodotto o se per qualsiasi altro motivo (anche personale) vuole restituirlo ed avere un rimborso, ha la possibilità di rimandarlo indietro senza alcun costo entro 14 giorni dall’acquisto. Questo periodo si estende a 30 giorni sostenendo il solo costo della spedizione verso i magazzini di Amazon.

Per richiedere il reso basta recarsi su questa pagina.

Raggiungibile anche dalla home page di Amazon:

  • Recati in fondo alla pagina
  • Sulla destra, tra i menù, cerca: “Bisogno di aiuto?
  • Cerca tra le voci sottostanti e clicca su: “Restituisci o sostituisci articoli

Resistuzione_rimborso_amazon (2)

Si aprirà la seguente pagina:

Resistuzione_rimborso_amazon (2)

Cliccate su “Inizia un reso” e vi troverete di fronte all’elenco degli oggetti per il quali potrete chiedere il reso gratuito entro 30 giorni anche in assenza di difetti!

Scegliete l’oggetto per il quale volete richiedere il reso e cliccate su “Restituisci o sostituisci articoli” e seguite le semplici istruzioni direttamente dal sito.

Resistuzione_rimborso_amazon (3) Resistuzione_rimborso_amazon (3)

Se non è questo il vostro caso e sono trascorsi ben più di 30 giorni dall’acquisto: niente paura, continuate a leggere!

 

Garanzia Commerciale VS Garanzia Legale

Bisogna fare una precisazione per quanto riguarda la garanzia, ne esistono infatti due tipi: commerciale e legale.

La garanzia commerciale è quella offerta dal produttore dell’oggetto che stiamo acquistando e, per legge, deve essere di almeno 12 mesi. La maggior parte dei produttori si attengono al minimo offrendo 1 anno di garanzia ai loro prodotti.

La garanzia legale, detta anche garanzia di conformità, come prevede la Direttiva comunitaria 1999/44/CE deve essere offerta dal venditore dell’oggetto per i successivi 24 mesi dall’acquisto.

L’inizio di entrambe coincide con la data d’acquisto.

Se sei un privato avete diritto ad entrambe, che quindi si sovrappongono. Se, invece, hai acquistato a nome di un’azienda con una partita IVA hai diritto solo alla garanzia commerciale.

Breve esempio: acquistiamo un telefono in un negozio qualsiasi (Euronics, Mediaworld, Trony, ecc.. ). Se durante il primo anno, a decorrere dalla data d’acquisto, il telefono presenta difetti, possiamo interpellare sia il produttore del telefono (Samsung, Apple, Sony, ecc..) sia il venditore.

Spesso è preferibile, durante il primo anno di garanzia, usufruire dell’assistenza del produttore, per via delle tempistiche più brevi: solitamente il venditore non fa altro che prendersi carico di inviare l’oggetto all’assistenza ufficiale del produttore, aumentando le tempistiche di qualche giorno.

Ma non è questo il caso di Amazon!

Quest’ultima, infatti, offre un’assistenza a dir poco eccezionale ai suoi clienti! Ben superiore di qualsiasi produttore.

 

Reso per difetto di Fabbrica

Nel nostro caso il reso per difetto di fabbrica deve essere richiesto al produttore entro i primi 12 mesi oppure al venditore (in questo caso ad Amazon) entro lo scadere del secondo anno dalla data di acquisto.

Guardiamo insieme come procedere per richiedere assistenza ad Amazon:

Innanzitutto voglio rassicurare coloro che hanno smarrito (o credono di aver smarrito) la fattura o lo scontrino: Amazon non inserisce nessun documento d’acquisto nelle confezioni che invia, quindi se non ricordate dove l’avete messo è perché non l’avete mai ricevuto! Per esigere il diritto di garanzia non è infatti necessario alcun documento d’acquisto, bensì dovrete essere i titolari dell’account dal quale è stato effettuato l’acquisto.

A questo punto dovremmo contattare Amazon.

Non so perché ma la sezione Contatti è ostica da raggiungere dall’interno del sito, si viene rimandati sempre a risposte predefinite, probabilmente per limitare le richieste di contatto diretto, per questo vi lascio direttamente il link alla pagina dei contatti.

Si aprirà una pagina col nostro ultimo ordine effettuato.

Seguendo le istruzioni scritte sul sito, procederemo così:

Punto 1: Selezioniamo l’ordine (se quello impostato non corrisponde all’oggetto da rendere basta cliccare sul pulsante Scegli un altro ordine”).

Punto 2: Selezioniamo l’argomento causale della comunicazione nel menù a tendina. Nel nostro caso selezioniamo “Resi e rimborsi”.

Resistuzione_rimborso_amazon (5)

Punto 3: Selezioniamo in che modo vogliamo che avvenga la comunicazione. Abbiamo 3 possibilità:

  • Prenotare una telefonata da parte di un operatore. E’ la soluzione più pratica e di solito è quella raccomandata da Amazon.
  • Chattare con un operatore. E’ altrettanto veloce come telefonare, gli operatori sono sempre disponibili in brevissimo tempo.
  • Inviare una mail. Le risposte avvengono in modo molto rapido (simile ad una chat con l’operatore).

Resistuzione_rimborso_amazon (6)

A questo punto, se l’operatore vi conferma che il difetto è coperto da garanzia, vi chiederà conferma dei vostri dati ed avvierà una pratica di reso.

 

Quando riceverò il nuovo oggetto?

E qui viene il bello.. Avrete 30 giorni di tempo per rendere l’oggetto difettato, ma Amazon, se l’oggetto è disponibile in magazzino, ve ne rispedirà un altro gratuitamente e IMMEDIATAMENTE. Quindi avrete il nuovo oggetto entro 2-3 giorni lavorativi a decorrere dalla richiesta di reso.

 

Come effettuo il Reso?

Niente di più facile e soprattutto.. GRATUITO!

Come vi spiegherà gentilmente l’operatore, dovrete stampare delle etichette, preparare il pacco (io ho utilizzato il pacco che mi è arrivato contenente l’oggetto in sostituzione) e portarlo alle Poste Italiane. L’operatore dello sportello prenderà il pacco, vi applicherà le etichette e vi rilascerà una ricevuta, il tutto gratuitamente!

Dove trovo le etichette da stampare?

Dall’elenco dei vostri ordini su Amazon, scegliendo l’oggetto in questione, avrete a disposizione un altro pulsante “Stampa le etichette per il reso”, che vi porterà ad una pagina simile a questa:

Resistuzione_rimborso_amazon (4)

Ricordatevi di spedire l’oggetto entro 30 giorni dalla richiesta di reso, altrimenti vi saranno addebitati i costi del nuovo oggetto.

Ora non ci resta che acquistare in completa serenità su Amazon!