Xperia Z6 e Z6 Compact…già si parla dei nuovi flagship Sony!

Non facciamo in tempo ad apprezzare le doti dei nuovi Xperia Z5 e Z5 Compact che già circolano in rete voci sui prossimi top di gamma con lo Z6 e Z6 Compact.

 

Sony ci ha abituato – anche troppo a dir la verità – alle presentazioni degli ultimi modelli di fascia alta e dei suoi successori nello stesso ciclo annuale svalutando il diretto predecessore già 5 mesi dopo la presentazione generando spesso il malcontento di chi si trovava ad acquistare l’ultimo modello di smartphone rimpiazzato pochi mesi dopo.

Sony comunque non abbandonando questa “tradizione”, ci “delizierà” sicuramente all’inizio del prossimo anno, magari al MWC che si svolgerà nel mese di Marzo, con la presentazione dei due nuovi smartphones di punta.

Potremmo già analizzare alcuni aspetti dei nuovi gioiellini; aspetti che potremmo dedurre dagli ultimi modelli presentati e che sembrerebbero ormai appartenere come caratteristiche fondamentali ai flagship della casa giapponese.

 

DISPLAY E RISOLUZIONE

Xperia Z5 quest’anno è stato presentato con un display con diagonale di 5,2 pollici IPS, un ottima unità LCD in risoluzione FullHD. Non è quindi da escludere che il nuovo Z6 possa avere la medesima diagonale da 5,2 o 5,3 pollici con un display a LED Triluminos in risoluzione 2K (2560×1440 pixel). Viceversa la variante Compact avrà presumibilmente sempre lo stesso display da 4,8 pollici in risoluzione FullHD.

Batteria Sony z5 premium

Il vetro sembra ormai la caratteristica intrinseca dei devices top di gamma di Sony e sicuramente troverà spazio anche sui futuri smartphones dell’azienda con l’adozione del Corning Gorilla Glass 4 che avvolgeranno le superfici dei devices in tutta la loro eleganza.

Si spera anche in cornici sottili tanto da rendere il rapporto display-scocca ancora migliore a tutto vantaggio di una maggiore eleganza visiva ed una migliore portabilità.

 

PROCESSORE E RAM

Sony ha utilizzato nel precedente modello (Z5) lo Snapdragon 810 processore octa-core a 64 bit. Sul nuovo Z6 punterà dritto al nuovo Snapdragon 820 che, proprio per la fine dell’anno, verrà distribuito alle grosse multimazionali di telefonia. Il nuovo Snapdragon 820, avrà 4 core personalizzati denominati Kryo che lavorano ad una frequenza di 2,2 Ghz con processo a 14 nm.

Snapdragon 820

Secondo le ultime previsioni il nuovo processore Qualcomm ha prestazioni superiori rispetto l’ultimo nato in casa Samsung con l’Exynos 7420 e può vantare come punteggio su singolo core lo stesso punteggio del SoC di Apple con il suo A9. Prestazioni quindi notevoli sulla carta.

La GPU presente sul nuovo Snapdragon 820, l’Adreno 530, migliora del 40% le prestazione rispetto al suo predecessore e contiene anche il nuovo “X12 Modem” che supporta velocità in download di Cat.12 fino a 600 Mbps e velocità in upload di Cat.13 che raggiungono i 150 Mbps. Tutto ciò si tramuta in una maggiore potenza di calcolo e maggiore velocità nelle operazioni.

Su tale processore sarà anche integrata la nuova architettura Hexagon 680 utilizzata per il DSP (processore di segnale digitale) per migliorare le prestazioni a bassa potenza alleggerendo di fatto il carico della CPU.

Per quanto riguarda la RAM, il “vecchio” Z5, ne integra al suo interno ben 3 GB, quindi non è da escludere che l’asticella non venga alzata ulteriormente portando i 4 GB di RAM integrati.

 

FOTOCAMERE

Sony Xperia Z5 ha a bordo una fotocamera da 23 megapixel che essendo comunque un aggiornamento rispetto i modelli precedenti da 20,7 megapixel, non è escluso che venga supportata anche dal nuovo Sony Xperia Z6. Magari verrà implementato un sensore fotografico da 25 megapixel che comunque non si discosterebbe di molto dalla velocità di messa a fuoco e dalla possibilità di registrare video in 4K del suo predecessore.

Una più canonica fotocamera da 8 megapixel sarà implementata frontalmente ma saranno sicuramente migliorate le prestazioni per quanto riguarda l’HDR, dell’Autofocus e della stabilizzazione ottica dell’immagine, anche in virtù del processore utilizzato.

 

MEMORIA

Stesso discorso vale anche per la memoria interna che sullo Xperia Z5 è di 32 GB espandibili tramite MicroSD fino a 200 GB e sul nuovo Xperia Z6 potremmo trovare 64 GB di storage espandibili fino a 256 GB.

Il fratello minore, lo Z6 Compact, avrà anch’esso una memoria leggermente inferiore da 32 GB che potremo comunque espandere fino a 256 GB.

 

BATTERIA E PORTA USB 

La batteria in dotazione allo Z5 è da 2.900 mAh, con tecnologia di ricarica 2.0 di Qualcomm. Col nuovo processore, lo Smapdragon 820 che porta a corredo la nuova Quick Charge 3.0, sarà possibile ricaricare dell’80 % la nostra batteria in soli 35 minuti e il nuovo Z6 potrebbe trovare a bordo una capiente batteria da 3.200 mAh, il tutto coadiuvato da una porta USB Type-C per accelerare il processo di ricarica piuttosto che il trasferimento dei dati.

 

SENSORE DI IMPRONTE DIGITALI

Sony, col nuovo Z5, ha aperto la strada per l’adozione del sensore di impronte nei suoi prossimi top di gamma. Sensore che sulla linea Xperia Z trova spazio in una posizione inusuale rispetto alla concorrenza ma che continuerà ad essere implementato sempre lateralmente sul tasto di accensione/spegnimento, anche sul prossimo flagship.

Sony-Xpera-Z5-Fingerprint-Senor

Per quel che concerne le prestazioni del sensore biometrico, Sony migliorerà ulteriormente le performance anche perchè la nuova ammiraglia verrà presentata in versione Android 6.0 Marshmallow che ha il supporto nativo a tale sensore, il quale ci permetterà di sbloccare il nostro telefono, effettuare pagamenti tramite cellulare o ad accedere a siti web.

 

PREZZO FINALE

Il prezzo finale per la variante da 64 GB di memoria dello Z6 si attesterà sui 700/800 dollari che sicuramente in Italia avrà lo stesso rapporto 1/1 quindi prezzi a pertire da 700/800 euro se non addirittura volti al rialzo. Si sapranno comunque maggiori informazioni nei prossimi mesi.

 

COMMERCIALIZZAZIONE E SVILUPPI

Secondo le ultime informazioni, proprio di questi giorni, Sony sembrerebbe voler rimandare il lancio di Xperia Z6, tanto che alcuni funzionari della stessa azienda avrebbero indirettamente fatto presupporre che non verrà presentato nessun telefono nella prima metà del 2016 e che tutti gli sforzi verranno concentrati sul secondo semestre cercando di puntare l’attenzione su un singolo top di gamma per anno, uniformandosi alle sue dirette concorrenti.

A queste ed ulteriori domande troveremo risposta nei prossimi mesi quando Sony, forse, si sbottonerà sui futuri piani dell’azienda e noi tutti, compresa la redazione di EnjoyPhone Blog, staremo alla finestra per carpire ogni brandello di informazione che ci giungerà dalla terra del Sol levante.

Via