Apple iRing (?): brevetto dell’azienda di Cupertino per un anello smart!

Dopo la presentazione tenuta nella città di San Francisco, l’azienda di Cupertino, così come i suoi utenti, è stata oggetto di scherno da parte dei migliaia di Android e Windows users che hanno riscontrato nei nuovi prodotti scarsa innovazione.

Apple ha perso evidentemente tanto da quando il suo fondatore, Steve Jobs, ha abbandonato la nota azienda che resta tutt’ora tra i principali leader nel mercato statunitense e non, per la produzione di smartphone e computer.

Sembrerebbe però che le cose stiano per cambiare: se un anello intelligente con display per visualizzare eventuali notifiche non è innovazione, non saprei come definirla.

Già perché quello inizialmente nato come scherzo, in occasione dell’Aprli Fool’s Day, potrebbe divenire assai reale. Sto parlando di un dispositivo elettronico che, come si evince dalle descrizioni nel brevetto, sarebbe munito di touch screen.

Ci troviamo dunque davanti ad un rivoluzionario oggetto che potrebbe chiamarsi iRing (conoscendo la tipica nomenclatura dei prodotti Apple) o all’ennesima idea che vedrà luce su un prototipo funzionante tra 10 anni?

Apple-seeks-a-patent-for-a-connected-ring

Non possiamo ancora rispondere alla domanda. Sono però presenti anche le prime, poche, caratteristiche: batteria ricaricabile e microfono incorporato per la comunicazione con Siri. Il device troverebbe applicazione pratica come telecomando per l’attivazione della fotocamera a distanza, e come controller per i videogames o per la freccia del computer.

The-ring-could-be-used-to-control-the-cursor-on-a-PC

Come se questo non bastasse, Apple avrebbe intenzione di dotare l’iRing di un lettore per le impronte digitali così da farlo usare solo ai suoi legittimi proprietari per pagare i conti tramite Apple Pay. A concludere il comparto hardware, una bella fotocamera.

Mi astengo da possibili commenti, limitandomi a riportare la notizia in sé e lasciando a voi lo spazio per esprimere perplessità e quant’altro in merito. Fornisco dunque alcuni spunti di riflessione, sperando in un dialogo aperto e pacato, commento rivolto specialmente agli utenti Android (io stesso possiedo un Nexus), che in passato ho avuto modo di conoscere.

Ritenete che Apple sia sulla giusta strada oppure credete abbia torto? Acquistereste mai un device simile, qualora venisse realizzato? E se sì, solo per la presenza del marchio Apple?

[via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *